6 giorni tra la Puglia e Matera

viaggio di fine estate nei borghi più belli della provincia di Bari e dentro i Sassi di Matera in un percorso architettonico, naturalistico e gastronomico.
 
Viaggiatori: 1
Spesa: Fino a €250 €

La squadra è sempre la stessa, piccola, affiatata e spensierata: io e mio marito che dopo la pausa covid abbiamo deciso di riprendere a viaggiare anche se a corto raggio, per il momento. Abbiamo quindi scelto un tour di 6 giorni tra la Puglia e Matera.

Giorno 1 – Polignano a Mare

Lasciamo l’auto a Pisa nel parcheggio Pisamover, entrata Goletta, collegato all’aeroporto dalla navetta che passa ogni 5’ (€ 25 per 5 giorni – auto e conducente – più € 1 per ogni passeggero) e partiamo col volo Rayanair delle 20:05 che arriva a Bari alle 21:20: attenzione  tratta aperta solo nei mesi estivi!

In aerostazione abbiamo ritirato l’auto, una piccola utilitaria precedentemente prenotata con Ecovia (non conoscevo questo noleggio, ma il prezzo era il più vantaggioso ed il servizio si è rivelato buono), e siamo partiti per Polignano a Mare.

La distanza da percorrere lungo la statale 16 è di km 48, agevoli per lo scarso traffico.

La prima cosa che notiamo, spiacevolmente, è la quantità di sacchetti dell’immondizia abbandonati ai margini della strada che diventano cumoli nelle aeree di sosta: peccato.

Arriviamo a Polignano dopo poco più di mezz’ora e impieghiamo parecchio tempo ad individuare il parcheggio del B&B, perché in estate modificano la viabilità per esigenze turistiche. Anche lo stesso B&B, davanti al quale passiamo e ripassiamo più volte senza notare la targa non è facile da trovare.

Finalmente, guidati da un operatore a distanza, entriamo a Calaporto- holiday home&relax via san Vito, 6 (una notte € 144 senza colazione). La camera è bella e arredata con pezzi di designer, magari non troppo funzionali, fuori c’è un patio privato da cui si accede alla terrazza che si affaccia su Lama Monachile: due alte pareti di roccia bianca che circondano una baia di ciottoli. La notte è limpida, illuminata dalle luci l’acqua del mare è verde smeraldo, bianca la scogliera e le case abbarbicate sopra di essa: un immagine di unica bellezza che fa subito salire Polignano ai primi posti nella mia personalissima classifica dei borghi di mare.

Entusiasti decidiamo di uscire per visitare il centro storio del paese a pochi passi da noi. Nonostante l’ora tarda i locali sono ancora aperti e molta gente passeggia per le stradine tortuose che sboccano in terrazzini sospesi sul mare da cui scopriamo punti di vista sempre nuovi. Su muri, scale e balconi sono scritti i versi di Guido, il Flaneur, e ad ogni angolo mi aspetto di incontrare Mimì e Ninella protagonisti improbabili delle storie di Luca Bianchini.

Giorno 1 – Polignano a Mare e Martina Franca

La mattina ci alziamo e dopo un’ultima vista dalla nostra terrazza, che abbiamo a ragione battezzato la più bella della baia, e ancora molte foto andiamo a fare colazione.

Appena usciti dal B&B, prendendo a destra, dopo pochi metri si arriva ad un incrocio su cui si apre un piccolo Bar, qui abbiamo mangiato il nostro primo, grande, calorico e traboccante di crema “pasticciotto”: non aggiungo nulla, da assaggiare!

Quindi ci dirigiamo verso il lungomare Domenico Modugno e l’omonima piazza su cui troneggia una grande statua di Mister Volare; qui abbiamo appuntamento col transfer per essere portati presso l’Abbazia di San Vito da cui parte la nostra escursione via mare alle grotte. Due parole su questa chiesa dalla facciata imponente: è stata costruita con blocchi di tufo prelevati dalla scogliera antistante dove si sono formate delle grandi vasche in cui si immergono i bagnanti.

Noi abbiamo prenotato un giro in barca di 1h 30’ per un costo di € 35 a persona. Le grotte nella scogliera di Polignano, formatesi per effetto dell’erosione del mare e del vento, sono circa 70. Nonostante le condizioni del mare non fossero ottimali siamo riusciti comunque a visitare tutte quelle  previste dal programma, otto, accompagnati dai racconti del nostro marinaio. A mio parere la grotta più bella è l’ultima, quella chiamata grotta dell’Amore perché da un foro sul soffitto filtra la luce del sole a disegnare un cuore sulla roccia: ma qui la fantasia si spreca. Prima di rientrare facciamo una sosta in un’insenatura tranquilla vicino al porto turistico di Polignano, in costruzione e mai finito, con bagno e aperitivo: tutto molto piacevole.

Tornati a Polignano decidiamo per uno spuntino leggero e veniamo indirizzati alla pescheria “Lo scoglio”: d’altronde il “pasticciotto” ancora imperversa e un pranzo completo proprio non ci sta. Due antipasti e un fritto misto (spesa €65), con le porzioni abbondanti che ci servono, sono comunque impegnativi da finire.

Nel primo pomeriggio partiamo, direzione Martina Franca, strada statale 16, km 40.

Prima di arrivare a destinazione incontriamo il paese di Locorotondo, e decidiamo per una sosta con visita al centro storico. L’abitato è molto carino, più che pulito direi tirato a lucido, le case sono tutte bianche con i balconi ornati di fiori, le chiese in tufo si tingono d’oro con la luce del pomeriggio: una passeggiata rilassante tra i vicoli.

Arriviamo nel tardo pomeriggio in prossimità del B&B Corte del Camedrio, contrada Specchiaruzzo 79, Cisternino, che, nonostante il navigatore fatichiamo a trovare. La struttura è immersa in una campagna di olivi ed è composta da alcuni trulli, dove sono state ricavate le stanze per gli ospiti, una masseria centrale per le colazioni e tutt’intorno un parco ben tenuto (€115 a notte con colazione). Dobbiamo a malincuore rinunciare ad un bagno in piscina perché sta calando la sera e con essa l’umidità quindi prendiamo possesso del nostro trullo-camera con annesso trullo-bagno. Decidiamo di passare la serata a Martina Franca che si trova a non più di 10’ di auto.

Il centro storico della cittadina, costruita su un altopiano carsico a circa m 400 di altezza, è molto carino e vivace, tutto raccolto intorno alla piazza principale che ha la caratteristica di essere rotonda e circondata da portici sul cui sfondo si staglia la facciata in marmo bianco della Basilica di San Martino, splendido esempio di barocco martinese.

Giorno 3 – verso Matera

La mattina di mercoledì, dopo aver fatto colazione, devo dire buona e varia, ma con porzioni lillipuziane, risaliamo a Martina Franca per vederla anche alla luce del giorno. Vorrei segnalare una curiosità: in ogni chiesa stavano celebrando un matrimonio, e questo si è riproposto in tutte le cittadine visitate, non ho mai visto tante cerimonie in così poco tempo, e che sfarzo! Che fantasia! Che eleganza!

Guarda la gallery
tour puglia e matera



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Martina Franca
    Diari di viaggio
    6 giorni tra la puglia e matera

    6 giorni tra la Puglia e Matera

    La squadra è sempre la stessa, piccola, affiatata e spensierata: io e mio marito che dopo la pausa covid abbiamo deciso di riprendere a...

    Diari di viaggio
    una settimana in puglia a monopoli e dintorni

    Una settimana in Puglia a Monopoli e dintorni

    Monopoli e dintorni 19/06/21 - 26/06/21Partecipanti: io e FrancaPrologo:Con i vari problemi sanitari e la gente...

    Diari di viaggio
    dalle tremiti a ostuni: il bello e il buono di una vacanza in puglia

    Dalle Tremiti a Ostuni: il bello e il buono di una vacanza in Puglia

    Il profumo delle foglie di fico che ti sorprende per strada. Le mandorle fresche raccolte dall'albero. I nodini di mozzarella e la burrata...

    Diari di viaggio
    viaggiando verso il sud: frammento d'italia

    Viaggiando verso il sud: frammento d’Italia

    Tre giorni a GIULIANOVA In un torrido fine luglio partendo presto da Bologna e dopo aver ammirato l’imponente santuario di Loreto...

    Diari di viaggio
    tuttun'altra troia

    “Tuttun’altra Troia”

    *Se il titolo ti incuriosisce, nel testo troverai la risposta 19 Agosto 2012, Domenica La nostra piccola odissea estiva comincia da...

    Diari di viaggio
    salento accessibile

    Salento accessibile

    Per lo meno per quest’estate è vacanza. La vacanza è rilassarsi: sole, mare. E’ staccare la spina, diventare un’ameba più del...

    Diari di viaggio
    in puglia fuori stagione

    In Puglia fuori stagione

    Puglia terra di vacanze estive, di gran sole, di splendido mare? Si, certo, ma non solo! Il nostro weekend di fine novembre ci ha fatto...

    Diari di viaggio
    puglia di + matera on the road

    Puglia di + Matera on the road

    9-20 AGOSTO 2010 PUGLIA (+ MATERA) ON THE ROAD Ho cercato di organizzare questo resoconto in modo abbastanza schematico, inserendo dei...

    Video Itinerari