Lago di Garda: sembra il mare ma non è… un mare tra le montagne

Quattro semplici motivi che fanno realizzare la vacanza perfetta: gli amici consolidati da anni, l’illusione di essere ancora dei bambini, il desiderio di divertirsi come "matti" e la voglia di visitare dei posti meravigliosi.
 
Viaggiatori: 1
Spesa: Fino a €250 €

Dopo un anno un po’ particolare per tutti quanti, riscoprirsi adolescenti insieme ai nostri figli, oramai 15enni, era quello che ci voleva per noi “giovani” coppie di amici … abbiamo quindi scelto, “Movieland -The Hollywood Park“a Lazise, sul Lago di Garda.

Se proprio vogliamo dirla tutta, le artefici siamo io e la mia amica Mimma.  Oramai abituate a vivere questi parchi da madri single, siamo rimaste sbalordite dalla presenza dei nostri mariti, che ci hanno seguito volentieri, a patto però, di poter visitare e assaporare le delizie che il lago di Garda poteva offrire.

DAY 1

Carichi e con una voglia di arrivare il prima possibile, eccoci puntuali alla apertura del parco, pronti ad assistere al primo entusiasmante show e con i cellulari alla mano, per infiniti selfie che ci accompagneranno per tutto il nostro lungo week end.

È davvero un posto perfetto per chi, come la sottoscritta, è un cinefilo e adora quell’atmosfera hollywoodiana che ti fa “vivere” all’interno di un film.

Musical magici, attrazioni strepitose ma soprattutto la possibilità per gli “attori egocentrici” come me, di partecipare a 360 ° ad alcuni spettacoli: CIAK ACTRESS FOR SLY AND OVERDRIVE! Entusiasta all’ennesima potenza! Ognuno di noi insomma, ha trovato ciò che cercava per divertirsi e sentirsi parte di un mondo di kolossal, lasciando correre le emozioni del sogno hollywoodiano!

Prima di recarci al nostro residence, distante a soli 10 minuti dal parco, ci concediamo il primo aperitivo di una lunga serie, presso il bar adiacente all’ingresso per riprendere le forze della giornata intensa appena vissuta. Buona notte ragazzi!

DAY 2

È arrivato il momento di iniziare a visitare quel che le bellezze il lago di Garda ci poteva offrire: Lazise. Direi una splendida maniera di cominciare la giornata sul lungo lago ancora poco affollato per godere a pieno i meravigliosi panorami e gustandosi un buon caffè, con il rumore delle onde di motoscafi e dei battelli che si increspano nel porticciolo, come colonna sonora. Ci sono numerosi locali, botteghe, insomma tutto è esattamente dove deve essere.

Ci rimettiamo in viaggio per Bardolino; con qualche difficoltà nel trovare parcheggio, attraversiamo un bel centro storico fino ad imbatterci sul lunghissimo lungolago, con un mercato senza fine. Camminare e apprezzare la pace del lago non ha prezzo, poche chiacchiere e tante foto. Le antenne dei nostri amici buongustai, scorgono  un ottimo ristorante direttamente sul lago, e in un elegantissimo giardino , assaporiamo piatti di ottima qualità.

Non abbiamo bisogno di parlarci, ci bastano gli sguardi per capirci …  eccoci infatti catapultati di nuovo al nostro residence in piscina per un sano relax, un bagnetto e qualche sfida di ping pong … ok va bene uno sprizzettino ci stava, per arrivare a sera  per una cena in una steakhouse da competizione.

DAY 3

Per il nostro terzo giorno, mio marito Gianni, dopo alcune piccole ricerche, ha deciso di lasciar alle spalle il lago, per avventurarci in un entroterra fiabesco. Ed eccoci a  Spiazzi dove si trova il santuario della Madonna della Corona in un incavo scavato nel monte Baldo che lo separa dalla vallata sottostante, uno strapiombo di circa 700 metri.

Lasciata l’auto al parcheggio del piccolo paesino, seguiamo la  strada asfaltata lungo la quale è presente la Via Crucis con le tradizionali stazioni … mano a mano che ci si avvinava rimanevano sempre più stupiti. Che emozioni che regala questo Santuario.. sospeso tra cielo e terra, pieno di fascino e misticismo, dove regnano sovrani il silenzio e la meditazione.

Ci ha colpito dritto al cuore, facendoci sentire fuori dal mondo.

Vero che visitare certi posti e arricchirsi culturalmente fa bene alla testa e al cuor, però anche una sana degustazione di vini fa bene all’umore, al nostro soprattutto!!!

Incredibilmente calmo e cordiale il giovanotto che ci accoglie alla cantina Serene, posto da favola per noi neofiti degustatori. Purtroppo non riesco a raccontare molto di quegli ottimi assaggi, in quanto al terzo bicchiere, accompagnato da un prelibatissimo prosciutto crudo, poco ricordo. Colpa di mio figlio Oscar, che non lasciava il tempo di poggiare le fette, che subito le divorava, dunque a noi non restava che bere.

Mi sono ritrovata catapultata dopo qualche ora sul lettino in piscina a dormire e a smaltire la mia personale piccola degustazione di vino … il resto del gruppo sereno ad aspettare il mio risveglio giusto per prendermi un po’ in giro.

Alla sera abbiamo valutato di cenare per strada presso Lazise by night, dato che i locali erano strapieni, e per accontentare Simone e suo figlio Lele, che dal primo momento che lo aveva visto, sognava quella frittura d’asporto.

DAY 4

E come non fermarci come ultima tappa a Sirmione, questa elegante località turistica sulla sponda meridionale del Lago di Garda. Abbiamo costeggiato la costa ammirando il lungolago alla ricerca delle grotte di Catullo … dato che non si arrivava mai, ad una unanimità ci siamo fiondati verso il centro, ammirando le Terme dall’esterno, e invidiando un po’ anzi un po’ tanto, quelli che potevano usufruirne.

Seduti in piazza con un caldo e piacevole sole, brindiamo con un semplice aperitivo a questi piacevolissimi giorni trascorsi insieme, consapevoli che le vacanze estive oramai volgevano al termine. I nostri ragazzi, come sempre, riconoscenti di avere genitori cosi  “moderni”, pronti a far collimare i loro e i nostri desideri.

 

ADRENALINA, ROMANTICISMO, SPIRITUALISMO. RELAX. DIVERTIMENTO.  Ecco come riassumere questi luoghi.

In che altro posto andremo la prossima volta?

Io e Mimma siamo già al lavoro… nessuno può fermarci!

Guarda la gallery
friends_tpc

mimma_romy



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bardolino
    Diari di viaggio
    lago di garda: sembra il mare ma non è... un mare tra le montagne

    Lago di Garda: sembra il mare ma non è… un mare tra le montagne

    Dopo un anno un po’ particolare per tutti quanti, riscoprirsi adolescenti insieme ai nostri figli, oramai 15enni, era quello che ci...