Siria una nazione affascinante

Venerdì 20 aprile Partenza da Rovello. Arrivo a Damasco in serata, sistemazione presso l’albergo Cham Palace a Damasco. Conoscenza della guida che ci avrebbe accompagnato : Ammar Sabato 21 aprile Giornata dedicata la visita di Damasco, antica città ed oggi ...

  • di lelebanfi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Venerdì 20 aprile Partenza da Rovello. Arrivo a Damasco in serata, sistemazione presso l’albergo Cham Palace a Damasco.

Conoscenza della guida che ci avrebbe accompagnato : Ammar Sabato 21 aprile Giornata dedicata la visita di Damasco, antica città ed oggi capitale della Siria Museo Archeologico Nazionale Il museo vanta una delle più importanti collezioni archeologiche del Medio Oriente. In un percorso articolato su molte stanze tematicamente ben organizzate si ripercorre tutta la storia dell’evoluzione umana nel Medio Oriente.

Si possono ammirare i reperti e le statue della più antica città siriana finora conosciuta (Mari) risalente al 3000 a. C., la prima forma di scrittura conosciuta (cuneiforme) risalente agli Ittiti, il vasellame, i gioielli, i mosaici, le statue di molte civiltà locali oltre a quanto creato dalle culture greca, romana, araba, ottomana fino a giungere all’attuale.

Fondazione At Takiyah as Sulaymaniyah Costruita come fondazione destinata ad accogliere i pellegrini, successivamente è divenuta sede della scuola coranica, oggi racchiude il Museo dell’artigianato dove vi lavorano artigiani che producono lavori in cuoio, tessuti, coltelli, suppellettili in rame, gioielli in oro ed argento ed infine la più antica vetreria di Damasco che produce il caratteristico vetro. Parte dell’area oggi ospita il Museo dell’Esercito Casa di Anania Abbiamo visitato la casa in cui abitava il discepolo di Gesù che fece recuperare la vista a San Paolo imponendogli le mani e quindi lo battezzò.

Luogo visitato anche dal Santo Padre nella visita Siriana.

Suq La visita al Suq (termine arabo che indica il mercato) coperto, ci ha mostrato la bellezza è l’organizzazione dei mercati siriani, realizzati in vie strette, completamente coperti per proteggere le persone dal caldo e dalla pioggia. Vie che in entrambi i lati affacciano negozi con tutte le mercanzie caratteristiche di un mercato (alimentari, tessuti, biancheria, suppellettili, ferramenta, gioielli, dolci ...) e, come tutti i mercati, sono il cuore pulsante della vita cittadina.

Moschea degli Ommayaddi Detta degli Ommayaddi in quanto e stata la casta regnante che l’ha edificata. E’ la più importante moschea del Medio Oriente, costruita nel 700 su un tempio di Giove preesistente.

L’ingresso è consentito agli uomini ed alle donne rigorosamente scalzi, e le ultime solo indossando un mantello (chador).

Dal suo cortile interno si possono ammirare gli imponenti colonnati che delimitano la parte coperta ed i grandiosi mosaici bizantini che ricoprono intere pareti della moschea.

All’interno della Moschea, si trova una chiesa dedicata a San Giovanni Battista (profeta venerato anche dai mussulmani, che analogamente a Gesù, precedettero Maometto).

La Moschea divenuta famosa, a noi occidentali, per la visita e la sosta del Santo Padre.

Palazzo Azem Signorile dimora del 1750, divenuta ora sede del Museo e delle arti tradizionali.

La residenza ottomana, è divisa in una parte pubblica (salamlik) e in una privata (haramlik), inaccessibile agli ospiti e protetta da ben tre porte.

La parte pubblica si articola intorno ad un ampio cortile lastricato, con portici e fontane. Le sale interne hanno magnifici soffitti lignei intarsiati. Divisa in vari ambienti, viene ricostruita la vita tradizionale siriana.

Una parte del palazzo è dedicata alle arti e mestieri, con sale monotematiche contenenti le diversi arti tra cui, la lavorazione del legno, del rame, del vetro, dei tessuti, del cuoio, delle armi e la pelletteria. Domenica 22 aprile Partenza per Malula, tipico borgo posto sull’arida montagna siriana, caratterizzato da case colorate di azzurro, giallo, bianco e viola, qui abbiamo visitato: San Sergio Monastero presieduto da monaci cattolici di rito greco

  • 1312 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social