Perù zaino in spalla

Zaini in spalla e via! Finalmente si parte per il viaggio che abbiamo tanto desiderato! Assieme a Martina, partiamo per il nostro indimenticabile viaggio di nozze, un viaggio “fai da te” che ci ha permesso di visitare il Perù in ...

  • di garfield
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Zaini in spalla e via! Finalmente si parte per il viaggio che abbiamo tanto desiderato! Assieme a Martina, partiamo per il nostro indimenticabile viaggio di nozze, un viaggio “fai da te” che ci ha permesso di visitare il Perù in piena libertà!

1° GIORNO - Il viaggio Il viaggio sicuramente non è breve, ma l’emozione di un’esperienza tanto attesa ci fa trascorrere velocemente i voli Venezia-Madrid e Madrid-Lima (circa 13 ore di volo!). Arrivati a destinazione prendiamo un taxi che ci porta all’hotel che avevamo prenotato dall’Italia e ci mettiamo subito a letto stanchi morti.

2° GIORNO - Lima La mattina troviamo ad aspettarci in hotel una ragazza di un’agenzia viaggi locale che cerca in maniera insistente di venderci dei pacchetti turistici per visitare il Perù…ma ovviamente noi rifiutiamo, in quanto vogliamo visitare questo paese in autonomia! Prenotiamo quindi solo il biglietto dell’autobus Lima-Paracas per il giorno successivo, e ci lanciamo alla visita di Lima! Con un taxi andiamo nella piazza centrale Plaza Mayor, dove assistiamo al cambio della guardia davanti al Palazzo del Governo, evento che attira uno stuolo di turisti e non solo. Ci trasferiamo, quindi, con il taxi nella zona del Barranco, dove visitiamo il quartiere, il ponte dei sospiri e la chiesa, La Eremita, distrutta dal devastante terremoto del 2007. A piedi decidiamo di fare ritorno all’hotel percorrendo una suggestiva passeggiata lungo i quartieri Miraflores e San Isidro: la città infatti si sviluppa lungo la costa a picco sul mare, caratterizzata dalla tipica foschia che non consente di vedere il cielo azzurro per mesi interi!

3° GIORNO - Parco Nazionale di Paracas Alle 4 del mattino prendiamo l’autobus che in tre ore e mezza ci porta a Paracas. Scopriamo con enorme piacere che questi autobus turistici che percorrono la strada Panamericana sono veramente bellissimi e confortevoli… in Italia non ne ho mai visti di tale livello (c’è addirittura la hostess che ti porta cuscino, coperta e la mattina la colazione!). Dopo aver fatto una breve escursione al centro di Paracas ed aver avvistato dei delfini dal molo, andiamo a fare una visita guidata al Parco Nazionale di Paracas. Percorrendo la strada del sale, raggiungiamo l’interno del parco. I suoi colori sono eccezionali: si passa dal giallo intenso del deserto al rosso vivo della scogliera che si lancia diretta nel blu profondo dell’oceano. Alle 18 prendiamo nuovamente l’autobus che in due ore ci porta ad Ica. Da qui prendiamo un taxi che ci porta a Huacachina, un’oasi contornata da dune sabbiose, dove troviamo uno spettacolare hotel direttamente sul lago dell’oasi.

4° GIORNO - Huacachina ed Ica La mattina facciamo due passi sulle dune che avvolgono l’oasi…il silenzio e il senso di pace tutt’intorno ci invadono e ci lasciano senza fiato! A valle incontriamo dei ragazzi che salgono con le loro tavole da snowboard per farsi una “sciata” sulle dune. Con una guida locale (in ogni angolo del Perù si incontrano persone che si offrono di farti da guida) andiamo a visitare alcune cantine che producono il Pisco, tipico liquore della zona. Visitiamo la Bodega Lazo, molto amata dai locali e la Bodega Tacama, fondata nel 1540, la più antica del Perù. Un po’ provati dalle numerose degustazioni, prendiamo la strada per Nazca, dove sorvoliamo con un piccolo aeroplano ad elica le famose linee di Nazca. Nonostante il volo un po’ movimentato l’esperienza è unica, in quanto dall’alto si riescono a distinguere chiaramente le oltre 70 figure umane e di animali stilizzati incise sulla terra fra il 500 a.C. Ed il 500 d.C., ed ancora ad oggi avvolte da un alone di mistero

  • 16752 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico