Kiev la magnifica

La terza perla dopo Mosca e San Pietroburgo. Cattedrali, conventi, monumenti sovietici, natura e divertimento. Un mix piacevole in una città pulita e sicura

  • di piero morini
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 
Annunci Google

Partiamo dall'Italia in cerca di posti nuovi, volo Baltic Air, Malpensa Riga Kiev; economico, aerei nuovi ma guai se c'e' un etto in piu' nel bagaglio a mano. Kiev ci aspetta, troviamo una citta' moderna, pulita, ordinata, poco traffico, trasporto pubblico efficiente ed economico, solo qualche filobus/autobus vecchio, ma si vedono gia' quelli nuovi. del russo sappiamo solo l'alfabeto, col taxi ci facciamo portare in un appartamento, poi e' un fai da te. i primi giorni sono duri, poi conosciamo una guida ex intur (la vecchia compagnia turistica cccp), che parla italiano, ci unisce al suo gruppo e le cose vanno molto meglio. Scopriamo che con 40 grivne (4 euro), si mangiano in centro pasti abbondanti, saporiti, in locali moderni e puliti. la citta' ha un grande patrimonio storico e culturale, secondo solo a mosca e san pietroburgo, visitiamo lavra (il vaticano degli ortodossi) con le sue splendide chiese, Santa Sophia, Kontraktova, San Michele, Prospekt Kresciatic con i palazzi storici, Piazza Maidan.

In caso di pioggia ci dedichiamo ai musei, da non perdere quello dell'arte russa con i quadri di Scischin, il museo di Chernobil consiglio vivamente di vederlo per capire, questo museo e' uno dei pochi luoghi al mondo in cui si puo' capire... Dall'alto la citta' e' un susseguirsi delle cupole dorate delle grandi chiese. Da non perdere anche una visita al museo della guerra con la grande statua madre patria, anche qui per capire cosa e' stata la 2a Guerra m.le. Non lontano si possono vedere e toccare missili, aerei elicotteri e carri armati degli anni 80/90, non si puo' mancare di salire su un autentico mig-23 e maneggiarne i comandi, oppure sparare (per finta!) dall'abitacolo di un elicottero da guerra mi-24. Col sole ci fermiamo nelle belle spiagge lungo il fiumone Dnepr, che taglia la citta' in due, oppure ci facciamo portare a nord di Kiev, a Vishgorod, dove Krushov ha costruito una diga sul fiume Dnepr e da allora c'e' un immenso lago artificiale chiamato mare. Indimenticabile la visita al museo di Koroliev, l'uomo che ha portato il primo satellite Sputnik, i cani Bielka e Strelka e Gagarin nello spazio; navette spaziali, missili, motori razzo... non ci perdiamo neanche la visita all'ex base di lancio dei missili Icbm un po' a sud di Kiev. La sera siamo stanchi, ma un po' bisogna uscire, locali belli, gente allegra, prezzi bassi, tanti giovani e mai abbiamo incontrato persone pericolose. Pronti per darvi consigli… scriveteci pieromorini1982@gmail.com

Annunci Google
  • 2406 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social