Alcuni consigli sui voli low cost negli Stati Uniti

alcuni consigli per chi usa voli low cost per gli stati uniti

Diario letto 3368 volte

  • di estellina18
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

VOLI CON TAPPA INTERMEDIA IN UNA CITTA’ STATUNITENSE

Attenzione ! se per andare a los angeles o a san francisco il volo prevede uno scalo intermedio ad atlanta, denver, chicago ecc. è necessario che abbiate minimo 4 ore per la coincidenza, perché quando si arriva in suolo americano bisogna fare le procedure per l’immigrazione che sono lunghissime. Noi a chicago quest’anno il 28 luglio ci abbiamo messo quasi due ore. Poi bisogna correre ad un altro terminal e una volta arrivati nel terminal bisogna andare al gate giusto. Insomma tra una cosa e l’altra bisogna calcolare come dicevo, circa quattro ore soprattutto se si arriva in un grosso aeroporto come chicago.

METODI “POCO PIACEVOLI “ DI UNITED PER FAR FARE IL CHECK-IN.

Altra cosa a cui fare attenzione : i metodi di united – Lufthansa per fare il checkin. Abbiamo scoperto già durante il viaggio di andata a Munich (Germania) con la compagnia Lufthansa che si serviva di United che con united se hai un biglietto united economy è impossibile fare il check-in online e se anche si fa il check-in allo sportello in aeroporto, non ti assegnano i posti, ma ti danno solo il foglio di imbarco. Così tu devi andare al gate dove vengono messe in atto tutta una serie di strategie per convincerti a passare alla categoria “united plus” pagando lì al gate una differenza . Le strategie sono queste : un cartello in cui si dice “questa è l’ultima possibilità che hai di passare ai posti united plus dove starai più comodo” oppure in uno schermo vengono fatti apparire i nomi di passeggeri che potrebbero essere in overbooking (scritti in rosso) con il chiaro intento di farti correre a pagare la differenza e farti assegnare un posto in united plus. Non abbiamo capito se l’overbooking è stato poi attuato perché noi non eravamo tra i segnati in rosso e dovevamo prendere una coincidenza intercontinentale.

Fatto sta che all’andata dovendo fare un volo transoceanico ci siamo cascati e abbiamo pagato la differenza di 60 euro a testa. Al ritorrno , siamo riusciti ad evitare. Però in tutti i casi appena arrivato al gate sei costretto a fare la fila (dopo aver già fatto la fila al check-in) con il patema d’animo che ti tolgano il posto. Insomma una brutta tecnica per guadagnare di più. Tra l’altro non siamo stati contenti di United- Lufthansa perché le hostess non sono il massimo della gentilezza e poi fanno pagare la bottiglietta di vino a sei dollari anche durante i pasti nei voli intercontinentali

  • 3368 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social