18 giorni a zonzo per l’egitto

Diario di Viaggio in EGITTO Dal 13 Dicembre 2005 al 2 Gennaio 2006 DI LAURA GIAMPAOLO MATTEO (14) E CARLOTTA (13) GRIGNANI 18 GIORNI A ZONZO PER L’EGITTO. ZAINI IN SPALLA FRA TEMPLI, CITTÁ, MONUMENTI STORICI, PIRAMIDI, NILO, ED OASI ...

  • di grignanilaura
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Diario di Viaggio in EGITTO Dal 13 Dicembre 2005 al 2 Gennaio 2006 DI LAURA GIAMPAOLO MATTEO (14) E CARLOTTA (13) GRIGNANI 18 GIORNI A ZONZO PER L’EGITTO.

ZAINI IN SPALLA FRA TEMPLI, CITTÁ, MONUMENTI STORICI, PIRAMIDI, NILO, ED OASI MOSCHEE MINARETI E MUEZZIN. PACE, CAOS, SPORCIZIA, LUCI, SUONI POVERTÀ, SFARZO, SOLITUDINE, IMMENSITÀ SILENZIO E FRASTUONO BAMBINI, IMMONDIZIA, ASINI, CAMMELLI, GATTI TRAMONTI, CIELI STELLATI, AUTISTI FOLLI PERSONE GENTILISSIME E VENDITORI DA INCUBO HALLO MY FRIEND! L’EGITTO È TUTTO QUESTO CONDITO CON UN BUON THE ALLA MENTA ED OFFUSCATO DAL FUMO DEL NARGHILÈ!!! Ma soprattutto: NO PROBLEM, in Egitto si risolve tutto! 13 Dicembre 2005 Martedì (Szilvásvárad - Budapest) In una fredda serata di Dicembre partiamo da casa in autobus con meta Budapest. Alle 23:10 abbiamo il ns. Volo diretto per il Cairo. Quest’anno niente transfert ed attese interminabili negli aeroporti di scalo. D’altronde la ns. Vacanza in Egitto durerà solo 18 giorni. La direzione della scuola dei ns. Figli questa volta ci ha negato il permesso per gli usuali 31-35 giorni di vacanza. PECCATO! L’aereo è puntualissimo! 14 Dicembre 2005 Mercoledì (Budapest - Cairo) Circa alle tre di notte, mentre l’aereo sta sorvolando Alessandria, Carlotta mi sveglia dicendo: “Mammina, hai sentito? Il pilota ha comunicato che non atterriamo al Cairo ma in un altro posto”. Io la mando a quel paese e mi riaddormento. Dopo alcuni minuti però, mi risveglio e guardo incredula il monitor del computer di bordo che, indica chiaramente che l’aereo va nella direzione opposta. WHAT’S THE PROBLEM? Nebbia al Cairo. Impossibile atterrare. Si va a Cipro! Cipro??? Perché mai non atterrano ad Alessandria o a Sharm? Alcuni passeggeri, inoltre, che non capiscono bene l’inglese, né tanto meno l’ungherese, quando atterriamo a Cipro pensano di essere arrivati al Cairo! Sorpresaaaa! Alle 5:15 del mattino (avremmo dovuto già essere in albergo al Cairo) siamo ancora al bar dell’aeroporto di Larnaca. Abbiamo fatto amicizia con una famiglia che proviene dalla Svezia (lei egiziana e lui svedese, con due figli) e ci hanno anche invitato a casa loro quando passeremo per Alessandria. Nessuno sa ancora perché siamo scesi a Cipro né a che ora ripartiremo. L’unica cosa che sappiamo con certezza è che solo il ns. Aereo è atterrato qui. Matteo si mangia una specialità locale comprata al bar dell’aeroporto (che ancora non sapevamo quanto fosse cara!!!). Alle 6:00 (7:00 locali) ci trasferiscono in bus in un albergo situato a 30 km. Dall’aeroporto. Si ripartirà alle 16:00. Alla faccia del volo diretto (3 ore e venti al massimo!). Così ci perdiamo una giornata intera del ns. Programma (che poi sarà da recuperare), oltre alla notte in albergo al Cairo (già prenotata ed anticipatamente pagata)! Inoltre, la scusa della nebbia inizia a destarci dei sospetti. In ogni caso siamo in vacanza! Godiamoci Cipro. Ma il panorama dall’autobus non è granché. Non sappiamo se l’altro lato dell’isola sia migliore ma ciò che vediamo in questi 30 km. È un paesaggio alquanto desolante. Terreno arido, piccole colline rocciose, spiagge di sabbia nera. Ignoravamo inoltre che a Cipro la guida fosse a sinistra.

Quando arriviamo all’albergo ci offrono la colazione. L’albergo è anche bellino, con piscina, spiaggia privata e terrazza ristorante con vista mare. Unica nota dolente é che non dovevamo essere qui, ma al Cairo.

Giampaolo ed io proviamo a farci un riposino sui lettini della piscina, ma si alza un vento freddissimo. Allora andiamo a fare due passi sulla spiaggia. Non c’è vento, quindi decidiamo di farci una dormitina in riva al mare ma... ci assaltano le mosche! Quindi finiamo con l’andare a riposarci in camera. Alle 11:30 ci svegliano comunicandoci che alle 12:00 si pranza ed alle 13:00 c’è il bus per l’aeroporto

  • 1084 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social