Amato Cile: dai mille volti e le molteplici meraviglie

Un mese itinerante tra Patagonia, Atacama e Rapa Nui, con cuore aperto e occhi sgranati.
Partenza il: 17/12/2019
Ritorno il: 15/01/2020
Viaggiatori: 2
Spesa: 4000 €

“Meravigliati ogni giorno per qualcosa e la tua anima ti sorriderà sempre”

Pianificare un viaggio è un po’ come viverlo in anticipo. Ho percorso, con la mente curiosa e sensazioni accese, il viaggio che da lì a breve avrei iniziato; quel viaggio che ci porterà nella fredda e selvaggia Patagonia, quasi ai confini del mondo; nel Nord del Cile tra i deserti colorati; sull’Isola di Pasqua per capire cosa si prova ad essere nel luogo civilizzato più remoto al mondo. Sentivo già la pioggia sul poncho, la fatica nelle gambe, il profumo della rugiada al mattino; mi smarrivo nei sentieri poco segnalati, nelle nuvole basse, negli sterrati fangosi, nel blu dei ghiacciai e nei vulcani incappucciati di neve.

Sentivo di nuovo il caldo sulla pelle, quello secco del deserto di Atacama, molto più a nord; le colonne di vapore dei geyser, i canyon che alternano sabbia alle pareti rocciose, le lagune altiplaniche azzurrissime. E infine, Rapa Nui, l’Isola di Pasqua, dal fascino mistico concentrato in un minuscolo lembo di terra. Assaporavo il ceviche, le empanadas, l’asado e i frutti di mare al pil-pil annaffiati dal rinomato vino cileno; ascoltavo incantata le leggende di molti luoghi cileni, ballavo a ritmo della cueca. È l’immaginario di un Paese e la sua gente che conserva l’essenza di un passato profondo.

Ma, prima o poi, finalmente il momento tanto agognato arriva. Percorri ogni metro di quelli schedulati, metti un flag ad ogni tappa, rendi reale ogni visualizzazione, rivivi tutte le sensazioni che avevi immaginato, mentre un mese vola e tu non riesci ad arrestarlo se non con le parole scritte su un diario.

PRIMA TAPPA: Santiago e PATAGONIA (17/12/2019 – 03/01/2020)

Itinerario Patagonia: per non dipendere dai bus pubblici (rari) o dall’autostop, alcuni noleggiano l’auto a Puerto Montt, da dove parte la Carettera Austral, e fanno il drop off alla fine della strada, ma il costo di noleggio è veramente esagerato, quindi per chi ha poco tempo ed è attento alle spese, la cosa migliore è noleggiare la macchina a Puerto Montt e fare la parte settentrionale della Carretera, restituire la vettura a Puerto Montt e da lì prendere un volo per Coyhaique dove si noleggierà un’altra macchina per visitare la parte meridionale. Noi abbiamo scelto questa opzione e siamo rimasti soddisfatti.

Se si vuole andare ancora più a sud della Carettera Austral per visitare Torres de Paine, consiglio di volare da Balmaceda su Puerto Arenas e lì prendere un’altra auto. L’alternativa è solo via mare o arrivarci dall’Argentina (attenzione che in macchina il passaggio da uno Stato all’altro è caro e occorre chiedere preventivamente il foglio di autorizzazione).

Cosa portarsi: vestirsi a strati è il miglior modo per affrontare la Patagonia dove in un giorno si susseguono tutte le stagioni. Il poncho é indispensabile, come calzature impermeabili e abbigliamento tecnico. Non portatevi tacchi, sarebbero ridicoli anche all’Ultimo dell’anno!

Clima: noi siamo passati dal piumino e felpa alle maniche corte nel giro di 3 giorni. Durante la nostra permanenza abbiamo vissuto tutte le stagioni. Ci é mancata solo la neve ma ci siamo andati vicini durante il trekking a Cerro Castillo e nel deserto di Atacama.



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
Il piccolo Borgo di San Vittore Terme, piccolo, silenzioso e quasi incantato

Il piccolo Borgo di San Vittore Terme, piccolo, silenzioso e quasi incantato

La stazione dei treni di San Vittore Terme è minuscola, circondata dal verde intenso...

Patrizio incontra Dellino Farmer, agro rapper

Patrizio incontra Dellino Farmer, agro rapper

Nell’immaginario collettivo il contadino è legato al liscio, ma oltre alla transizione...

Il viaggio dei viaggi: fino al circolo polare in auto

Il viaggio dei viaggi: fino al circolo polare in auto

Il primo grande viaggio, il viaggio dei viaggi, da Parma a Napapijri. Amici...

Leggi i Diari di viaggio su Atacama
Diari di viaggio
Cile, la terra alla Fine del Mondo

Cile, la terra alla Fine del Mondo

Giugno 2018: all'improvviso mi ritrovo a vivere a Santiago del Cile, dopo esserci stata di passaggio nel 2006. Avevo visto molto poco di...

Diari di viaggio
3 settimane tra Cile del Nord e Bolivia

3 settimane tra Cile del Nord e Bolivia

Viaggio di 3 settimane nel Cile del Nord e in Bolivia, partendo da Santiago del Cile. 10 giorni on the road con auto a noleggio sugli...

Diari di viaggio
Amato Cile: dai mille volti e le molteplici meraviglie

Amato Cile: dai mille volti e le molteplici meraviglie

"Meravigliati ogni giorno per qualcosa e la tua anima ti sorriderà sempre" Pianificare un viaggio è un po’ come viverlo in anticipo....

Diari di viaggio
Zaino in spalla in alta quota tra Perù, Bolivia e Chile di 3 weeks - 5.000 km

Zaino in spalla in alta quota tra Perù, Bolivia e Chile di 3 weeks – 5.000 km

è Lima. Comunque è piacevole da visitare.

Diari di viaggio
Cile: meraviglioso Norte Grande

Cile: meraviglioso Norte Grande

Le dinamiche del viaggio sono ormai le stesse di tutte le ns esperienze in giro per il mondo: - biglietto aereo prenotato con...

Diari di viaggio
Tour del Cile

Tour del Cile

continua. Torniamo da Cuelli Mangui, il muralista spagnolo di Alicante che ora vive a Valparaiso, a comprare i disegni che vende per...

Diari di viaggio
l’abc : argentina – bolivia – cile  2009

L’abc : argentina – bolivia – cile 2009

SINTESI del PROGRAMMA di VIAGGIO (19gg.) : 13agosto PARTENZA : volo TORINO - BUENOS AIRES (via Madrid) 14agosto ARGENTINA : volo...

Diari di viaggio
Gli altopiani e i deserti con lama nuvole e miti

Gli altopiani e i deserti con lama nuvole e miti

SALTA e Nord Ovest Argentino Deserto di Atacama Altopiano boliviano UYUNI POTOSI’ SUCRE Parco SAJAMA LA PAZ Penisola VALDES Pampas BUENOS...