Las terrenas, un sogno divenuto realta'

Ciao Ragazzi, non è molto che ho scoperto questo sito per questo Vi racconto solo ora questo viaggio avvenuto nell'agosto del 2004. Partenza da Milano Malpensa prevista per il 02 agosto alle ore 14.30...partenza effettiva 09.30 del 03 agosto. La ...

  • di Nadia167
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ciao Ragazzi, non è molto che ho scoperto questo sito per questo Vi racconto solo ora questo viaggio avvenuto nell'agosto del 2004. Partenza da Milano Malpensa prevista per il 02 agosto alle ore 14.30...Partenza effettiva 09.30 del 03 agosto.

La vacanza non è partita per il meglio comunque siamo all'inizio per cui non bisogna scoraggiarsi, Ci aspettano 12 ore di volo (compreso scalo a La romana) compagnia air europe, tutto va per il meglio! Arriviamo a Puerto Plata e da qui ci sono altre 3 ore e 30 di pullmino per raggiungere il nostro villaggio: ALIGIO' BEACH A LAS TERRENAS penisola di Samanà. Una volta arrivati in villaggio ci accorgiamo subito dell'atmosfera festosa del posto e della magnifica vegetazione ma purtroppo è molto buio per cui per vedere il mare dovremo aspettare ancora un po’e sinceramente siamo distrutti.

Non essendo, in quel periodo, un posto molto turistico non abbiamo ricevuto molte informazioni a riguardo ma ci hanno avvisato che il mare sarebbe potuto non essere proprio caraibico essendo oceano a tutti gli effetti! va be...Mancano poche ore.

