Le mille e una, Siria (e Giordania)

Prima di iniziare il nostro resoconto di viaggio vogliamo ringraziare tutti i turisti per caso che prima di noi hanno descritto i loro itinerari che sono stati fonte di ottimi suggerimenti! Siamo partiti io (Alessandra) e lui (Michele) dal 22 ...

  • di Alese
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Prima di iniziare il nostro resoconto di viaggio vogliamo ringraziare tutti i turisti per caso che prima di noi hanno descritto i loro itinerari che sono stati fonte di ottimi suggerimenti! Siamo partiti io (Alessandra) e lui (Michele) dal 22 Luglio al 10 Agosto, 20 giorni tra Siria e Giordania e abbiamo speso in tutto 1.500 euro (a testa). Abbiamo volato con Royal Air Jordan (Roma Amman Aleppo; Amman Roma), non abbiamo prenotato niente, solo le prime 3 notti ad Aleppo al Beit Wakil (prenotato via internet costa la metà). In Siria ci siamo spostati noleggiando negli alberghi le automobili con autista mentre in Giordania abbiamo noleggiato l’automobile (in entrambi i Paesi è necessaria la patente internazionale). Anche noi sconsigliamo di noleggiare l’auto in Siria, non tanto per le strade che tutto sommato non sono male, quanto per le indicazioni che sono pressoché assenti oppure solo in arabo, se vi spostate da città a città non avrete problemi ma se dovete fare delle deviazioni per visitare alcuni siti potrebbe diventare un dramma!!!! Inoltre non hanno regole e sono capaci di andare contromano in autostrada!!!! La Siria in particolar modo mi è piaciuta tantissimo ha superato le mie aspettative, i siti archeologici sono affascinantissimi, la gente è stata con noi sempre deliziosa, pronti ad aiutarti se ti vedono in difficoltà, curiosi e aperti nei confronti dei turisti, un consiglio che mi sento di dare alle donne è quello di usare un po’ di buon senso nella scelta dell’abbigliamento.

Il 23 abbiamo visitato Aleppo con la sua cittadella, la moschea e il suq (dove abbiamo fatto incetta di saponi), è una città magica mi ha affascinato tantissimo e come consiglia la Lonely veramente non potete non assaggiare il kebab all’amarena del ristorante del Beit Wakil, è veramente qualcosa di eccezionale!!!! Ottimo anche il ristorante Dar Zamaria.

L’indomani mattina abbiamo noleggiato l’auto con autista presso l’albergo e siamo andati mezza giornata a qala’ at Samaan.

Il 25 con lo stesso autista abbiamo visitato le città morte (per me sono impedibili le ho trovate così suggestive, spettrali), poi siamo andati al castello di Saladino (un’ammazzata ma è situato in un posto spettacolare) e infine ad Apamea per la quale non ci sono parole!!!! Distrutti siamo arrivati ad Hama dove abbiamo alloggiato al Noria Hotel.

Il 26 abbiamo nuovamente noleggiato un’automobile con autista e siamo andati al krak des chevaliers, il pomeriggio abbiamo passeggiato per Hama per vedere queste famose Norie (le ruote idrauliche) e il quartiere ebreo.

Il 27 siamo partiti di buon’ora, abbiamo attraversato le cittadine con le case ad alveare e siamo arrivati a Palmira, abbiamo appoggiato le valigie in albergo (cittadella hotel, che non consigliamo perché con noi sono stati scortesi anche se c’è da dire che si trova proprio di fronte al sito) e siamo andati a visitare le rovine, le tombe, abbiamo visto Palmira al tramonto dalla cittadella e l’indomani mattina anche l’alba! Palmira mi rimarrà per sempre nel cuore è di una bellezza emozionante! Il 28 siamo partiti alla volta di Damasco con il pullman della Qadmus (i pullman costano veramente una sciocchezza) e abbiamo alloggiato al Kalda hotel, noi consigliamo di prendere un albergo più vicino alla moschea e alle cose da visitare per evitare il traffico sconvolgente di Damasco. La moschea è meravigliosa, cercate di visitare qualche casa damascena e anche il quartiere cristiano è molto interessante. Assaggiate quelle squisite granite ai frutti di bosco e tutti i succhi di frutta che fanno perché sono deliziosi!!!! Il 29 mattina abbiamo visitato Maalula (a meno che non vi vada di sentir parlare aramaico potete anche risparmiarvela per quanto mi riguarda) Infine il 30 abbiamo vistato Bosra (meta che non si può saltare, il teatro è veramente meraviglioso), il pomeriggio siamo tornati a Damasco e alle 15:30 abbiamo preso il pullman per Amman (continua su Giordania).

Se vi occorrono altre informazioni mi potete scrivere a filiamaris@libero.It

  • 990 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social