12 giorni in Israele... e non ho ancora visto niente!

Sola ho raggiunto parenti del luogo che mi hanno portato in luoghi incantevoli ma dovrò tornarci, mio malgrado... esistono ancora tantissimi luoghi da me inesplorati.

Diario letto 3864 volte

  • di Strega ritardina
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

LA BASE: מודיעין עילית- Modi'in

In giro nella City di Modi'in accompagnata da abitanti del luogo, progettata nel 1991 ha iniziato ad avere i suoi primissimi abitanti nel 1996, ricca di quartieri con tutte le abitazioni nel medesimo stile e rivestite dalla "Pietra di Gerusalemme". Lavorata e trasformata in modi differenti (sul web apprendo la sua importazione nella regione Pugliese) in questo contesto è presente solo per ciò che riguarda l'estetica esterna degli edifici. Una città completamente differente dalle altre, sicuramente non è ricca di un variopinto di colori ma è certamente caratterizzata da una staticità architettonica che la contraddistingue rendendola unica nel suo genere. Cosa dire di questa City apparentemente tranquilla e non ricca di contrasti culturali? Il richiamo mentale alla quiete è il primo effetto balzato nella mia psiche, divertenti sono le statue che vengono raffigurate per le strade e le aiuole; funghetti come seggiola momentanea, sculture di animali ad altezza naturale ed un parco artificiale che ospita animali e sculture di brontosauro. Il tondeggiante edificio che si può notare nell'immagine è il principale simbolo di questa City, ancora ad oggi in continua costruzione perché non completamente collegata a Gerusalemme se non tramite i bus. Il 59 è quello che percorre l'intera cittadina, il 113 parte da Gerusalemme per raggiungere questa periferia ma non ricordo l'esatto numero per la direzione opposta. Ancora nessun treno collega queste due città, il più veloce mezzo è però esistente e funzinale per e da Tel Aviv... sarà a breve in costruzione? In bus il tragitto è pressoché di 1 ora e 45 minuti per una sola direzione, il treno giunge a Tel Aviv in circa 40 minuti, un notevole risparmio di tempo considerando il traffico presente sulle loro tangenziali. Non hanno molte autostrade, solo due o forse tre... il casello non esiste, tutto è automatico tramite un rilevatore di targa posto ad ogni uscita e il limite di velocità può essere di 50 in autostrada e 130 in tangenziale, dipende dal tragitto che si sta percorrendo. Una figata? Non si pagano i quotidiani e vengono distribuiti nella cassetta delle lettere direttamente a casa, puoi trovarli all'ingresso dei negozi ed esistono pochissime edicole ma tantissimi centri commerciali immensi. Come si pagano gli stipendi i giornalisti? Perché tutti questi centri commerciali? Non sono esagerati? Non sono a conoscenza della fonte di reddito dei giornalisti ma i grossi centri esistono per il loro clima, durante il mio soggiorno i gradi hanno raggiunto il numero 41, "E non è ancora nulla" mi sento rispondere da un'abitante del posto... Senza contare che esiste la stagione in cui piove in continuazione, e anche in quel periodo si ritrovano chiusi in qualche luogo... Posso affermare di essere andata nel periodo più favorevole come condizione meteo, un periodo di transito tra le due stagioni maggiormente pesanti per chi percorre quei viali.

COMINCIANDO CON: TEL AVIV (in ebraico: תל אביב-יפו‎, letteralmente "collina della primavera") - GIAFFA (in ebraico יָפוֹ)

Yafo, Giaffa o Jaffa stanno a indicar tutti il medesimo paese, in grazioso borgo che si affaccia sulla riva del mar mediterraneo, l'antico porto è caratterizzato da una tinta color sabbia con un azzurro che spicca, di tanto in tanto, nel quiete paesaggio. Il mare sullo sfondo ne fa da padrone creando paesaggi di borgo antico e di moderni grattacieli che ne risaltano l'effetto

  • 3864 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social