Hawaii tutto quello che avremmo voluto sapere

A un anno dal nostro viaggio, eccovi alcuni consigli per una meta, non molto battuta dai turisti italiani, per cui non abbondano resoconti e informazioni precise. Anche le guide disponibili in italiano non sono numerose: l’unica sufficientemente dettagliata e pragmatica ...

  • di Illi76
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

A un anno dal nostro viaggio, eccovi alcuni consigli per una meta, non molto battuta dai turisti italiani, per cui non abbondano resoconti e informazioni precise.

Anche le guide disponibili in italiano non sono numerose: l’unica sufficientemente dettagliata e pragmatica è la Rough Guide, distribuita da Vallardi. Noi avevamo anche quella del National Geographic, bella per le fotografie ma di nessuna utilità pratica.

La cosa più difficile, a nostro parere, è stabilire quali isole visitare e quanti giorni dedicare a ciascuna: scelte che noi, a posteriori, non sempre abbiamo azzeccato, pur basandoci non solo sulla guida (che come spesso avviene tende a enfatizzare buona parte dei luoghi descritti senza fornire una almeno indicativa classifica), ma anche sui racconti di Turisti per caso (relativamente pochi), e soprattutto sui consigli di amici e conoscenti che hanno fatto un viaggio o addirittura lavorano in quei luoghi! Con un po’ di presunzione vorremmo dare consigli utili a evitare i nostri stessi errori a chi, come noi, pur non rifiutando mete più turistiche e globalizzate, cerchi soprattutto varietà, natura incontaminata, l’incontro con culture differenti.

PRIMA DI TUTTO... UN PO’ DI GEOGRAFIA L’arcipelago consta di 4 isole maggiori, che sono, da ovest a est, Kauai (capoluogo Lihu’e), Oahu (capoluogo Honolulu, che è anche capitale dello Stato), Maui (capoluogo Kahului), Hawaii (che da’ il nome all’arcipelago, con capoluogo Hilo) detta anche Big Island. A queste vanno aggiunte le più piccole Molokai e Lanai (di fronte a Maui) e un gran numero di isolette minori, talvolta poco più grandi di scogli. I nomi delle località sono per lo più quelli originali (l’hawaiano è una lingua di ceppo polinesiano), dalla pronuncia pressoché impossibile! Armatevi di cartina prima di leggere il nostro itinerario! IL NOSTRO ITINERARIO Abbiamo trascorso alle Hawaii 12 giorni: Giorno 1: arrivo nel pomeriggio a Kahului (Maui), pernottamento presso la vicina Wailuku Giorno 2: visita dei dintorni di Wailuku, allo Iao Needle; nel pomeriggio in aereo partenza per Big Island, arrivo al Kona International Airport, pernottamento a Kailua.

Giorno 3: lungo la Hwy 270 tour in macchina della costa sottovento (ovest), a nord di Kona e del distretto di South Kohala, con visita ad alcune delle spiagge più famose dell’isola (Kekaha Kai State Park, Hapuna Beach). Nel pomeriggio escursione a Waimea, nell’interno, e alla Waipi’o Valley, sulla costa sopravento (est). Ritorno sulla costa sottovento e bagno serale nella spiaggia di ‘Anaeho’omalu. Pernottamento a Kailua.

Giorno 4: spostamento verso sud nella zona dell’Hawaii Volcanoes National Park. Nel tragitto, lungo la Hawaii Belt Road, sosta al Pu’uhonua O Honaunau Naational Historical Park e alla spiaggia di sabbia nera di Punaluu. Nel pomeriggio visita alla caldera del Kilauea, con alcune facili escursioni a piedi. Pernottamento a Volcano.

Giorno 5: Nuova visita alla caldera, lunga gita a piedi e percorso in macchina della Chain of Craters Road, fino al mare. Nel pomeriggio lungo la Hawaii Belt Road spostamento verso Hilo (costa sopravento) e visita alle Akaka Falls. Pernottamento a Hilo.

Giorno 6: di buon mattino partenza dall’Hilo International Airport per Honolulu (Ohau). Giornata di relax sulla spiaggia e per le vie di Waikiki (Honolulu). Pernottamento a Waikiki.

Giorno 7: tour in auto della costa orientale e della North Shore lungo le Hwy-72 e 83, toccando le seguenti tappe: Diamond Head, Hanauma Bay, Sandy Beach, Kailua Beach, Turtle Bay, Kaunala Beach, Sunset Beach, Mokule’ia Beach, Hale’iwa. Pernottamento a Waikiki

  • 119525 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Gvisir
    , 20/8/2013 17:16
    Solo un paio di appunti, tutte le spiagge delle Hawaii sono pubbliche e quindi è possibile accedere a tutte le spiagge a meno di altri vincoli , tipo ambientali, ma anche se per andare in spiaggia si fosse bloccati da una struttura si può attraversarla, poichè appunto non è bloccato l'accesso a nessuna spiaggia.
    Negli ultimi anni Maui ha conosciuto una crescita edilizia e demografica molto alta e quindi molte spiagge sono appunto circondate da centri turistici , ma è anche vero che la gente vuole andare sempre nei posti noti, essendo appunto una isola, batsa fermarsi da qualche parte e andare verso il mare , non è difficile trovare una spiaggia tutta per se.
    Es anche la Honoapiilani Highway verso Lahaina che scorre vicino al mare lascia poca spiaggia ma in molti punti si può stare soli con i granchi tra gli alberi a fare da ombrellone , e quello è un punto molto edificato

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social