Il mondo intero in un paese

Il titolo l’ho preso in prestito dallo slogan dell’ufficio turismo sudafricano, perché rende proprio l’idea di quello che troverete visitando il Sudafrica! Ma andiamo per ordine e vediamo di presentarci e di raccontare come abbiamo scelto l’itinerario. Eravamo mia moglie, ...

  • di peruz99
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
 

Il titolo l’ho preso in prestito dallo slogan dell’ufficio turismo sudafricano, perché rende proprio l’idea di quello che troverete visitando il Sudafrica! Ma andiamo per ordine e vediamo di presentarci e di raccontare come abbiamo scelto l’itinerario.

Eravamo mia moglie, nostro figlio di 11 anni ed io. Ci piace viaggiare, meglio se in posti ben organizzati come gli Sati Uniti o l’Australia. Ci piacciono i grandi paesaggi, le culture diverse dalla nostra e soprattutto ci piacciono gli animali. Altra cosa che ci piace è organizzarci il viaggio in autonomia con l’aiuto di internet e... Dei turisti per caso! Insomma il Sudafrica era la meta ideale per noi! Avevamo tre settimane di ferie da spendere e volevamo vedere: - Città del Capo - Hermanus (per le Balene) - La Garden Route - Addo National Park - I parchi Hluhluwe e St.Lucia - naturalmente il Kruger In più io avevo la “fissa” del Namaqualand, il deserto fiorito, che è a nord di Città del Capo.

Seguendo il prezioso consiglio di alcuni turisti per caso abbiamo costruito l’itinerario in modo da avere il Kruger alla fine. Così i vari parchi visitati garantiscono un crescendo di emozioni che culmina con il Kruger (fantastico!).

Quindi abbiamo trovato una combinazione con British Airways (partivamo da Milano) con arrivo a Città del Capo e ripartenza da Jo’Burg (i locali la chiamano così), sempre via Londra per 3100€ per due adulti e un bambino. Ottima combinazione e ottimo prezzo per la stagione.

A questo abbiamo aggiunto la tratta Port Elizabeth – Durban con la South African Airlines per 80€ a testa (e servizio impeccabile).

Per il resto dei trasporti abbiamo noleggiato un’auto (sul classico www.Autoeurope.It). Consiglio vivamente la soluzione auto in affitto e rimando al paragrafo “Auto” per tutti i dettagli.

Abbiamo prenotato dall’Italia anche tutti i soggiorni approfittando del mitico sito dei bed&breakfast: www.Portfoliocollection.Com Uniche eccezioni sono state l’albergo vicino alla Hluluwe, dove, non so perché, bed&breakfast non ce n’erano, e la sistemazione all’interno del Kruger di cui parlerò all’interno del diario di viaggio. Itenerario 1. Lunedì 10 agosto 2009 Partenza da Milano 2. Martedì 11 agosto 2009 Arrivo a Cape Town.

3. Mercoledì 12 agosto 200 Cape Town 4. Giovedì 13 agosto 2009 Cape Town 5. Venerdì 14 agosto 2009 Cape Town Vredendal 6. Sabato 15 agosto 2009 Vredendal 7. Domenica 16 agosto 2009 Vredendal Hermanus 8. Lunedì 17 agosto 2009 Hermanus Swellendam 9. Martedì 18 agosto 2009 Swellendam Knysna 10. Mercoledì 19 agosto 2009 Knysna 11. Giovedì 20 agosto 2009 Knysna Port Elizabeth 12. Venerdì 21 agosto 2009 Port Elizabeth 13. Sabato 22 agosto 2009 Port Elizabeth-Durban Hluhluwe 14. Domenica 23 agosto 2009 Hluhluwe 15. Lunedì 24 agosto 2009 Hluhluwe 16. Martedì 25 agosto 2009 Hluhluwe Mbabane 17. Mercoledì 26 agosto 2009 Mbabane Kruger 18. Giovedì 27 agosto 2009 Kruger 19. Venerdì 28 agosto 2009 Kruger 20. Sabato 29 agosto 2009 Kruger Sabie 21. Domenica 30 agosto 2009 Partenza ore 23 da Jo'burg 22. Lunedì 31 agosto 2009 Arrivo a Milano Due soli punti deboli nell’itinerario. Primo: con la visita al Namaqualand prevista nei primi giorni (partivamo il 10 agosto) correvamo il rischio di vedere il deserto non ancora fiorito. Per andare sul sicuro bisognerebbe andarci a settembre, ma, tant’è, abbiamo trovato una fioritura a dir poco mozzafiato! Secondo punto che correggerei: l’ultimo giorno, usciti dal quel posto incredibile che è il Kruger, qualunque cosa avessimo visitato sarebbe stata insignificante, e così è stato per il Blyde River Canyon. Tornando indietro cercherei un volo di rientro partendo da Nelspruit e farei un giorno in più al Kruger

  • 22822 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. blackopal
    , 17/3/2010 17:50
    Che meraviglia di viaggio,anche io amo questo tipo di avventura!Perfettamente chiaro e dettagliato...quasi mi verrebbe voglia di prenotare e mi avete dato un'ottima idea.Una domanda che preferisco fare a chi è stato sul "campo":ci sono vaccinazioni da fare?
    ringrazio

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social