Tunisia 2005: oasi e deserto

La scorsa estate, durante le ferie, abbiamo conosciuto due simpatici motociclisti, Walter e Fulvio, che si stavano recando con le loro moto il primo in Cina, ed il secondo in Turchia (come noi). Con i loro racconti di viaggio ci ...

  • di Carlo Oggionni
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 
Annunci Google

La scorsa estate, durante le ferie, abbiamo conosciuto due simpatici motociclisti, Walter e Fulvio, che si stavano recando con le loro moto il primo in Cina, ed il secondo in Turchia (come noi). Con i loro racconti di viaggio ci hanno fatto nascere la curiosità di tentare un avventura nel deserto per scoprire, come dicevano loro, “la magia delle sabbie”.

“Non occorre molto tempo, una settimana vi basta per fare una prima esperienza...” ci dicevano “...Certo, andando da soli non potrete inoltrarvi nel deserto, sarebbe da incoscienti e troppo pericoloso, ma di certo potrete affrontarne alcuni tratti e conoscere nuove emozioni di viaggio...È sufficiente andare in Tunisia, che non è poi così lontana”.

L’Africa, il deserto, le sabbie... non si può certo rimanere indifferenti a luoghi che nel mio immaginario ho sempre ritenuto essere troppo lontani e fantastici per essere reali, e che fin da bambino hanno stimolato i miei sogni ... ma Walter e Fulvio sostenevano che quei posti non erano così irraggiungibili, anzi, tutto sommato, ci si poteva arrivare abbastanza facilmente.

Siccome i nostri interlocutori ci parevano essere tutt’altro che degli sprovveduti, appena rientrati dalle ferie (nell’estate del 2004) ci siamo subito mossi per raccogliere maggiori informazioni sia su come raggiungere il deserto che per capire quali impegni in termini sia economici che di tempo sarebbero serviti.

Non nascondo la gioia di quando abbiamo scoperto che in sole 24 ore un traghetto ci avrebbe trasportato in Africa, era sufficiente raggiungere Genova in moto per imbarcarsi. Saremmo sbarcati a Tunisi, da lì con soli 500 chilometri di strada si arrivava direttamente al Sahara.

Abbiamo organizzato il tutto, chiesto le ferie, prenotato un traghetto (ci sono più compagnie che effettuano la tratta Genova-Tunisi con partenze in giorni differenti, pertanto è possibile scegliere quella che meglio soddisfa le proprie esigenze), preparato la moto x il viaggio (con l’immancabile appoggio del mio babbo) e grazie all’aiuto di Katja e Fabio ci siamo attrezzati con il giusto abbigliamento invernale.

Partenza! 16 Febbraio 2005, il traghetto parte da Genova il pomeriggio alle 18.00. Per fortuna oggi non piove, anzi c’è pure un bel sole, ma il freddo è tremendo! Durante la traversata trascorriamo il nostro tempo con un simpatico pensionato piemontese che sta andando in Tunisia con la sua fiat Tipo per fare un giro turistico e rivedere le persone che aveva conosciuto l’anno prima. Sbarchiamo a Tunisi la sera dopo che è quasi buio.

Uscire dalla dogana è una mezza avventura, soprattutto a causa dei doganieri che, corrotti, ti chiedono denaro per evitarti di avere noie e perdite di tempo.

Capiamo subito che deve essere un’abitudine diffusa, così ci limitiamo a tirare un po’ sul prezzo (anche qui si contratta) poiché il tempo fuori non è dei migliori e vogliamo trovare un albergo prima che venga buio, riusciamo a cavarcela con 20 Euro (il capo dogana ne aveva chiesti 50... Fa una gran rabbia che vogliano soldi per fare il proprio dovere, ma non possiamo nemmeno denunciare la cosa visto che è proprio il capo delle guardie che gestisce i traffici).

Prendiamo qualche goccia di pioggia nel tratto di autostrada (l’unica di tutta la Tunisia) che collega Tunisi ad Hammamet, dove ci fermiamo per la notte.

Tatauine e gli ksour La mattina partiamo alla volta ti Tatauine, città famosa perché punto di partenza per la visita agli ksour (granai fortificati). Arriviamo nel pomeriggio e troviamo subito un albergo per la notte, siamo nella città più a Sud del nostro viaggio. Gli Ksour (singolare ksar) sono dei granai fortificati costituiti da tante stanze (ghorfa) coperte con una volta

Annunci Google
  • 661 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social