Islanda: spettacolo della natura

Amate la natura? Vi piace il silenzio? Adorate la tranquillità? L’Islanda è il posto adatto per una vostra vacanza. Isola colonizzata dai norvegesi, ebbe il primo parlamento nell’anno 930, nella località di Thingvellir. Le condizioni climatiche e geologiche non hanno ...

  • di cinzia47
    pubblicato il
  • Viaggiatori: in gruppo
 

Amate la natura? Vi piace il silenzio? Adorate la tranquillità?

L’Islanda è il posto adatto per una vostra vacanza.

Isola colonizzata dai norvegesi, ebbe il primo parlamento nell’anno 930, nella località di Thingvellir.

Le condizioni climatiche e geologiche non hanno permesso grandi insediamenti, pertanto gli abitanti sono pochi e distribuiti nelle piccole cittadine.

Il fascino dell’Islanda è nella spettacolarità e nella varietà del suo paesaggio.

Paesaggi monotoni di deserti di lava sorprendono gli occhi dei visitatori con elementi naturali di straordinaria bellezza e spettacolarità che alzano improvvisamente il livello emozionale dell’esserci.

Fumarole e pozze calde, cascate e fiordi, falesie e laghi, vulcani e ghiacciai, i diversi ambienti naturali si alternano in un crescendo d’emozioni primordiali.

I colori della natura si offrono tutti allo sguardo di un sensibile visitatore.

La vicinanza dell’isola al circolo polare artico dona lunghe giornate di luce in estate ma lunghe giornate di buio in inverno; quest’asperità, unita a quella climatica e geologica, rende gli islandesi un popolo poco espansivo, di poche parole; quell’islandese è un popolo abituato a vivere in maniera solitaria, nelle fattorie sparse o nei piccoli paesi.

Gli elementi naturali sono i veri protagonisti di quest’isola, in primo luogo, vulcani, ghiacciai, cascate, laghi.

VULCANI (da non perdere)

L’area vulcanica di Krafla si trova a nord, nelle vicinanze del lago Myvatn. Krafla è di una bellezza stupefacente; è un vulcano inattivo, ma con un ribollio visibile nelle acque superficiali ed è avvolto da uno scenario variopinto dalla natura.

Il vulcano Askjia, invece, si trova nel centro dell’isola, con le sue distese enormi di lava pietrificata ha un fascino unico ed indefinibile. E’ un vulcano attivo che ha eruttato l’ultima volta nel 1981; è costituito da tre caldere, all’interno di una di esse si è formato un laghetto di acqua calda in cui bagnarsi (cratere Viti); una depressione successiva ad una delle eruzioni ha, poi, formato il lago Oskjovatn. Un piacevole trekking di un paio d’ore offre un panorama magico su lago, crateri, formazioni laviche; un altro sentiero, che scorre all’interno di un canyon, vi porterà – invece – ai piedi di una modesta ma bella cascata. E’ indubbiamente un sito da non perdere.

Il vulcano Hekla si trova a sud. Seguendo le indicazioni per Landmannalaugar si arriva in prossimità del vulcano; dal parcheggio, un sentiero molto panoramico vi porterà sulla cresta del vulcano con vista della caldera fumante ed annesse fumarole; vicino al parcheggio c’è anche una bella pozza d’acqua calda in cui immergersi piacevolmente. Assolutamente imperdibile.

GHIACCIAI (da non perdere)

L’Islanda ha diversi ghiacciai, ma quello più grande è il Vatnajokull. E’ il ghiacciaio più esteso d’Europa ed il terzo nel mondo (dopo Antartide e Groenlandia). Dopo il rifugio Askjia, una pista di circa 60 km (sconsigliabile in caso di pioggia) raggiunge la base del ghiacciaio a nord dove sono in bella vista due grotte di ghiaccio.

Il ghiacciaio si trova tra due vulcani, proprio sulla verticale di un canale magmatico; l’ultima eruzione risale al 1998 ad opera del vulcano più attivo d’Islanda, il Grimsvotn.

In questo luogo, come ad Askjia, si avverte un gran senso di pace, quando lo sguardo si perde nell’infinito del silenzio.

La visione del ghiacciaio è, tuttavia, più affascinante nel lato sud, meno aspro ed in prossimità del mare. A Jokulsarlonv c’è la laguna degli iceberg, blocchi di ghiaccio galleggianti ai piedi del ghiacciaio: un vero spettacolo della natura; qui è facile scorgere foche

  • 653 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave