Alla scoperta della Malesia

Una terra unica nella sua bellezza e semplicità

  • di mourinho85
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 
Annunci Google

Inizio questo mio racconto premettendo che abbiamo passato un mese intero in Malesia, soggiornando nella capitale Kuala Lumpur, (ho dovuto compiere un progetto di tesi concernente lo studio del turismo nell'economia locale). Illustrerò, quindi, non tutti i giorni passati in questo splendido Paese, ma solo i viaggi realizzati e quindi tre isole oltre alla fantastica Kuala Lumpur e Melacca.

MILANO-DUBAI-KUALA LUMPUR

Volo Emirates da Milano al costo di 578 euro e via verso Kuala Lumpur. Il giorno era il 6 settembre, e nonostante lo sciopero, l'aereo (un nuovissimo Boeing 777-300er) decolla in orario. Dopo appena 6 ore siamo a Dubai. Altre 3 ore in aeroporto e prendiamo l'aereo che ci porta a Kuala Lumpur. Il primo impatto, nonostante la forte stanchezza accusata, è stato ottimale, niente a che vedere con la Thailandia (dove eravamo andati l'anno precedente). Infatti, qua nessun tassista ci pressava, ma si ha la possibilità di fare le cose con calma e scegliere la soluzione migliore. Noi abbiamo preso l'autobus diretto per la città al costo di 10 Ringgit malesi (circa 2 euro e 50). Il costo della vita in Malesia è circa 1/3 di quello italiano, e nonostante questo costo inferiore, la qualità della vita è quasi alla pari, se non superiore a quella italiana. Il livello di povertà è inferiore al 5% nel Paese e il tasso di disoccupazione inferiore al 3%. L'economia sta letteralmente volando e il turista può apprezzare con i propri occhi questa forte crescita (terreno molto fertile per investimenti immobiliari). Tralascerò comunque gli aspetti economici. Arrivati a Kuala Lumpur, il clima era abbastanza umido, ma si stava comunque bene. Soggiorniamo i primi 2 giorni in un hotel situato a 5 minuti da Bukit Bintang che è il quartiere più “in” della città. Il giorno successivo, troviamo un appartamento che sarà la nostra casa per un mese, proprio sotto alle Petronas Tower. Il costo per un mese è stato di 600 euro circa, ma l'appartamento era molto bello, situato in un condominio con palestra e piscina all'ultimo piano con vista sulle Petronaws Tower. Cosa vedere a Kuala Lumpur? La città è la quarta città più visitata al mondo, e in effetti rispetta le aspettative. Il triangolo d'oro di Bukit Bintang è pieno di centri commerciali di dimensioni notevoli, dov'è possibile fare shopping a costi molto bassi. In questo quartiere sembra quasi di trovarsi in Europa. Almeno una giornata bisogna passarla in giro per i centri commerciali; inoltre ogni centro commerciale è dotato di un centro interno ove ci sono ristoranti e locali di tutti i tipi che offrono la possibilità di mangiare con meno di 3 euro. Le torri sono fantastiche, indescrivibili nella loro bellezza. Purtroppo non siamo potuti salire in quanto erano chiuse per rinnovamento, ma anche vedendole dal basso, riescono a dare un effetto straordinario. Di notte poi rendono l'atmosfera magica. Accanto alle torri c'è il centro commerciale Suria (immenso e di elevato livello come qualità) e una piazza centrale ove è possibile trovare ristoranti locali. Vicino alla piazza c'è un parco tenuto in maniera meravigliosa, da vedere assolutamente. Non potendo salire sulle due torri, non volevamo perderci la vista della città dall'alto e decidiamo di salire sulla Menara Tower, ove c'è il ristorante girevole. In un minuto di ascensore si è a 350 m circa e da lì si può godere la bellezza della città e la vista magnifica delle due torri. Il sistema dei trasporti pubblici nella città è ottimo, molto meglio di quello delle nostre città italiane, e nuovo. Abbiamo il servizio bus, la monorotaia e la metropolitana. Quindi ovunque si voglia andare nella città, ci si può arrivare con il trasporto pubblico. Chi non volesse servirsi di questi mezzi, può usare i taxi che hanno uno costo molto basso. Una corsa di 10 minuti non credo costi più di 2 euro.

Affascinante nella città è il quartiere Chinatown con i suoi templi e la sua confusione, ove si possono comprare vestiti e oggetti simili a quelli originali a prezzi irrisori. Il prezzo che loro chiedono non è quello esatto, ma dovete trattare una diminuzione del prezzo stesso fino ad almeno 1/3 di quello iniziale. Quindi se loro vi chiedono 50, lo potete portare a casa a meno di 20. Inoltre questo quartiere la sera si trasforma: si vedono molti ristoranti all'aperto (per lo più tavoli messi in mezzo alla strada), che abbiamo testato personalmente; cibi locali a prezzi molto bassi e con un'ottima qualità. Da provare assolutamente. Non perdetevi il tipico Central Market, situato quasi a lato della fermata della metropolitana. Il quartiere indiano ci ha un po' deluso invece. Solo il sabato sera si trasforma in un mercato immenso e affascinante, dove si possono assaggiare le pietanze indiane e comprare oggetti locali. Quindi se vi trovate in città di sabato e la sera dovete andare al mercato, non cenate prima, ma andate ad assaggiare le pietanze indiane e malesi cucinate al momento (esperienza comunque fantastica). A Kuala Lumpur bellissimo è anche il distretto coloniale britannico, con la piazza principale di Merdeka Square e il parco della città situato vicino alla piazza. Da vedere il parco degli uccelli (costo elevato, ma merita molto) e quello delle farfalle. Fuori dal parco è pieno di scimmiette che cercano cibo. Cos'altro vedere nella città? La periferia lascia un po' a desiderare anche se non abbiamo mai avvertito pericolo, ma non c'è niente da vedere. Quindi fatevi almeno 2 giorni a Kuala Lumpur e girate tra torri, shopping, chinatown, little India e parchi. Avete l'imbarazzo della scelta. Siamo restati molto affezionati a questa città. Buonissima la cucina. Centri commerciali con pietanze appena sfornate a prezzi inferiori all'euro (sicuramente non tornerete in Italia deperiti)

Annunci Google
  • 22110 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social