Peru...terra degli inca

Finalmente, a distanza di un mesetto circa, ci accingiamo a buttare giù il diario del nostro viaggio in Perù, durato circa 3 settimane. Cercheremo di dare un po’ di info utili a chiunque dovesse partire (come lo sono stati per ...

  • di aldair75
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Finalmente, a distanza di un mesetto circa, ci accingiamo a buttare giù il diario del nostro viaggio in Perù, durato circa 3 settimane. Cercheremo di dare un po’ di info utili a chiunque dovesse partire (come lo sono stati per noi gli altri racconti), senza perderci nelle sensazioni personali, che rappresentano fondamentalmente un’esperienza intima e privata del viaggio. Ci limiteremo solo a dire che si tratta di un paese magnifico, sotto ogni punto di vista, di cui ci si innamora per forza.

Oltre al volo a/r, le uniche cose che avevamo prenotato da Roma sono state: il pernottamento a Cuzco (che coincideva con la festa dell’Inti Raymi – 24 Giugno – periodo in cui è conveniente avere un albergo prenotato, vista l’invasione turistica in città), il treno da Ollantaytambo ad Aguas Caliente a/r per raggiungere Machu Picchu e la prima notte a Lima (è piacevole arrivare avendo già il trasferimento dall’aeroporto e una stanza accogliente, perché dopo 15 ore di volo non è che si è proprio freschissimi…)

Alcune info:

1) Due contatti assolutamente da avere: Angelo e Yolanda (www.casayolandalima.com), due persone validissime che ci hanno aiutato ad organizzare la nostra vacanza con consigli ed indirizzi sempre utili; Angelo dall’Italia e Yolanda da Lima ci hanno assistito praticamente in ogni nostra richiesta e la loro esperienza, professionalità e cortesia si è rivelata davvero importante per evitarci tante seccature e perdite di tempo!

2) Clima: Per quanto riguardo l’inverno in Peru, basta dire che si passa con facilità dai 20° di giorno a qualche grado sotto zero di notte, quindi è necessario portarsi un po’ di tutto dietro e vestirsi a strati.

3) Costi: va detto che, al di fuori di tutto ciò che gravita intorno al Machu Picchu, il paese è molto economico ed è bene imparare fin da subito che tutti i prezzi sono contrattabili, dal mercato al negozio, dal taxi al bus, dalla colazione alla cena; anzi, specie nei ristoranti e nei negozi, è bene far capire subito che non siete disposti a trattare sui prezzi riservati ai turisti: quindi nei ristoranti non leggete la carta, ma fatevi dare direttamente il menù a prezzo fisso (che hanno tutti e che tengono accuratamente nascosto), prima di prendere un taxi contrattate la corsa, fatevi sempre vedere molto sicuri e non prenderete fregature. Però una cosa tenetela sempre a mente: quelli che per voi sono solo pochi euro, per loro rappresentano un mezzo di sostentamento, quindi contrattate … ma con fair play!

4) Trasporti: la macchina rappresenta un costo inutile dal momento che tutto il paese è collegato da una fitta rete di autobus; questi rappresentano il mezzo di spostamento più veloce e pratico in Perù (non esiste una vera e propria rete ferroviaria). L’unica compagnia davvero professionale e con uno standard molto alto è proprio Cruz del Sur (che però è abbastanza cara), quindi consigliata per i viaggi di notte. Mentre le altre compagnie di solito propongono bus meno confortevoli (nonostante la foto presente nella locandina del desk) con improbabili tizi a bordo che vi rallegrano per un paio d’ore pubblicizzando qualsiasi tipo di prodotto, ma in compenso i prezzi sono modici, perché ai vari Terminal dei Bus le singole agenzie (che sono tantissime) si fanno concorrenza reciproca e molte offrono viaggi a prezzi bassissimi, quindi per tutti gli spostamenti giornalieri sono da favorire questi ultimi. Il treno è necessario solo per la tratta Ollantaytambo-Aguascaliente: da prendere il biglietto categoria backpackers, più economico e da evitare il quello categoria vista dome, più costoso e “rallegrato” da uno spettacolino pietoso e una pseudo-sfilata di vestiti locali che costano 10 volte tanto quelli presenti sulle bancarelle.

5) Mal d’altura (soroche): potrebbe prendere con fastidi alla testa ed allo stomaco, senso di nausea, ecc. Le regole sono poche ma semplici: bere moltissima acqua (il problema principale è dato proprio dalla disidratazione) e mangiare poco e leggero; le foglie di coca (masticate o infuse nell’acqua) sono il rimedio naturale consigliato dai peruviani e si possono acquistare in qualsiasi mercato di frutta e verdura, mentre le farmacie peruviane hanno anche le soroche pills ma noi non le abbiamo dovute testare. Il mal di montagna si può manifestare dalle 6 alle 12 ore dopo il raggiungimento della meta e può durare per qualche ora; se dovesse persistere oltre, dovete scendere di quota senza indugi. Comunque è buona norma scaricare da internet info dettagliate … anche se non rappresenta un pericolo, è bene partire sempre bene informati!

6) Situazione politica: ad oggi le vie d’accesso a Cusco sono bloccate per via del “paro” (la protesta) dei contadini locali; per quanto riguarda la nostra esperienza, è stato necessario percorrere strade di campagna alternative con bus privato, superare blocchi stradali appoggiando la protesta e superare ponti distrutti in bilico, zaino in spalla per raggiungere l’antica capitale inca ed un viaggio che dura solitamente 6-7 ore (Puno-Cusco) ne è durato 16. Al momento di questo resoconto (15 Luglio 2009) sembra che la protesta sia ancora viva. In ogni caso l’unico suggerimento che nasce da questa vicenda è che il paese è un po’ in subbuglio per via della politica economica del governo. Le proteste sono ancora estese dalla selva del nord alle campagne del sud. Prima di partire sarebbe bene informarsi sulla situazione, che tuttavia cambia di giorno in giorno ed è bene sempre aggiornarsi anche durante il viaggio. Nessun allarme perché gli scioperanti sono agguerriti, ma assolutamente non violenti e ben disposti verso i turisti. L’unico inconveniente a cui si potrebbe andare incontro è quello di dover riprogrammare alcuni spostamenti

  • 3507 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico