Kruger national park: un'esperienza unica

08/12/2007 Si parte….destinazione Johannesburg- South Africa L’emozione è grande, quasi inconsapevolezza di ciò che andremo a vedere, ai posti che ci potranno ospitare. Per il mio compagno di viaggio non è una novità, non è certo questa la sua prima ...

  • di MAURO67VE
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

08/12/2007 Si parte...Destinazione Johannesburg- South Africa L’emozione è grande, quasi inconsapevolezza di ciò che andremo a vedere, ai posti che ci potranno ospitare.

Per il mio compagno di viaggio non è una novità, non è certo questa la sua prima volta in sud africa.

Per me invece e’ mantenere la promessa fatta a questo continente due anni prima in Kenya.

Rieccomi Africa...Rieccomi! Ore 14.15 aeroporto Malpensa Milano Tra circa un’ ora ci imbarchiamo su un volo della linea Egypt air. Faremo scalo al Cairo, dove arriveremo attorno alle 20.30 ora locale Ore 20.30 atterrati al Cairo international airport Probabilmente siamo incappati in un grande gruppo di pellegrini rivolti alla Mecca, infatti e’ pieno di uomini vestiti solamente con asciugamani bianchi che entrano ed escono dai bagni.

Si riparte dopo 4 ore.

9/12/2007 Ore 9.30 si atterra a Johannesburg. Tutto bene, volo tranquillo.

Ore 10.40 noleggiata un auto si parte. Destinazione Sabie, dove contiamo di arrivare per le 15.00 circa.

Il tempo non e’ dei migliori, e decidiamo comunque di andare a vedere una cascata nelle vicinanze dell’hotel dove ci fermeremo la notte per poi proseguire l’indomani verso il Kruger National Park.

Bridal veil fall.: bellissima cascata, unico inconveniente e’ che le piogge abbondanti degli ultimi periodi l’hanno resa troppo potente, dunque, a meno di non volersi fare una doccia, ci accontentiamo di ammirarla con le dovute distanze da una postazione protetta.

10/12/2007 Ore 8.45 Entriamo al Kruger da Numbi Gate dopo circa 40 km di strada tra le boscaglie fitte.

Iniziamo da subito ad avvistare alcuni animali.

Un timido rinoceronte nascosto nel bush, impala ovunque, molto spesso in mezzo alla strada..

Ci rechiamo in due piccoli laghi. Sul primo, shitlava vediamo un branco di Waterbock e rimaniamo incantati da un cucciolo che gioca: dolcissimo.

Paesaggio incantevole, un verde intenso...Atmosfera da brividi.

Successivamente , Transport , teatro già immortalato da numerose riviste per una battaglia tra un leone ed un branco di bufali.

Qui ammiriamo impala, zebre e miriadi di uccelli multicolori.

Lo spettacolo e’ unico, condito da una moltitudine di rumori e cinguettii e colorato da un intenso cielo terso. Si sfiora la commozione.

Arriviamo a Lower Sabie, primo rest camp, dove prendiamo sistemazione in una Bush-tent confortevole e molto gradevole. Fa un caldo bestiale.

Ci sistemiamo, una doccia, ci prepariamo un caffè degno di tale nome e dopo un paio d’ore di riposo, si riparte per un altro safari: direzione Crocodile Bridge.

Ore 16.00.

Ben presto incrociamo vari tipi di animali, quali giraffe, zebre, e non da poco rinoceronti.

Tutti a distanze molto ravvicinate! Un elefante in particolare ci blocca la strada.

È salita un po’ la tensione, ma ben presto il pachiderma spaventatosi da un colpo di acceleratore, decide di inoltrarsi tra il bush salutandoci con un gran barrito.

Essendo oramai vicina l’ora del rientro al campo ( 18.30), facciamo una breve sosta al Sunset Lake non lontano, per assistere al primo vero e proprio tramonto africano mozzafiato.

Ci salutano una decina di ippopotami giocherelloni e due grossi coccodrilli.

Siamo veramente in africa!! Cena al rest camp, tanti insetti attratti dalle luci.

Una miriade di stelle e il canto di migliaia di grilli e cicale ci danno la buonanotte.

11/12/2007 Ore 4.30 Alle prime luci dell’alba ci muoviamo in direzione nord e il buongiorno ci viene dato da tre timide giraffe che ci troviamo di fronte in mezzo alla strada

  • 5169 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social