Avventura fai da te in Sud America

Viaggio itinerante fra Venezuela, Brasile e Argentina

  • di divirosse
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Anche se un po’ in ritardo a causa di mille impegni… trovo del tempo per raccontare la nostra meravigliosa avventura in Sud America…

Premetto che questo viaggio è interamente organizzato da me, inizialmente consisteva in 20 giorni e con le tappe di Maracaibo per fare visita ad alcuni parenti, Los Roques e il Brasile con organizzazione della mia agenzia di fiducia... ma credetemi il preventivo presentatomi era davvero troppo! Così mi sono fatta coraggio e grazie a "turisti per caso" con le informazioni di tutti i viaggiatori e varie ricerche ho fatto tutto da me... ed è stato così poi allungato di altri 5 per includere anche i "lençois" e poi per farla proprio alla grande… guardando bene la cartina abbiamo deciso di fare anche un pò di Argentina... alla fine dei conti il viaggio sarà composto da ben 31 giorni "davvero indimenticabili e pieni d'avventura"... Ah, ovviamente il tutto oltre la metà del preventivo dei 20 giorni dell'agenzia!

17/09/2011

Dopo una lunga ed estenuante organizzazione di questo lungo viaggio...eccoci con mio marito in partenza per Caracas. All'arrivo a Caracas tutto è andato bene, nonostante le perplessità su tutte le raccomandazioni fatte sulla sicurezza,bagagli ecc... Ad attenderci all'uscita c'era mi zia (una cugina di mio padre che non avevo mai conosciuto e che sapendo che andavo da quelle parti ci ha invitato a stare da lei una settimana). Con lei abbiamo poi proseguito con un altro aereo per Maracaibo la citta dove lei e la sua famiglia abitano. Trascorreremo 6 giorni davvero molto belli sia dal punto di vista paesaggistico ma anche culinario,infatti si iniziava a mangiare dalla mattina appena svegli fino alla sera con arepa,empanadas con pabellon e tanto altro... Abbiamo visitato maracaibo che è una bellissima città con una fiorente crescita economica anche se la sicurezza è sempre purtroppo instabile come tutto il venezuela, e la citta di Coro la vecchia capitale del venezuela che dista 4 ore da maracaibo (il pericolo è davvero sempre dietro l'angolo, noi eravamo con persone del posto quindi sapevano cosa fare e dove portarci, da soli bisogna davvero stare molto attenti!) Dispiaciuti di lasciare questa famiglia meravigliosa e allegra che ci ha fatto davvero sentire a casa nostra...ci accingiamo ad iniziare la nostra avventura "DA SOLI".

23/09/2011: LOS ROQUES

Partiamo dall'aeroporto di Caracas dopo una lunga attesa di 5 ore... L'aereo che ci attende fuori sarà tutto un programma! La voglia di rinunciare e di ritornare a Maracaibo è davvero tanta, ma a vincere sarà la tanta voglia di scoprire questo paradiso di cui tanti parlano! Sconfitta la paura, saliamo su un trabiccolo di 15 posti (compresi i 2 piloti! purtroppo questi sono gli unici aerei che fanno questa tratta ad eccezione di uno che ha 40 posti circa, ma aveva orari che per noi non andavano bene). Il decollo è stato il più spettacolare (in senso ironico), avvenuto con sportello aperto e il pilota con il braccio fuori dal finestrino! Oggi purtroppo scrivendo a distanza di tempo visto quello che è accaduto con l’aereo di Missoni non so se ne avrei più il coraggio! Peccato perché è davvero un paradiso, e mi ritengo davvero fortunata di averlo potuto visitare. Speriamo che le cose nel frattempo possano cambiare e migliorare.

Dopo mezzora di sorvolo sul mare ecco spuntare le prime isolette... tutto cambia... la paura quasi svanisce e una volta atterrati non ci sembra vero di essere lì in quel paradiso che avevamo tanto sognato guaradando le immagini in internet e i documentari su sky! All'arrivo dell'aereo ci attende un dipendente della nostra pousada "Movida" molto carina gestita da un italiano (Mario, molto quotato su trip advisor e dai turisti di questo forum... inoltre sarà lui stesso a prenotarvi anche i voli, per non parlare delle camere davvero molto carine). Ad attenderci in pousada c'era Francesca (una cuoca formidabile) che ci offrirà subito un allettante spuntino e poi dritti in camera per una bella rinfrescata. La sera tutti a cena nello stesso tavolo come si fosse a casa propria ... La prima cena era così composta: pasta con il barracuda e mandorle, tranci di tonno con spezie, patate verdure e dessert. Per fortuna gli altri commensali erano tutti italiani così le serate sono passate piacevolmente a chiacchierare anche perchè qui la sera non ci sarà molto da fare se non una semplice passeggiata sulla piccola isola!

24/09: isola fabian

Sveglia alle 7:00, doccia, costume e via a colazione alle 8:00. Già da questo momento si incomincerà a mangiare meravigliosamente e continuamente latte, caffè, cornetti, torte, pan cake e tanto altro... Dopo la colazione ogni mattina si decide tutti insieme e con il nostro "skipper" Hanry (marito di Francesca) l'isola che si vuole raggiungere in barca. Oggi la scelta ricadrà su un isolotto più vicino visto il primo giorno e la possibilità di ustionarsi (il sole è davvero forte, bisogna usare una protezione 50 e stare spesso sotto l'ombrellone) questa si chiama "'isola fabian" una lingua di sabbia bianca in mezzo al mare blu cristallino. Su queste isole vi lasceranno ogni giorno fino alle 4-5 pm, dopo avervi ben sistemato l'ombrellone, due sedie, e un box frigo con davvero tanto ben di Dio

  • 12975 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social