Oliver e Rebecca in Guatemala e Belize

COSE DA FARE/PORTARE: • Sacco a pelo (per ogni evenienza) • Scarponi da montagna (per i vulcani del Guatemala; non bastano le scarpe da tennis!) • K-Way/Tela cerata (in estate le piogge si sprecano) • Adattatore multipresa • Fornelletto + ...

  • di REBOLI
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

COSE DA FARE/PORTARE: • Sacco a pelo (per ogni evenienza) • Scarponi da montagna (per i vulcani del Guatemala; non bastano le scarpe da tennis!) • K-Way/Tela cerata (in estate le piogge si sprecano) • Adattatore multipresa • Fornelletto + piastre antizanzare • Spray antizanzare/antiinsetti • Stick post-puntura di insetti • Valigetta pronto soccorso • Per precauzione noi avevamo anche fatto un’assicurazione con Europe Assistance (90 euro circa) per smarrimento bagagli /assistenza medica / trasporto della salma (!) e la profilassi antimalarica: queste non sono obbligatorie e stanno un po’ al tempo e alla voglia che si hanno a disposizione • Suggerito ricordarsi di confermare i voli di ritorno il giorno prima della partenza.

SABATO 6 agosto – Milano / Parigi / Houston / Guatemala City / Antigua Volo Continental Airlines: aeromobili decenti, sufficiente spazio tra i sedili, cibo pessimo e raro. Bagagli portati in cabina con noi per evitare inutili attese e rischi. A Houston, tappa solo di transito, facciamo una corsa per evitare le code all’immigrazione. L’aeroporto è sufficientemente piccolo per sbrigare immigrazione, dogana e nuovo metal detector in meno di 20 minuti.

La tratta Houston-Guatemala ci risulta veramente pesante (anche se sono solo 2 ore e mezza di viaggio) perché non vediamo l’ora di arrivare e di andare a dormire (in fondo è dalle 6 del mattino ora italiana che siamo in piedi, e arriviamo alle 21 ora di Guatemala : con 8 ore di fuso fanno quasi 24 ore tra decolli, attese in aeroporto e film in inglese/francese).

Arrivati all’aeroporto ci si fa incontro un omuncolo che ci propone il taxi collettivo per Antigua: 10 dollari US a persona per circa 30 minuti di viaggio.

Particolarità: avevamo prenotato l’hotel dall’Italia (unica prenotazione fatta) per le prime 3 notti. L’omino non conosce il nostro hotel. In effetti non è in centro, è a un quarto d’ora dalla piazza centrale, vicino al Cerro de la Cruz.

Hotel assolutamente di livello: Candelaria Hotel (www.Geocities.Com/candelariahotel).

Arriviamo in albergo alle 23 circa. Crolliamo senza forse neanche darci la buonanotte.

DOMENICA 7 – LUNEDI’ 8 agosto 2005 - Antigua Dedichiamo i primi due giorni ad Antigua. In effetti servono tutti.

Domenica ci svegliamo presto (questo sarà il leit motiv di tutta la vacanza) e la usiamo per girare nella cittadina tipica centro americana: una grossa piazza centrale (lo zocalo messicano) in cui sorge la cattedrale ormai fatiscente, l’immancabile Chiesa di Santo Domingo, presente in ogni città centroamericana che si rispetti, costruzioni coloratissime e ristorantini tipici.

Pranzo al ‘Queso y Vino’ (suggerito dalla Lonely) molto buono (ma non prendete la pizza...) ma usciamo che puzziamo di formaggio fuso, sembra di essere in una racletteria.

Ottimo il caffè espresso di ‘& Café’ nei pressi del Parque Central e ricerca presso le agenzie di viaggi (che qui si sprecano) delle escursioni per i vulcani. Pensavo ci fossero escursioni per i vulcani de Agua o de Fuego, ma questi in realtà risultano abbastanza lontani (quello de Agua si raggiunge in 3 ore, con 5 ore di salita...Lo sconsigliano) pertanto quello che propongono tutti è il vulcano Pacaya (1 ora e mezza circa da Antigua con salita di 2 ore. Il tutto costa 8 $ US).

La sera cena alla Posada de Don Rodrigo (ultra consigliato da tutte le guide): il posto è molto bello ma il cibo non è niente di speciale.

Particolarità di buona parte delle cittadine messicane e guatemalteche è che la sera circola poca gente in strada: ci sono solo un po’ di turisti nei locali, ma non c’è il classico ‘struscio’

  • 1791 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social