Borghi di Toscana

Borghi medievali e cittadelle fortificate sulle colline toscane

Diario letto 24473 volte

  • di supermary58
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

A volte anche un semplice e lungo week end può servire a conoscere cittadine e borghi antichi dove la qualità della vita unita alle loro bellezze architettoniche e naturali fanno dimenticare la frenesia e il caos delle metropoli in cui viviamo. Senza nulla togliere alle città d’arte della Toscana che sono un punto fermo della storia e del fascino di questa regione, scegliamo un itinerario alternativo che ci porterà ad ammirare paesaggi incantevoli, scoprire borghi medievali circondati da imponenti mura, gustare un’ottima cucina ma anche ad apprezzare l’accoglienza e la disponibilità delle persone che dimostrano di avere un grande amore per la loro terra e per le loro tradizioni.

2 ottobre 2014

Partiamo da Milano alle 5 e dopo 4 ore di viaggio ci ritroviamo in Piazza Boccaccio a Certaldo, un piccolo centro incastonato nel cuore della Val d’Elsa. Una salita di un quarto d’ora circa, in mezzo ad una ricca vegetazione, ci porta nella Certaldo Alta il cui centro storico è ancora ben conservato. Lungo la via principale si trova la casa in cui Boccaccio visse e trascorse gli ultimi anni della sua vita, oggi sede di una biblioteca e di un centro studi mentre poco distante c’è il Palazzo Pretorio, l’edificio più importante del paese che fu residenza dei vicari dopo il crollo dei proprietari originali. E’ ancora presto ma i cuochi sono già al lavoro e nell’aria si sentono i profumi della cucina tradizionale toscana che avremo modo di gustare nei prossimi giorni.

Ripartiamo per San Gimignano dove ci fermeremo per la notte. Arriviamo nel nostro Bed & Breakfast e lasciamo i bagagli in un mini appartamento super accessoriato in mezzo al verde che consiglio per la tranquillità, l’impeccabile pulizia e la vicinanza a San Gimignano. Facciamo due chiacchiere con i proprietari, una coppia matura come età ma molto giovane di spirito e ci avviamo verso la cittadina seguendo le indicazioni del Sig. Damiano che ci permetteranno di raggiungerla a piedi (risparmiando sugli alti costi dei posteggi) in circa 15/20 minuti seguendo una comoda strada sterrata e ammirando il panorama delle bellissime torri medievali che si stagliano nel cielo blu. E’ mezzogiorno inoltrato e ci fermiamo a pranzo nella Cantina del Convento (www.lacantinadelconvento.com ) in Via Quercecchio situata nel centro storico a pochi passi dalla via principale San Giovanni (0577 907132 per prenotazioni). Gustiamo un ricco tagliere di affettati, formaggi, crostini, accompagnati da un calice di ottima Vernaccia naturalmente di San Gimignano. Dopo pranzo andiamo a scoprire “la città dalle belle torri” che indubbiamente offre tutto quello per cui viene decantata.

Giriamo in lungo e in largo per il borgo, racchiuso entro le mura trecentesche, visitando le tre piazze principali: Piazza delle Erbe, del Duomo e della Cisterna circondate da storici edifici come il Palazzo del Popolo e la Collegiata ma in effetti tutta la città è un insieme di costruzioni medievali ben conservate su cui spiccano le 14 torri rimaste delle 72 originarie. Piccola parentesi riguardo a Piazza Duomo: ho trovato di cattivo gusto permettere ai venditori ambulanti di posizionarsi con le loro bancarelle, fino a pomeriggio inoltrato, davanti alla Chiesa della Collegiata imbruttendo un angolo importante del centro storico. Forse la soluzione migliore sarebbe stata quella di dar loro spazio fuori dalle mura della città dove c’è comunque un discreto passaggio di persone in quanto sono zone adibite a posteggi. Ci mangiamo un gelato nella Gelateria di Piazza (Cisterna) del quasi campione mondiale di gelato artigianale, ottimo e con tanti gusti insoliti e ripercorriamo a piedi la Via Vecchia che ci riporta verso il nostro B&B

  • 24473 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social