Viaggio di nozze tra Perù e Los Roques

Avevamo un sogno da anni: visitare il Perù e, in particolare, raggiungere quel luogo straordinariamente affascinante e misterioso chiamato Machu Picchu
 
Partenza il: 08/06/2012
Ritorno il: 01/07/2012
Viaggiatori: 2
Spesa: 4000 €

08 giugno-01 luglio 2012: Viaggio di nozze Perù e Los Roques

Avevamo un sogno da anni: visitare il Perù e, in particolare, raggiungere quel luogo straordinariamente affascinante e misterioso chiamato Machu Pichu. Il matrimonio: quale miglior occasione per coronare questo sogno? Non volevamo però un classico viaggio organizzato, noi siamo viaggiatori “fai da te” e in più, visitando luoghi caratterizzati dalla povertà, desideravamo lasciare un’impronta anche in questo senso. Dopo un’attenta ricerca, siamo riusciti a trovare ciò che faceva per noi: http://www.peruresponsabile.it/. Perciò ecco qua, una piccola cronaca di un viaggio fantastico.

8 giugno, partenza

Volo Milano-Lima via Madrid. 11, abbondanti, comode ore di viaggio che ci portano nella capitale peruviana nel tardo pomeriggio ora locale (il fuso orario prevede 7 ore in meno rispetto all’Italia). Dopo una doccia e un incontro di coordinamento con il referente locale dell’organizzazione, di corsa a letto per un meritato riposo!

Al mattino presto comincia il viaggio al Sud del Perù. Un trasferimento in autobus di 3.5 ore ci porta da Lima a Paracas, dove visitiamo la Riserva Nazionale, creata nel 1975 con lo scopo di preservare una porzione di mare e di deserto in cui si trova una biosfera ricchissima, favorita dalla presenza della corrente di Humboldt, che permette al plancton di crescere in abbondanza.

La mattina successiva un motoscafo veloce ci conduce alle Isole Ballestas, chiamate le Galapagos del Perù, dove lo spettacolo è veramente incredibile! Migliaia di uccelli sorvolano le nostre teste, pinguini, cormorani e leoni marini ci guardano dalle scogliere battute dalle onde! Siamo “costretti” ad indossare dei cappelli per evitare sgradevoli ricordini che piovono a grappoli…ricordini molto importanti per l’economia peruviana dato che, nei periodi di migrazione degli uccelli, centinaia di persone raccolgono questa sostanza chiamata Guano che viene esportata in tutto il mondo, essendo essa un componente essenziale per l’industria della cosmesi.

A seguire ci spostiamo a Ica, dove visitiamo un bel museo con importanti reperti archeologici della civiltà pre-incaica “Paracas”, una “bodega” dove ci illustrano il processo di produzione del liquore nazionale, il Pisco (molto simile alla nostra grappa), e la bella oasi di Huacacchina, dove ci divertiamo affrontando enormi dune di sabbia a bordo dei dune buggy.

2.5 ore di autobus ci portano poi a Nazca, dove visitiamo la città perduta di Cahuachi, i cui templi costituiscono una delle eredità architettoniche più importanti della cultura pre-incaica “Nazca” e i cui reperti, scoperti da gruppi di ricerca italiani, sono visitabili al Museo Antonini (dove pernottiamo, che emozione dormire in un museo!) e le famose linee: gli antichi popoli della cultura Nazca tracciarono sulla superficie di questa pianura enormi disegni che rappresentano figure geometriche, animali, volatili, piante e linee rette che solcano il deserto in differenti direzioni per molti chilometri. La dimensione di queste immagini è tale che l’unico modo per apprezzarne le innumerevoli caratteristiche è di osservarle dal cielo attraverso un volo privato.

E’ possibile apprezzare il fascino delle linee anche dalla torre di osservazione voluta da Marie Reiche, studiosa tedesca che ha dedicato tutta la vita al loro studio.

Le Linee di Nazca si sono trasformate in un vero e proprio enigma nel momento stesso in cui furono scoperte: enigma ancora oggi irrisolto, nonostante varie teorie tentino di spiegarlo.

Un nuovo trasferimento in autobus di 9 ore ci porta ad Arequipa, primo vero giorno in altura visto che la città è situata a 2.400 m. Posta alle falde della Cordigliera Occidentale delle Ande e ai piedi del vulcano Misti, Arequipa è una bella città, con case colorate costruite con un materiale proveniente dalla lava vulcanica pietrificata. Visitiamo la cattedrale, il convento di Santa Catalina e il Museo della mummia Juanita, che contiene il corpo congelato di una ragazza inca che visse per circa 12-14 anni, morendo all’incirca tra il 1440 ed il 1450. Fu scoperta sul Monte Ampato nel 1995.

Nota anche come “Signora di Ampato” e “Ragazza congelata”, Juanita è rimasta ottimamente conservata dopo 500 anni, il che la rende una delle più importanti scoperte recenti. La perfetta conservazione permise ricerche biologiche sui tessuti di polmoni, fegato e muscoli, le quali offrirono nuove informazioni sulla salute e la nutrizione degli Inca.

