Tour del sud e kasbah

“Tour del Sud e Kasbah” Francorosso 10 - 17 settembre 2006 DIARIO DI VIAGGIO 1° giorno (domenica 10 settembre 2006) Partiamo da Trieste intorno alle 9 per arrivare a Verona verso mezzogiorno. Parcheggiamo al parcheggio P3 (convenzionato al prezzo di ...

  • di Biurstel
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

“Tour del Sud e Kasbah” Francorosso 10 - 17 settembre 2006 DIARIO DI VIAGGIO 1° giorno (domenica 10 settembre 2006) Partiamo da Trieste intorno alle 9 per arrivare a Verona verso mezzogiorno. Parcheggiamo al parcheggio P3 (convenzionato al prezzo di 35 euro per tutta la durata del viaggio). Il banco informazioni della Francorosso è ben visibile, ritiriamo i biglietti, facciamo il check-in e attendiamo la partenza.

Volo Atlas Blue in perfetto orario (14.40) e atterraggio morbido a Marrakech verso le 16.30 (ora locale – 2 ore in meno dell’Italia visto che nel nostro paese c’è l’ora legale). Ci sono 38 gradi ed un vento caldissimo (una specie di gigantesco phon...!!!). Controllo dei passaporti (sorprendentemente rapido), ritiro dei bagagli (tutto ok) e di corsa al bus numero 25 (quello dedicato a chi partecipa al nostro tour). Arriviamo in breve tempo al nostro hotel Meryem (http://www.Hotelmeryem-marrakech.Com). L’albergo non è male, c’è anche la piscina e l’hammam (bruttino però). La camera è molto spaziosa, pulita e fornita di aria condizionata .

La cena non è il massimo, siamo stanchi ed andiamo a dormire alle 21.30 (ora marocchina...!!).

2° giorno (lunedì 11 settembre 2006) La sveglia ufficiale dovrebbe suonare alle 8 ma noi siamo già in piedi alle 6 (dobbiamo ancora abituarci al cambio di fuso).

Colazione abbondante in giardino(tantissimi tipi di brioche e dolcetti) e siamo pronti per la partenza.

Incontriamo gli altri partecipanti al viaggio. Siamo 13 in tutto, come al solito noi siamo i più giovani. Ci sono due coppie di Milano, una signora di Torino, una coppia di Bologna, una coppia di Parma, un ragazzo di Bologna ed un signore di Firenze. Ci accomodiamo in un bellissimo e nuovissimo minibus da una quindicina di posti. Il nostro accompagnatore si chiama Mohamed e la nostra guida Hassan (come il re...).

Si intuisce subito che siamo stati particolarmente fortunati nell’assegnazione della guida. Mohamed è simpatico, colto, fine e non la smette mai di parlare.

La prima tappa della giornata sono i giardini della Menara. Questi giardini sono l’orgoglio di Marrakech e sono stati piantati dai sovrani Almoravidi. Un grande bacino d’acqua, utilizzato per le irrigazioni, è circondato da migliaia di ulivi. Gli abitanti della città trascorrono ore all’ombra di questi alberi.

Fa parecchio caldo ma il sole va e viene.

La tappa successiva è il Palazzo de la Bahia, costruito verso il 1880 da Ba Ahmed, un visir che ha garantito la reggenza dei sovrani Moulay Hassan e Abdelaziz. Era lui il vero padrone del Marocco tra il 1894 ed il 1900.

Il palazzo è un capolavoro dell’arte marocchina. Ricorda in certi aspetti l’Alhambra di Granata. È molto curato ed interessante.

Passiamo poi al museo d’arte marocchina, ricco di oggetti tipici della cultura locale (strumenti, vestiti, armi, ecc...).

Rientriamo in hotel per il pranzo ma, visto che c’è tempo, prima approfittiamo per un tuffo nella piscina dell’albergo. Ci voleva proprio...

Il pranzo è discreto; preferiamo comunque restare leggeri e andiamo in camera per un riposino.

Si riparte alle 15. Come prima cosa andiamo a visitare la Koutoubia. La moschea non è visitabile internamente dai non musulmani (l’unica moschea visitabile in Marocco è quella di Hassan II a Casablanca).

Il minareto è alto settanta metri ed è veramente ben conservato.

Proseguiamo poi con un giro tra i caravanserragli, luogo in cui venivano ricoverate le carovane per la notte o il riposo. Alcuni di questi sono in via di ristrutturazione, altri sono stati dati in affido ad artigiani locali che li usano come botteghe dove lavorano il legno ed il ferro con maestria assoluta

  • 7603 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social