Giordania, Israele e Palestina all'avventura

Andiamo in Medio Oriente per la prima volta! Con un volo di linea della Royal Jordanian, cinque ore in compagnia di Zirri, un simpatico tunisino che viveva in Italia da una vita e che parlava solo siciliano. Con un gruppo ...

  • di brawler
    pubblicato il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Andiamo in Medio Oriente per la prima volta! Con un volo di linea della Royal Jordanian, cinque ore in compagnia di Zirri, un simpatico tunisino che viveva in Italia da una vita e che parlava solo siciliano. Con un gruppo di fedeli si recava alla Mecca per il leggendario pellegrinaggio.

Mi hanno impressionato quando hanno cominciato a pregare nella hall dell'aeroporto. Poco prima di imbarcarsi, alle 14 in punto, si son tolti le scarpe e hanno iniziato le loro preghiere. Si inginocchiavano e facevano scorrere sotto i polpastrelli delle dita le tante palline di legno che formavano il corrispettivo del nostro rosario. La cosa comica, però, è che erano divisi in due gruppi ed erano rivolti verso due punti diversi... Almeno sapete dov'è La Mecca? 02. 12. 2007 Amman (GIORDANIA) Atterriamo in questa città misteriosa. Dall'alto solo poche luci... Siamo in Giordania, che emozione! Questi sono i posti dov'è vissuto Gesù. In questi giorni attraverseremo tanti luoghi mistici, tante volte ascoltati leggendo la Bibbia o il Vangelo o i sermoni dei nostri parroci durante le messe... Io che sono un pò ignorante in materia, oggi, posso raccontare ancora poco, però ne saprò di più nel corso del nostro tour, in fondo viaggiare vuol dire pure imparare. Amman ci accoglie come una Cancun araba. Tanti McDonalds, Kfc, Burger King con le caratteristiche insegne colorate scritte in arabo.

La Giordania è una nazione filo-occidentale. Re Hussein, artefice del Settembre di sangue del 1972 dove fece trucidare migliaia di palestinesi, si salvò solo grazie all'appoggio degli americani. A stemperare gli animi ci ha pensato il figlio: Abdellah, sposando la bellissima e nobile palestinese: Rania.

Matrimonio diplomatico? Non so, so solo che l'attuale regina di Giordania è meravigliosa! 03. 12. 2007 Umm Qeis (GIORDANIA) Visitiamo la città di Umm Qeis (nome biblico: Gadara). Da qui abbiamo potuto ammirare le alture del Golan e in lontananza il lago di Tiberiade. Peccato che non conosco i testi sacri, avrei apprezzato ancora di più questa visita.

Questa città, ormai disabitata, conserva i resti di due antiche civiltà: quella romana e quella bizantina. C'erano anfiteatri romani, mosaici bizantini, persino i resti di una chiesa...

Da qui procediamo per Jerash (la vecchia Gerasa), lungo le strade solo rovine, sporcizia e distruzione. Che brutto effetto! Ci fermiamo a visitare un piccolo frantoio... Un olio d'oliva spettacolare... Che profumo! Quel colore oro... Immaginavo, con un pò d'acquolina, una fetta di pane caldo e un filo di quell'olio... M'è venuta tanta di quella voglia che una volta in albergo mi son fatto preparare un piattone d'insalata verde con olive che galleggiava su quell'olio. Che bontà! Le cosa naturali son sempre le più buone. Jerash era un misto di Luxor e Pompei. Molto grande, anch'essa piena di resti del periodo romano e con sfondo tutta la bianca cittadina arroccata su una collinetta. Bello il Cardo, la piazza ovale, il Ninfeo, il Tempio di Diana (o Artemide). Ogni tanto si sentiva il richiamo del "muezzim" dal minareto che rendeva ancora più indimenticabile l'esplorazione del sito.

Quasi tutte le case son costruite con blocchi di pietra bianca che provengono dalle tante cave giordane.

Ritornati ad Amman cerchiamo di organizzare una visita in Terrasanta contattando varie agenzie viaggio locali. Ma che avventura... Nel tardo pomeriggio, con un taxi, andiamo in centro. Che bello passeggiare per i viali della città...

Amman. Solo il nome mi affascina ed emoziona. Quando ci penso mi viene in mente quand'ero bambino e mio padre mi interrogava sulle capitali. "La capitale della Giordania?" - "Amman". Ed ora son qui! Che strano passeggiare tra gente coi "kefia" rossi a quadri, donne velate, alcune anche con l'impressionante burka nero, vicino a negozi che vendevano oro e l'esponevano come se fossero salsicce fuori ad una macelleria, senza porte blindate, nè guardie... Tanto nessuno ruba qui, ti tagliano le mani sennò! Mi ha deluso solo il "suq" (il mercato arabo), mi aspettavo qualcosa di più romantico invece dell'accozzaglia di negozietti, tutti rigorosamente che mostravano i ritratti di Re Hussein o Abellah nelle pose più disparate... 04. 12. 2007 Qasr Al-Kharanah (GIORDANIA) [Nick]: Amman è interamente costruita su sette colli (come Roma), adesso ne conta diciannove e ci sono anche alcune zone abitate dai profughi palestinesi

  • 2237 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social