Il giorno successivo si parte in direzione Chivay (3600 mslm) con il tour che ci porta a visitare il Cañon del Colca. Le immagini che ci accompagnano attraversando la Riserva Nazionale di Salinas y Aguada Blanca, la zona di Pampa Cañahuas, dove avvistiamo i primi camelidi sudamericani (vigogne, lama ed alpaca), i mirador di Chucura e Los Andes (punto più alto toccato dalla nostra spedizione, 4910 m sul livello del mare!) sono veramente incredibili, mozzafiato e indimenticabili. Immense vallate verdi circondate da imponenti montagne con cime innevate rappresentano veramente dei panorami splendidi!

Una volta giunti a Chivay, dopo aver assistito ad una bella gara locale di balli tipici per bambini (che teneri quei bimbi che saltano come disperati a ritmo di musica!), ci concediamo una visita ai bagni termali: godere di un’acqua caldissima in vasche all’aperto a oltre 3.500 mt di altitudine, è un’esperienza da provare!

Raggiungiamo poi il Cruz del Cóndor, luogo mitico situato nella parte centrale della Valle da dove si può osservare il regale volo dei condor e la profondità del Cañon del Colca (pare essere il più profondo del mondo). Ci appostiamo di mattina presto, con un freddo terribile (una fortuna aver con noi guanti e sciarpe!), per assistere al volo dei condor che pian piano risalgono il canon sfruttando le correnti termiche ascensionali. Cosi, poco dopo le prime luci, quando il sole riscalda la terra e le correnti tiepide salgono, i condor appaiono e si esibiscono in uno spettacolare volo planato, veramente da applausi!

Nel pomeriggio un lungo trasferimento in auto ci conduce a Puno, città posta sulle rive del Lago Titicaca.

Il famosissimo lago Titicaca, che sembra in realtà un mare, è il lago navigabile più alto del mondo, a 3815 metri, e il secondo più grande del Sudamerica con 84000 Km2 di superficie. Le sue rive e le piccole isole di Amantani e Taquile ospitano ancora oggi i discendenti degli antichi abitanti aimara e quechua che popolavano questi luoghi prima ancora della dominazione dell’Impero Inca.

Guarda la gallery
cultura-a8fh7

Machu Pichu



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Arequipa
    Diari di viaggio
    finalmente perù
    Ama

    Finalmente Perù

    Preparazione viaggioViaggio programmato e pronto inizialmente per aprile 2020 che la pandemia ci ha costretto a cancellare/rinviare....

    Diari di viaggio
    perù in auto in 21 giorni

    Perù in auto in 21 giorni

    Ho cominciato a sognare questo viaggio sui banchi di scuola, mentre studiavo gli Inca e Machu Picchu, senza sapere se l’avrei mai fatto...

    Diari di viaggio
    perù: itinerario di 15 giorni e consigli pratici

    Perù: itinerario di 15 giorni e consigli pratici

    Ciao a tutti! Come annunciato nella descrizione, scrivo questo diario principalmente per dare qualche informazione pratica, che se avessi...

    Diari di viaggio
    cile, perù, bolivia in moto: orizzonti senza fine!
    ELY

    Cile, Perù, Bolivia in moto: orizzonti senza fine!

    La vita è come una corsa in moto, nessuno sa quanta benzina il destino ha messo nel nostro serbatoio. C’è chi nasce già con il pieno e...

    Diari di viaggio
    perù, bolivia, cile del nord in 26 giorni

    Perù, Bolivia, Cile del nord in 26 giorni

    11/08/2015 MILANO-MIAMI-LIMAAereo in ritardo a Miami (chiuso aeroporto per tormenta). Notte a Mundo Albergue...

    Diari di viaggio
    viaggio fai-da-te nel perù del sud: da lima a cuzco.

    Viaggio fai-da-te nel Perù del Sud: da Lima a Cuzco.

    Ausangate domina la scena, con i suoi 6384 metri. Da qui è possibile proseguire fino alla Red Valley, ma noi decidiamo di goderci al...

    Diari di viaggio
    perù e bolivia 2

    Perù e Bolivia 2

    Finalmente il viaggio che aspettavamo da una vita!! Non ci mettiamo molto a prenotare quest’anno e, con la solita collaudata formazione, ...

    Diari di viaggio
    perù, un viaggio da sogno

    Perù, un viaggio da sogno

    L’INIZIO Il Perù è un viaggio che tutti abbiamo sognato, almeno una volta nella vita, guardando le foto del Machu Picchu sul libro di...

    Diari di viaggio
    sud del perù on the road

    Sud del Perù on the road

    conservati e una bella fontana centrale.Purtroppo è arrivata l’ora di recarci in aeroporto per il ritorno a casa. Partiamo alle...

    Diari di viaggio
    perù: non solo macchu picchu

    Perù: non solo Macchu Picchu

    ad Aguas Calientes, il giorno dopo è tutto dedicato alla cittadella Inca più famosa. Noi abbiamo scelto il ticket Machu Picchu - Hauyana...

    Video Itinerari