Portogallo compulsivo

Torino-Portogallo e ritorno in quindici giorni: per una volta niente aereo, si parte in macchina direttamente da casa, come chi aveva la nostra età qualche anno prima di noi. Vogliamo vedere l'effetto che fa

  • di stramaury
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 
Annunci Google

Torino-Portogallo e ritorno, in macchina, in quindici giorni.

Premesse

Per una volta niente aereo, si parte in macchina direttamente da casa, come chi aveva la nostra età qualche anno prima di noi. Vogliamo vedere l'effetto che fa.

Dove

Destinazione Portogallo (la spunta su Danimarca e Sicilia anche se è il più distante), percorso da nord a sud, attraversando di slancio Francia e Spagna.

Chi

Con me ci sono Uccio, Teo (a fine vacanza Gregory White Truffle House) e FF (Willy Giacobbo), compagni di corso all'università (cioè 3 anni fa); le vacanze sono un'ottima scusa per rivedersi di tanto in tanto. Tutti architetti 27-28enni.

Quando

Domenica 31 luglio – domenica 14 agosto. Uccio, che ha una fidanzata ed una tesi a casa che lo aspettano, rientra in aereo da Lisbona il 9 agosto.

Organizzazione

Tutto fai da te. L'obiettivo di partire in macchina, oltre al malsano pensiero che possa essere divertente macinare km on the road, è quello di avere la massima flessibilità. L'unico punto fermo è il volo di Uccio il 9 da Lisbona. Partiamo con un bozzone di viaggio in testa, un po' di racconti di Tpc stampati, guide Lp e Tci, indicazioni su mete architettoniche papabili; andremo “a braccio”, decidendo sul momento o poco prima che fare e dove andare. L'idea è di cercare dove dormire di giorno in giorno, in base alla piega che prende il nostro giro. Alla partenza le uniche notti prenotate sono quella a Bilbao e le 3 a Lisbona.

Costi

Tutto sommato contenuti. Messi in conto 1000-1300 a testa, siamo stati sui 1000, tutto incluso: ci piace. Come al solito scegliamo ostelli, bungalow, appartamentini, un paio di alberghi economici. Mangiare fuori è poco costoso (in posti alla buona mediamente 10€, difficile superare i 15), spesso cuciniamo da soli risparmiando ulteriormente. Le altre spese turistiche come ingressi o trasporti sono oneste. Insomma non possiamo lamentarci.

Viaggio

Alla fine saranno oltre 5.500 km, all'odore di gasolio (stillicidio ininterrotto dal filtro per tutta la vacanza) ed all'insegna dell'afa (condizionatore kaput il secondo giorno) ma senza reali inconvenienti: la 206 sw 1.8 diesel di Matteo tiene botta efficientemente. Viaggio di andata più soft, con tappe principali ad Avignone e Bilbao, tragitto che si è rivelato intenso ma non eccessivamente pesante. I km quotidiani si sono ridotti nella decina di giorni trascorsi in Portogallo, mentre il ritorno in un paio di giorni con cameo a Cordoba è stato notevole (cioè pesante) ma a fine vacanza ci stava.

Itinerario (in breve)

Il nostro giro è riassumibile a grandi linee con queste tappe principali, più o meno volanti. Francia: Avignone, Carcassonne; Spagna: San Sebastian, Bilbao, Burgos, Leon; Portogallo: valle del Douro, Oporto, Coimbra, Tomar, Batahla, Lisbona, Sintra, Evora, Sagres (spiagge), Lagos, Faro; Spagna: Cordoba.

Itinerario

Portogallo compulsivo, perché per un itinerario del genere in 15 giorni non potrebbe essere altrimenti. A noi è piaciuto così, a costo di vedere alcune cose di sfuggita (ma che altrimenti chissà quando) e di riposarci non durante, ma dopo, questa vacanza.

31 luglio: Alba – Carcassonne (Avignone)

Raduno a casa di Matteo, carichiamo la 206, ci sta tutto, nessuno viaggerà col trolley in braccio ed è già un buon inizio. Alle 9.30 circa siamo in partenza. È domenica 31 luglio, bollino nero: sconfiniamo per il Colle della Maddalena, sulle Alpi del cuneese, evitando la Liguria, che si suppone intasata dal traffico, e la Torino-Bardonecchia, a rischio no-tav. Siamo ad Avignone nel primo pomeriggio. Parcheggio interrato fuori le mura, trascorriamo un paio di ore in città. Carina, turistica, affollata ma senza eccessi; bianca. Piena di ragazzi che pubblicizzano spettacoli teatrali nelle maniere più assurde: divertenti. Non c'è tempo né particolare interesse a visitare monumenti, per cui visto il centro ci rimettiamo in macchina. Notte a Carcassonne, dove arriviamo intorno alle 21

Annunci Google
  • 11970 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social