Seychelles: un sogno diventato realtà

Un viaggio fai da te alla scoperta delle tre principali isole: Praslin, La Digue e Mahè.

  • di dhmig
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 
Annunci Google

La programmazione del nostro viaggio è iniziata, come sempre, mesi prima (a settembre) acquistando voli diretti Milano Malpensa-Mahè di AirSeychelles. Purtroppo però ad un mese dalla partenza i voli sono stati annullati e abbiamo dovuto acquistare altri biglietti (optando per Qatar Airways) in attesa di rimborso. AirSeychelles sta andando male e ha cancellato tutti i voli diretti dall’Europa. A conti fatti a noi è andata meglio poiché con una cifra inferiore (640 euro a testa, invece di 880) abbiamo allungato di due notti il viaggio … e, seppur al nostro rientro, siano comunque stati rimborsati.

Partenza il 6 Gennaio con volo Qatar e scalo a Doha di circa 3 ore. Arrivo a Mahè e attesa del bus gratuito per il jetty. Se posso dare un consiglio tenete conto che dall’aeroporto al jetty ci vogliono circa 20 minuti, quindi potete anche prendere un taxi se il bus (che è previsto un’ora prima della partenza del ferry boat) è già andato via ma potete prendere il ferry. Noi abbiamo aspettato più di 3h perché ci era stato detto che probabilmente non ce la facevamo. Quest’attesa è stata la più stancante di tutto il viaggio! I biglietti del ferry li abbiamo prenotati e pagati già dall’Italia (www.seychelles-info.com/).

GIORNO 1 (7 gennaio)

Arrivati a Praslin abbiamo preso un taxi perché la Guesthouse non fornisce il servizio di trasporto (20 euro per un’auto da 6 persone) siamo rimasti a Grand’Anse perché troppo stanchi per esplorare l’isola. La Guesthouse scelta per le 4 notti da passare a Praslin è stata Beach Villa appunto a Grand’Anse. Tra tutte le strutture in cui abbiamo soggiornato, decisamente la migliore in termini di rapporto qualità/prezzo. Pulita, sulla spiaggia, possibilità di fare cena da lunedì a venerdì (ottima, abbondante ed economica), Marie-France e Jacques sono gentilissimi e molto disponibili (ci hanno organizzato sia una gita in barca sia l’affitto auto facendoci arrivare le auto senza doverle andare a recuperare in giro). Da consigliare! Per pranzo ci siamo arrangiati con il supermercato lì vicino ma lo sconsiglio perché abbiamo mangiato “schifezze” e speso tantissimo. Purtroppo il take-away era chiuso. La spiaggia è molto bella e scenografica ma il bagno non è sempre agevole per via delle maree (cosa da tenere in considerazione sempre e per tutte le isole delle Seychelles!). Cena al Britannia, anche questa da evitare. Abbiamo mangiato benino, ma è piuttosto caro e l’ambiente non è spartano.

GIORNO 2 (8 gennaio)

Abbiamo preso il bus che passa circa ogni ora e fa l’intero giro dell’isola per andare ad Anse Lazio, direzione Anse Boudin via Vallee de Mai. Comodissimo, economico (5 SRC a testa), basta controllare gli orari che sono affissi in bacheca a Beach Villa. Anse Lazio è davvero splendida, ottima per nuotare e fantastica per afre foto. Purtroppo al momento il bagno è limitato ad una zona con rete protettiva per pericolo squali. Consiglio: se non amate camminare andateci affittando l’auto perché dalla fermata del bus ci sono circa 15 minuti a piedi con una salita piuttosto faticosa, soprattutto se fatta son il sole, il caldo e l’umidità! Pranzo sulla spiaggia (un piatto di pesce con riso e verdure per circa 20 euro a testa). Al rientro ci siamo fermati ad Anse Volbert, dove però la marea ha reso l’acqua sporca e non l’abbiamo apprezzata come merita perché la fermata del bus è a metà spiaggia mentre la parte che merita di più è quella più a nord (che abbiamo visto più avanti nel giorno in cui avevamo le auto in affitto). Cena a Le Relax, sempre a Grand’Anse, meglio del Britannia e più economico/alla mano (carino anche come struttura con camere ben curate)

Annunci Google
  • 12778 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social