Berlino un connubio perfetto tra antico e moderno

Una città piena di storia, archittura e arte

Diario letto 1803 volte

  • di eliguer
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro

MARTEDÌ 21 GENNAIO 2020

Riposati e ben rifocillati partiamo per la nostra seconda giornata a zonzo per la città. Ci dirigiamo verso Alexanderplatz, una piazza che in sé non ha nulla di che, negozi , stazione e via vai di macchine se non che al centro di questa piazza c’è il famoso OROLOGIO DEL MONDO che riporta i fusi orari delle più importanti città del mondo ma il simbolo vero e proprio di questa piazza è la famosa TORRE DELLA TELEVISIONE, l’icona di Berlino che con i suoi 365 metri di altezza è l’edificio più alto della città visibile praticamente da ogni punto della città, costruita dalla DDR per dimostrare la superiorità tecnologica del sistema socialista. Su questa torre si può salire fino ad una piattaforma panoramica a 203 metri di altezza con un ascensore velocissimo e c’è pure un ristorante. Noi non siamo saliti visto che il panorama dall'alto l’avevamo già visto dal Reichstag però questa torre anche dal basso fa davvero impressione, è imponente, direi non bella ma mastodontica. A pochi metri dalla Torre sorge la MARIENKIRCHE, una delle chiese più antiche della città risalente al medioevo nata come chiesa cattolica e poi divenuta luterana. Fa strano vedere anche qui il connubio tra la storia, con la semplice e antica chiesa, e la modernità con la Torre.

Nella stessa piazza si trova anche la FONTANA DI NETTUNO splendida fontana che ricorda un po’ la nostra fontana di Piazza Navona e la Fontana di Parigi con le sue quattro statue simbolo dei quattro maggiori fiumi tedeschi e al centro che “sguazzano” animali quali un coccodrillo, un serpente, una tartaruga e una foca. Sullo sfondo poi di questa piazza ecco il ROTES RATHAUS il Municipio di Berlino, detto Municipio Rosso per il colore rosso dei mattoni che lo compongono. Si può entrare gratuitamente a vedere alcune sale e la scalinata, ovviamente fatto!!!

Passeggiando sotto un bel sole arriviamo alla famosa ISOLA DEI MUSEI, detta così perché costituisce la parte settentrionale dell’isola naturale del fiume Sprea in cui si trovano il BERLINER DOM, DUOMO DI BERLINO e i musei più importanti della città, IL PERGAMOMMUSEM (con il famoso Altare di Pergamo e la porta di Ishtar) ora però chiuso in parte per ristrutturazione, il NEUES MUSEUM (con il famoso busto della Regina Nefertiti ed un interessante esposizione egizia), l’ALTE MUSEUM e il BODE MUSEUM.

Data l’importanza storica e culturale del luogo, l’isola è stata dichiarata dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità. Visto il poco tempo che avevamo ed io avendo una passione smisurata per l’Egitto ho costretto i miei poveri compagni viaggio ad entrare nel Neues Museum e sono rimasta affascinata dalla bellezza del Busto di Nefertiti … nonostante abbia milioni di anni sembra fatto ieri e sembrava di guardare davvero una persona talmente era intenso il colore e la precisione del viso... Per arrivare all’isola siamo anche passati davanti al DDR MUSEUM u museo davvero interessante sulla vita reale in Germani dell’Est ai tempi del muro ma per motivi di poco tempo abbiamo dovuto saltare. La fame inizia a farsi sentire quindi facendo una bella passeggiata nel parco della città dietro il Parlamento, il Tirgarten, arriviamo alla famosa POTSDAMER PLATZ con il famoso e avveniristico complesso degli edifici del Sony Center con la sua piazza interna sovrastata da un magnifico tetto a forma di ombrello che cambia colore fissato su un enorme cerchio di acciaio che si appoggia sugli edifici vicini con diversi bar e ristoranti. Noi ci siamo finalmente rifocillati in una bella birreria caratteristica con ottimo stinco al forno con crauti e patatine, salsicce varie e una degustazione di birre. Cibo e birra ottima, dosi massicce, eravamo ko! Prezzo sempre il solito 20 euro circa testa!

Tornando alla nostra piazza anche qui il connubio antico e moderno perché in un angolo di questa piazza protetto da vetri ci sono i resti della di una sala da colazione di un famoso e antico hotel dell’epoca che stride in maniera positiva con l’’acciaio dei grattacieli che si stagliano nel cielo. In un altro angolo ci sono invece alcuni frammenti del muro di Berlino con pannelli illustrativi e in un altro angolo ancora c’è questa antica pagoda e subito dietro questi palazzi moderni di vetro fatti a... pagoda!!!! Non so se sia un caso ma è davvero stupefacente!!!! Infreddoliti ci dirigiamo verso la famosa TOPOGRAFIA DEL TERRORE: centro di documentazione della persecuzione nazista costruita sul luogo dove si trovava il comando centrale delle SS, il carcere della Gestapo e l’ufficio della sicurezza del Reich. Contiene documenti e fotografie che illustrano la storia del sistema del terrore dall'ascesa del nazismo fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale

  • 1803 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social