Zambia superstar

Mi appresto a raccontare uno dei viaggi piu belli che io abbia mai fatto,spero possa farvi capire come un paese cosi poco reclamizzato mi abbia fatto provare sensazioni che in altri posti non ho mai avuto. Era l'estate del 2002 ...

  • di Luca T 1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: da solo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Mi appresto a raccontare uno dei viaggi piu belli che io abbia mai fatto,spero possa farvi capire come un paese cosi poco reclamizzato mi abbia fatto provare sensazioni che in altri posti non ho mai avuto.

Era l'estate del 2002 mi trovavo nella mia città,Foligno,e avevo gia preparato il mio viaggettino estivo in Svezia,quando per caso incontro un mio amico che mi chiese dove sarei andato in vacanza...Gli spiegai che andavo al nord,lui invece mi disse che sarebbe andato in Africa,precisamente in Zambia a trovare un suo amico,che in quel momento stava passeggiando con lui.Feci la sua conoscenza e mi raccontò che lui faceva la spola tra l'italia e lo zambia sin da bambino,poichè il padre(italiano) si era trasferito li dal 1981.Mi raccontò un po di quel paese cosi lontano e la mia domanda fu:NON HAI UN POSTO IN PIU??? risposta affermativa,cosicchè in due minuti cambiai il mio itinerario,mi sarei diretto molto a Sud rispetto la Svezia.

Presi l'aereo(ethiopian airlines) il 20 Agosto 2002 a Fiumicino da solo,i miei amici che gia erano partiti da un mese mi sarebbero venuti a prendere all'aeroporto di Lusaka.Primo scalo Addis Abeba,in maniche corte scesi dall'aereo mentre fuori vi era un vero e proprio nubifragio,aria fredda..Ma è questa l'Africa mi chiesi??cosi freddo anche qui?? Entrai nell'aeroporto ,devo dire che piu che un aeroporto sembrava un bazaar,una confusione che un po mi metteva timore,ma allo stesso tempo mi affascinava..Tra l'altro la pioggia filtrava dal soffitto,una donna mi ha vomitato sulle scarpe,beh non c'è male come inizio no? Ripresi il volo per fare scalo in Malawi,un vento davvero forte soffiava sulla savana che inglobava lo stesso aeroporto,e finalmente arrivai dopo 17 ore in Zambia,curioso e anche un po intimorito perche sinceramente un po mi metteva paura stare in un paese che credevo fosse cosi poco sviluppato e poco civile(tipico pensiero da occidentale).Pronti via,all'aeroporto nessuno mi era venuto a prendere;solo come un cane con bagagli e soldi in tasca,mi avevano accerchiato tassisti e militari per darmi un passaggio,credo si siano accorti che stavo un po incasinato!!Erano le 17 e 30 e gia cominciava il tamonto ,la notte sarebbe stata vicina,provai a fare i numeri dei miei amici,ma nessuno rispondeva e capii che ero in mezzo alla merda,concedetemi la parola scurrile.Tuttavia gli italiani all'estero ci sono sempre,e mi senti chiedere : A REGAZZì,CHE SEI ITALIANO?? Risposi di si,e guarda che fortuna era un ambasciatore che era venuto a prendere i figli all'aeroporto che erano venuti a trovarlo.Mi ospitò nella sua casa per tre giorni finche riuscii a trovare i miei amici(stavo perdendo le speranze che sarei riuscito a trovarli,avevo gia prenotato un bigliettoper tornare in Italia).

Siccome uno si era cappottato in piena savana a 400 km da Lusaka e l'altro fratello era a trovare la ragazza nel Copperbelt, regione a nord dello Zambia pieno di miniere di rame,e siccome i telefonini li funxzionano 1 volta si e 20 no,non sapevano come potermi raggiungere.

Comunque ero abbastanza incazzato,ma appena arrivai mi si offri una bella tazza di the e un bel cannone di marijuana ottima,mi calmai.

Le cose che mi colpirono subito dello Zambia furono la tanta gente che cammina a piedi lungo le strade(la bicicletta è un bene di lusso per i neri),furono le case dei bianchi(muri di cinta altissimi,con filo spinato e corrente al di sopra,guardie con mitra all'entrata,cani all'interno davvero ringhiosi,e..Pistole che ogni ragazzo e uomo bianco hanno in tasca) e una capitale davvero molto estesa :per passare da un capo all'altro della città ci si impiega un 'ora e mezza.Ma non avevo visto nulla ovvio,solo una città un po disordinata e con taxi incrostati che sembrano fisarmoniche per come si piegano

  • 3257 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. iduepinguini.com
    , 20/10/2011 14:26
    I viaggiatori indipendenti che volessero recarsi in una magnifica terra e che hanno bisogno di informazioni per programmare, organizzare e partire per un fantastico viaggio in Zambia ...
    fai da noi x voi... possono contattarci al nostro indirizzo: iduepinguini@hotmail.com

    iduepinguini.com

    P.S. NO AGENCY.

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social