Valsugana rigenerante e ricca di sorprese!

Nella terra dei laghi circondati da boschi, artisti del legno e porfido, bizzarri spaventapasseri, strade misteriose e un pizzico di futurismo.

Diario letto 7951 volte

  • di wympy
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

Decidiamo di passare le nostre vacanze estive in un posto tranquillo e rilassante come Levico Terme, paese della Valsugana famoso per le acque arsenico ferruginose delle sue Terme, ma soprattutto per il suo magnifico lago immerso in una cornice pittoresca circondato da colline boschive e facilmente accessibile con le sue spaziose spiagge erbose. Dalla provincia di Novara io e la mia ragazza ci mettiamo 3h30m per raggiungere Levico Terme e soggiornare all’Hotel Parc Du Lac, affacciato in posizione privilegiata proprio sul lago di Levico. Scegliamo questa struttura perchè offre l’accesso all’ampia spiaggia sul lago già compreso nel prezzo, cosi come una comoda e rigenerante zona wellness. Nel pomeriggio infatti ne approfittiamo per rilassarci con una calda sauna finlandese (82 °C ma secchi), una biosauna alle erbe e un’umido bagno turno (45 °C ma 80% di umidità), prima di abbandonarci sugli sdraio rinfrescandoci con tisane e succhi di frutta. Per essere il primo giorno direi che non è male.

CASTELLO DI PERGINE

Il secondo giorno partiamo alla volta di Pergine Valsugana per visitare l’omonimo Castello, costruito in posizione strategica visto il suo passato difensivo. Attualmente la proprietà è privata, all’interno troverete alcune foto dei proprietari la famiglia Oss. L’accesso al castello è gratuito. Si può lasciare la macchina nell’ampio parcheggio dove è presente anche un’area pic-nic, oppure proseguire con il proprio mezzo e fare gli ultimi tornanti, prima di raggiungere un parcheggio più piccolo davanti all’ingresso del castello. Se scegliete quest’ultima soluzione fate molta attenzione ad attraversare la stretta porta medievale soppratutto per la fiancata della vostra macchina. La cinta muraria difensiva di origine medievale è ben conservata cosi come le torrette di avvistamento poste ai lati, anche se non è possibile salirvi. All’interno sono presenti gli edifici residenziali di epoca rinascimentale, in parte occupati da un albergo ed un ristorante. Possono essere visitati l’ampio salone d’ingresso ed i 2 piani superiori. Sono ospitate mostre d’arte e pannelli informativi su eventi culturali e folcloristici che si svolgono in Valsugana. All’esterno sono presenti alcune installazioni artistiche contemporanee che raffigurano la struttura di una casetta in legno, riproposta in varianti di forme e colori e poste attorno al castello. Terminata la nostra visita ritorniamo a Levico Terme per dedicare il pomeriggio al relax in riva al lago nelle spiaggia dedicata del nostro hotel..

PIRAMIDI DI TERRA

Il terzo giorno decidiamo di vedere un fenomeno naturale molto suggestivo, le Piramidi di Segonzano. Sono piramidi di terra a forma di cono, alte fino a 20 metri, di origine glaciale, formatesi per l’azione erosiva dell’acqua. Sembrano uno scherzo della natura ma in realtà sono un fenomeno molto raro. Le più alte portano in cima un masso che funge da protezione contro l’erosione, le più basse invece presentano una cima a punta. Purtroppo da quanto si legge nel depliant informativo fornito all’ingresso, alcuni piramidi sono state letteralmente abbattute durante le esercitazioni di tiro della prima guerra mondiale. Per fortuna ne sono rimaste di intatte ancora molte. Un sentiero ben segnalato vi guida ai punti panoramici migliori. Le migliori viste si hanno con il 2° e 3° gruppo di piramidi. Il tempo totale per raggiungere la vetta è 1h, già abbondante e tiene conto di un’andatura turistica. Munitevi di scarpe comode, agevolerà la vostra salita. Durante la nostra visita alcune suggestive passerelle a strapiombo sulle piramidi erano inagibili, ma nonostante ciò gli scorci dove poter ammirare questo spettacolo naturale sono numerosi

  • 7951 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social