Portogallo: città, conventi, castelli e colline

Inizio il mio racconto con una serie di considerazioni pratiche e qualche utile suggerimento veloce così chi cerca questo tipo di supporto può trovare tutto quello che serve per decidere se visitare il Portogallo. Lascio al piacere di chi desidera ...

Diario letto 28310 volte

  • di Cristina GO
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Inizio il mio racconto con una serie di considerazioni pratiche e qualche utile suggerimento veloce così chi cerca questo tipo di supporto può trovare tutto quello che serve per decidere se visitare il Portogallo. Lascio al piacere di chi desidera leggere il lungo racconto dettagliato del mio viaggio.

SPESA: il Portogallo è veramente economico. In due settimane piene abbiamo speso complessivamente (aereo, noleggio auto, pernottamento e pasti, souvenir e ingressi ai monumenti) 1.400 euro a testa, viaggiando senza eccessi ma senza farci mancare nulla.

- Spesa media per un pasto (una pietanza più il bere): dai dieci ai venti euro a testa per piatti freschi di pesce o carne (specialità del posto) - spesa media per il pernottamento: dai quindici ai trenta euro a testa in pensioni e residencial puliti e confortevoli, gestiti da gente del luogo - benzina: circa 1,3 euro al litro PERIODO IN CUI ANDARE: il mese migliore è Luglio. Non abbiamo mai visto la pioggia in due settimane. Il clima è variabile in base alla zona: Lisbona e la costa centro nord ha un'escursione termica molto forte, di giorno c'è un caldo moderato, di sera la temperatura scende brutalmente e c'è sempre vento, quindi se visitate questa zona portatevi via giacca e felpa. L'Algarve e l'entroterra invece sono molto caldi e asciutti, qui il clima è più mediterraneo.

COSA VEDERE E COSA FARE: questo è ovviamente molto soggettivo ma vi posso dire che in questo piccolo stato trovate veramente soddisfazione per ogni tipo di viaggio vogliate fare: ci sono innumerevoli e pregevoli città d'arte, una natura ricca e mutevole che va da spiagge e pinete mediterranee a catene montuose e colline verdeggianti, una cucina varia tutta da provare attraverso le specialità regionali di ogni area del Paese.

GLI ABITANTI: la gente è cortese e disponibile, ma non è allegra e ospitale come i vicini spagnoli. Nonostante la vicinanza geografica e la somiglianza per molti aspetti della lingua, i portoghesi e gli spagnoli, oltre a non amarsi particolarmente, non hanno nulla a che vedere gli uni con gli altri. Consiglio: non parlate spagnolo ai portoghesi, si irrigidiscono.

LA LINGUA: i portoghesi parlano quasi solo portoghese (tranne alcuni che comprendono l'inglese) però si fanno capire e si riesce gesticolando a ottenere quanto necessario. Qualche parola di portoghese si impara subito e a loro fa molto piacere lo sforzo fatto dai turisti di parlare la loro lingua. Sono un popolo molto fiero.

TRASPORTI: auto per spostarsi tra città e bus/piedi per girare i centri. Procuratevi un navigatore perchè le indicazioni stradali non sono molto puntuali. Le strade però sono a posto. Il consiglio di girare con i mezzi pubblici o a piedi vale in particolr modo per Porto: impossibile trovare parcheggio! TURISTI: l'unica concentrazione fastidiosa ed eccessiva di villeggianti l'abbiamo trovata nelle spiagge dell'Algrave. Per il resto abbiamo viaggiato gustandoci, spesso soli, le bellezze di città e bellezze artistiche in tutta tranquillità, senza orde di turisti all'assalto dei monumenti.

CONSIDERAZIONI PERSONALI: uno dei viaggi più belli che ho fatto. Un viaggio pieno in tutti i sensi: paesaggi, storia, cultura, arte, cibo, vino, feste rionali. Un consiglio: uscite ogni tanto dai tracciati più battuti. Godetevi l'autentico che offre questo affascinante Paese.

11 luglio LISBONA Ci siamo trasferiti subito in albergo per depositare i bagagli.

Abbiamo alloggiato per le tre notti in cui ci siamo fermati a Lisbona all’hotel Mozambique, nella zona del Parque Eduardo VII

  • 28310 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social