Le spiagge di Paros e i paesaggi di Santorini

Anche quest'anno la meta delle nostre vacanze è la Grecia, più precisamente le Cicladi. Per poter vedere più cose, decidiamo di fare 2 isole in 2 settimane, cioè Paros e Santorini. Ci decidiamo però troppo tardi per poter organizzarci il ...

  • di _ale19
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 
Annunci Google

Anche quest'anno la meta delle nostre vacanze è la Grecia, più precisamente le Cicladi. Per poter vedere più cose, decidiamo di fare 2 isole in 2 settimane, cioè Paros e Santorini.

Ci decidiamo però troppo tardi per poter organizzarci il viaggio da soli (metà giugno) e così ci affidiamo alla nostra solita agenzia: dal 4 al 18 agosto con volo, soggiorno b&b e trasferimenti a 1.550 € a testa con Settemari.

4 AGOSTO Il volo dovrebbe partire alle 7 da Malpensa, ma appena imbarcati il comandante ci dice che a causa di mancanza di piazzole di sosta a Santorini, il volo subirà un ritardo di circa 45 minuti; poco male, tanto è ancora prestissimo! (appena atterrati però ci rendiamo conto dell'inutilità di avere il volo così presto se poi la nave che parte da Santorini è alle 16).

Il volo dura 2 ore e mezzo, ritiriamo i bagagli e ad aspettarci c'è l'assistente Settemari che ci comunica la prima sorpresa della vacanza: il traghetto che ci avrebbe portato a Paros sarebbe partito alle 16 (e non era, quindi, come ci avevano assicurato in agenzia, una specie di pullman che fa avanti e indietro, e che perso uno arriva l'altro), e ciò significava stare al porto per ben 4 ore (con la stanchezza della levataccia alle 4 del mattino); ci assicura inoltre che il viaggio sarebbe durato 2 ore. Purtroppo arriva la seconda sorpresa (a bordo del traghetto): il viaggio dura 4 ore, e arriviamo a destinazione alle 20.30 passate: meno male che l'albergo è vicino al porto! Il nostro consiglio è, per quanto possibile, insistere con l'agenzia nel sapere con quale nave si raggiungerà l'isola: quella veloce ci mette 2 ore e 15 (25,30 € a testa) mentre il traghetto 4 ore (16,50 € a testa); ovviamente niente poltrone o comodità, ma solo sedie e tavolini sul ponte. Credo comunque che la sofferenza del viaggio era dovuta al fatto che eravamo svegli dalle 4 del mattino, infatti il ritorno è stato meno stancante.

Finalmente entriamo nell'hotel Asterias – cat. C (www.Asteriashotel.Gr): la posizione è ottima perchè è vicinissimo al centro e alla spiaggia di Livadia, e il proprietario è gentilissimo; tuttavia appena arrivati in camera notiamo subito i difetti: camera piccolissima vista parcheggio, balcone troppo piccolo per poter aprire le persiane, bagno mignon ma soprattutto è impossibile fare la doccia dalle 18 alle 21 per mancanza di acqua calda. La camera è caldissima, ma per fortuna c'è il condizionatore che, molto rumorosamente, funziona. Comunque, dopo aver fatto una doccia veloce, andiamo a mangiare e a cercare un motorino per poter girare l'isola.

Il nostro errore è stato di fermarci al primo noleggiatore che ci rifila un 50 spacciandolo per un 80, a 20 € al giorno (non ricordo il nome del rental, comunque è quasi di fronte al mulino a vento di Paroikia, con l'ufficio che ricorda l'interno di una nave: non andateci). Svoltato l'angolo, ci ritroviamo nella piazzetta dove ci fermiamo in un ristorante di cui non ricordo il nome: ha una tettoia e dei polli allo spiedo in vetrina; 2 piatti di carne alla griglia, acqua, birra e ouzo sui 18 €.

Stanchi della giornata, andiamo dritti in camera e sprofondiamo nel sonno.

5 AGOSTO La mattina la sveglia suona puntuale alle 9.30: a fatica ci svegliamo, facciamo colazione con il buonissimo yogurt greco con cereali, e poi via, verso la prima destinazione: la spiaggia di Monolithos (o Agios Ioannis).

Arriviamo alle 11.30 circa, e c'è ancora poca gente, così possiamo scegliere di metterci in seconda fila al costo di 7 €. Il mare è cristallino e fresco, e la sabbia è morbidissima: finalmente iniziano le vacanze!!!! Il primo giorno di mare è caratterizzato dall'assenza di vento (così come il secondo): che sofferenza!! Era caldissimo!!! Ma era un piacere tuffarsi in mare a rinfrescarsi!! Per pranzo mangiamo al bar sulla spiaggia: da provare assolutamente l'insalata Parko (insalata verde, fichi secchi, crostini di pane e aceto balsamico): buonissima!! Verso le 17.30 decidiamo di andare a fare un giro nella famosa spiaggia di Kolibithres: troppo affollata per i nostri gusti! Le rocce hanno delle forme particolari, il mare è ovviamente bellissimo, ma la spiaggia è troppo piccola, e gli ombrelloni sono tutti appiccicati. Facciamo 4 foto e ci dirigiamo verso Naousa: bella con le casette bianche, il porto e i ristoranti direttamente sul mare...Ma il caldo ci fa desistere dalla passeggiata, e quindi ritorniamo verso l'hotel

Annunci Google
  • 27198 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social