Trekking in Patagonia e Tierra del Fuego

Diario di Viaggio Patagonia/Terra del Fuoco Argentina e Cilena 23 Febbraio-11 Marzo 2006-03-20 Siccome per preparare il nostro viaggio in Patagonia ci siamo avvalsi, tra gli altri, dei consigli diffusi attraverso questo forum, vorremmo condividere qui la nostra esperienza perché ...

  • di Marta Cerrato
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Diario di Viaggio Patagonia/Terra del Fuoco Argentina e Cilena 23 Febbraio-11 Marzo 2006-03-20 Siccome per preparare il nostro viaggio in Patagonia ci siamo avvalsi, tra gli altri, dei consigli diffusi attraverso questo forum, vorremmo condividere qui la nostra esperienza perché possa essere utile ad altri viaggiatori come noi che si divertono un mondo a costrursi il proprio viaggio leggendo, scambiandosi esperienze, sperimentando in loco lasciando qualcosa anche all’improvvisazione! 23 Febbraio Arriviamo nel pomeriggio a Buenos Aires.

Visitiamo subito la città, che effettivamente è molto bella, Avevamo prenotato parecchi giorni prima via internet un bellissimo Design Bed & Breakfast nel quartiere Palermo Soho (qui ce n’è tantissimi e uno più bello dell’altro): bei locali, buoni ristoranti, quartiere modaiolo molto carino. Buon posto per fermarsi una notte. Pomeriggio e mezza mattinata per la città non è male.

Giriamo molto in taxi e vediamo le cose principali, tra cui il Teatro Colon, Plaza de Mayo (dove solo da 2 settimane le madri e mogli dei desaparecidos non manifestano più), Caffè Tortoni, San Telmo (da andare la domenica per il mercatino dell’antiquariato).

24 Febbraio Mattina in città. Facciamo un salto alla Boca e al cemeterio de la Recoleta (vale la pena).

Dopo pranzo partiamo per l’aeroporto Nazionale ed il volo per El Calafate lo prendiamo con quasi 3, 5 ore di ritardo: in Argentina sembra molto comune; è meglio tenerne conto quando si prepara il viaggio, soprattutto per il fatto che in qualsiasi modo tra l’aeroporto nazionale e quello internazionale di BA se non c’è traffico e il tassista corre non ci vuole meno di mezz’ora-40 minuti.

Arriviamo a El Calafate verso le 22, troviamo il “noleggiatore” AVIS ad aspettarci ed alle 22:30 siamo alle Cabanitas (avevamo già prenotato dell’Italia via internet però è meglio sempre tenersi in contatto per aggiornare i proprietari dei vari Hotel/Hotel/Cabanitas dei ritardi).

In Argentina non è un problema cenare tardi e questo per noi è molto buono.

25 Febbraio Visita al Ghiacciaio Perito Moreno: temevamo in una delusione da turismo di massa e invece ... Il ghiacciaio è veramente vivo: non si può descrivere, è da vedere, ... e sentire! Poi giro in auto per visitare la zona facendo il ritorno ad El Calafate per un’altra strada rispetto all’andata. Assaggiamo così il primo ripio (la strada sterrata) attraversando lande desolate circondate dalle bellissime cime che compongono il Parco Los Glaciares: arriviamo fino ad un isolato lago dove andiamo ad osservare gli uccelli e ad assaporare il silenzio del vento.

Al ritorno ad El Calafate prenotiamo in città la navigazione del Lago per vedere i vari Ghiacciai (Upsala, Onelli, Spegazzini).

26 Febbraio Giornata dedicata tutta alla navigazione ed ai Ghiacciai (Bellissima, da fare!).

Consiglio: se non si ha tanto tempo e si arriva con il volo a El Calafate non tardi (prima delle 20:00) si può cercare di prenotare la sera la navigazione e in un giorno fare la navigazione (parte alle 09:00 del mattino) che termina verso le 16:00 e si ha il tempo per passare a vedere il Perito Moreno prima di tornare a El Calafate.

Questo perché al Perito Moreno non ci sono percorsi da fare a piedi: c’è una passerella di legno che ti permette di avvicinarti al Ghiacciaio e quindi arrivati lì un’oretta è sufficiente per percorrerla tutta e fare bellissime foto.

27 Febbraio Partenza da El Calafate con calma verso le 11:00 per percorrere i circa 230 Km che ci sono fino a El Chalten

  • 5545 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social