Un viaggio da sogno nei parchi del mitico west

PREMESSA: Questo racconto vuole essere solo una linea guida per chi volesse fare un viaggio come il nostro. È molto più divertente organizzarsi il viaggio da soli che copiare quello di qualcun altro, ve lo assicuro!! Io mi sono divertita ...

  • di Michela Moda 1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

PREMESSA: Questo racconto vuole essere solo una linea guida per chi volesse fare un viaggio come il nostro. È molto più divertente organizzarsi il viaggio da soli che copiare quello di qualcun altro, ve lo assicuro!! Io mi sono divertita moltissimo a cercare informazioni, scaricare cartine dei parchi e di San Francisco, creare itinerari stradali per gli spostamenti...

Da casa ho fatto tutti i percorsi da città a città scaricando le immagini fornite dal sito www.Mapquest.Com (inserite la città di partenza e quella di arrivo e vi viene dato tutto il tragitto, svincolo per svincolo, durata del tragitto e chilometraggio...Molto comodo!!!!!!) Abbiamo percorso 3365 miglia in 15 giorni, spendendo $210 di benzina, la maggior parte delle distanze sono servite da strade in perfette condizioni e con traffico praticamente inesistente (grandi città escluse).

Abbiamo speso, a testa, euro 1603 per il volo a/r, il noleggio auto alla Hertz (assicurazione all inclusive), le 3 notti a San Francisco e la notte a Las Vegas. Abbiamo fatto, inoltre, l’assicurazione sanitaria euro 57 (Assipass della Elvia) che fortunatamente non ci è servita.

I motel sono stati prenotati quasi tutti dall’Italia, tranne 3 notti (non avevo trovato niente); abbiamo pernottato nella catena del Motel6, Super8, Best Western e altri lodge caratteristici trovati sulla guida Routard 2004/05 sui parchi del Sud-Ovest.

Per quanto riguarda la benzina, il costo è 2,30÷2,80 dollari al gallone (quasi 4 litri); mediamente con 20$ facevamo 220 miglia in pianura lungo le grandi arterie, 170 miglia in montagna (Yosemite, Sequoia, Grand Canyon Nord...).

Ed ora ecco il racconto di 18 giorni da sogno!!!!!!!!!!!!!!!!!!! (con qualche imprevisto per inesperienza)

Lunedì 1 Agosto 2005 – MILANO – ZURIGO – DALLAS – SAN FRANCISCO Ecco qua, pronti pronti a prendere il nostro primo volo per fare la vacanza dei nostri sogni: io ho sempre desiderato visitare l'America e Alessandro vuole vedere i luoghi dei nativi indiani, lui che per me è un "indiano mancato". Questo viaggio è il premio per la mia sudata laurea in ingegneria, così, dopo mesi di ricerche su Internet, colloqui in agenzia eccoci qua sul volo per Zurigo. Zurigo è la prima tappa di questo lungo volo, la seconda sarà Dallas Forth Worth per approdare poi, finalmente in suolo californiano, a San Francisco. Da mesi ci documentiamo si cosa ci aspetta, lingua sconosciuta innanzitutto, io ho all'attivo solo 2 anni di inglese fatti alle scuole superiori e Alessandro conosce, si fa per dire, il francese...Quindi siamo più o meno, nelle mani del destino...Ma è bello così!!!...

Partiamo alle 3.30, di notte, da un piccolo paese in provincia di Pavia per dirigerci all'aeroporto di Malpensa dove, alle 5.30 abbiamo la convocazione per il check-in, il volo parte alle 7.25.

Primo intoppo al check-in; la hostess pesa i nostri bagagli a mano e ci comunica che siamo fuori peso di 1 Kg, quindi o distribuiamo meglio il peso o ci imbarcano il bagaglio a mano (cosa che noi non vogliamo fare assolutamente, onde evitare che ci perdano la valigia imbarcata, almeno abbiamo poco dei nostri effetti personali a portata di mano e sicuri!!!). Quindi dopo un po’ di "menate" da parte della hostess, ci ostiniamo a tenere, io il mio bagaglio a mano (trolley) più la mia borsa personale stracolma di libri-guide e raccoglitore con gli itinerari stradali (che ha raddoppiato di volume al ritorno!!!!!!!!!!), e Ale il suo zaino con fotocamera ed il suo trolley.

Con il panico, salutiamo i nostri famigliari che ci hanno accompagnato e scendiamo per iniziare i controllo personale e del passaporto. Affrontiamo, io affronto, il momento del controllo al metal detector...Maledette forbicine nella cassetta pronto soccorso!!!!!!!...Arriviamo al Gate 18 pronti per l'imbarco. Saliamo sul pulmino che dal gate ci conduce all'aereo e sorpresa...L'aereo conterrà al massimo 50 persone...Come primo volo iniziamo bene!!! Arriviamo in perfetto orario a Zurigo, chiediamo informazioni per il gate d'imbarco e con un bellissimo vagone ultramoderno da metropolitana giungiamo al gate 35 dove sbrighiamo nuovamente le formalità al metal detector (ecco ancora 'ste forbici!!), saliamo al piano superiore, controllo dei documenti e consegna del modello I94W (compilato speriamo correttamente). Arrivano le 9.40 ora prevista per l'imbarco per Dallas, controllo veloce dei biglietti, classica passeggiata nel tunnel che porta all'aereo ed eccoci seduti ai nostri posti (vicino al finestrino) pronti per un volo di 10 ore!!!!! Questo si che è un aereo: boeing 767 American Airlines...Circa 250 passeggeri! Dopo quasi 2 ore di volo assaporiamo anche il nostro primo pasto su di un aereo, "chicken" or "beef" ci viene chiesto..."chicken" per entrambi, servito con riso con spinaci e carote cotte, contorno di insalata mista, dolce e caffè...Tutto nelle classiche porzioni di volo...Alle 4.00 del pomeriggio (ora italiana) ci viene portata la merenda: caffè o succo di mela e una mini porzione di snack. Poco prima di atterrare a Dallas arriva ancora il carrello cibo che ci porta frutta, biscotto, panino vegetariano

  • 5832 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social