Causa fuso orario ore 06.00 ci troviamo svegli e ...Quale occasione migliore per dare una sbirciatina a questo misterioso mare??? Ci vestiamo a razzo e ci catapultiamo in spiaggia. Ragazzi , il posto più bello che io abbia mai visto, spiagge intatte, mare calmissimo (non agitato come lo descrivono le agenzie) una vera e propria cartolina e non possiamo fare a meno di buttarci in acqua. Dopo la presentazione di tutto lo staff del villaggio ovviamente ci concediamo un po’ di relax in spiaggia, anche se non è proprio così! Essendo il primo giorno i venditori non ci lasciano tranquilli, vogliono venderci a tutti i costi statue, quadri, treccine e massaggi...Io mi faccio subito fare le treccine!!! Non ricordo il prezzo ma le ho pagate molto e dopo tre giorni le ho tolte dalla disperazione!!Una particolarità di questi venditori è che sono regolari, nel senso, hanno regolare cartellino di identificazione ed hanno turni ben precisi per vendere sulle spiagge..Che organizzazione!!!mai visto nulla del genere!!! Il secondo giorno prenotiamo subito le escursioni, JEEP SAFARI e CAYO LEVANTADO! La prima è una gita dove si ha a disposizione una Jeep ogni 4 persone e seguendo una guida si visita l’entroterra,i fiumi, le piantagioni di banane, cocco, caffè e caucciù (se mai dovesse capitarvi non toccate il liquido bianco che cola dalle piante, puzza tantissimo!!!) poi si mangia su una spiaggia di Samanà e ci si può fare un bel bagno, un po’ di relax e si riparte per visitare le abitazioni della gente comune, nel nostro caso proprio l’abitazione della mamma della guida, dove troviamo del caffè (non fatto con la moka ma bensì con delle calze pucciate nell’acqua bollente, con la stessa tecnica del tè praticamente), del tè e dei biscotti tipici niente male. Prima del rientro in villaggio ci siamo fermati in una capanna dove abbiamo assaggiato la Mamajuana, liquore tipico del posto, viene fatto lasciando in ammollo 92 radici nel rhum (Brugal) per un po’ di tempo, poi viene aggiunta mezza bottiglia di miele per rendere il tutto un po’ più dolce, risultato ottimo!!! Ovviamente vendono tutti gli ingredienti per farlo una volta rientrati in Italia ma vi assicuro che viene una bella schifezza!! Verso le 17.30 rientro in villaggio...Doccia, cena, spettacoli in teatro e per finire discoteca!!! è stata proprio una bella giornata! Passiamo qualche giorno in spiaggia a las terrenas, una delle più belle spiagge del posto, dove l’animazione rende uniche le nostre giornate, tra corsi di ballo latino americano, acqua gym, canoa tutto scorre magnificamente! Arriva il giorno della gita a Cayo levantado (che viene pubblicizzata come la gita alla spiaggia della pubblicità della bacardi ma in realtà scopriremo che è la spiaggia che ricorda la pubblicità della bacardi!!!) cmq nulla da togliere a questo maglifico posto! Ovviamente arriviamo a bordo di alcune barche molto rudimentali ma che non ci hanno abbandonato! La mattina la trascorriamo su di una spiaggia molto bella, sabbia bianca finissima, palme bellissime! A pranzo siamo ospiti di un ristorantino in spiaggia dove con un supplemento ci siamo fatti preparare delle aragoste alla griglia...BUONISSIME!!! il nostro pranzo è accompagnato da un orchestrina che ovviamente suona a ritmo latino americano!!! Pomeriggio ci spostiamo in un altro punto dell’isola e a questo punto pensiamo di essere sbarcati in paradiso... La spiaggia dei miei sogni!!! I colori più belli che io abbia mai visto, non riesco nemmeno a descriverli! Torniamo con gli stessi mezzi e prima di arrivare al molo ci soffermiamo a vedere dei pescatori a fine giornata che tirano su le reti... Sembra che qui il tempo si sia fermato... E a giudicare dai loro sorrisi e dalle loro espressioni è molto meglio così!! Questa è la caratteristica fondamentale dei Dominicani, sono solari, ridono sempre, sono tranquilli...Forse anche troppo!!! Io penso che se si trovassero per puro caso nel centro di Milano in mezzo al traffico si metterebbero a piangere come dei bambini!!! IMPAZZIREBBERO!!!! Per loro è follia andare di corsa!!!!! Comunque anche questa giornata è finita per il meglio! Nei giorni seguenti decidiamo di andare a visitare qualche spiaggia nei dintorni a bordo dei Motoconcho (Moto taxi) in 2 o 3 persone a bordo ci si fa portare al posto predefinito ed una volta arrivati ci si mette d’accordo sull’orario per il rientro e loro ti vengono a prendere!!! È ovvio che il prezzo lo si concorda prima di salire (chiedere sempre agli animatori un margine per il prezzo giusto) ma il compenso lo si da alla fine, una volta che si rientra in albergo, altrimenti sono capacissimi di lasciarvi li dove vi hanno portato!!! Cmq la nostra tappa è Playa Cosson, dopo circa 15/20 min di viaggio (non vi spiego il mal di addominali a stare su quel motoconcho e che strade) arriviamo a destinazione, chiediamo ad uno dei ragazzi del posto di aprirci un paio di noci di cocco, quello sarà il nostro pranzo!!! Siccome la giornata non è delle migliori decidiamo di farci venire a prendere per le 15.30!!! Arriviamo in spiaggia e con nostra delusione non la troviamo granchè bella...Il mare non ha dei bei colori ma non facciamo in tempo a fare brutti penseri che spunta un bel sole e come per magia il mare diventa blu, azzurro, verde...E si...Senza sole anche il mare è cupo!!!! A questo punto non ci resta che rilassarci!!! Come previsto 15.30 si rientra in villaggio e proseguiamo li la nostra giornata!! Un altro giorno invece abbiamo avuto una fortuna che in pochi hanno... siccome mia zia è dominicana..Proprio di Samanà... ha avvisato i suoi genitori del mio arrivo e con grande sorpresa sono venuti al villaggio a conoscermi e ci hanno invitato a passare una giornata con loro!!! Ci sono venuti a prendere una mattina intorno alle 10.00 e ci hanno portato alla loro abitazione, non in legno come quelle che avevamo visto nel Jeep safari ma in mattoni all’esterno mentre le pareti interne sono fatte tipo di compensato!...Cmq casetta vista mare..Davanti piantagione di cocco con al centro il berettino di famiglia e dietro piantagione di caffè e abitazione della nonna!!! Abbiamo pranzato con loro le tipiche cose che mangiano, riso, pesce, patatine fritte...Niente male!! Pomeriggio abbiamo fatto un giretto in spiaggia e poi abbiamo preso un po’ d’ombra sotto le palme sorseggiando birra...E non mi sembrava vero..Non c’erano note latino americane in sottofondo..Alchè ci hanno avvisato che non c’è corrente per un problema in paese! CI SEMBRAVA STRANO!!!! Prima di rientrare foto con tutta la famiglia e poi via!!! Si rientra in villaggio con il cuore pieno di emozioni!!! Bellissima giornata ci è dispiaciuto solo il fatto che il resto del gruppo sia andato a playa bonita senza di noi, ma penso proprio che ci abbiamo guadagnato... non capita a tutti di vivere una giornata dominicana al 100%!!! Si susseguono le giornate in spiaggia, le serate con l’animazione, i giochi, gli spettacoli tante volte con la nostra partecipazione ed essendo il villaggio di sole 80 camere dal 2° giorno ci conoscevamo tutti!!!Le cene erano ogni giorno diverse, nel senso, serata spagnola tutto addobbato con i colori della spagna e specialità spagnola...Ovviamente c’era sempre il mangiare italiano e dominicano...E se nn ricordo male c’era appunto la serata spagnola, serata italiano, serata dominicana, serata tedesca...Invece a ferragosto cena intorno alla piscina (tra l’altro addobbata benissimo) e super festa in spiaggia!!!! Che ricordi!!! Cmq abbiamo avuto occasione di cenare al di fuori del villaggio, proprio li a fianco c’era un ristorantino di una coppia di Italiani, cibo ottimo, vino spettacolare e prezzo ridottissimo!!!!come si può chiedere di meglio???? Purtroppo 15 giorni volano che una meraviglia, soprattutto in posti paradisiaci come questi per cui non ci rimane che tornare in Italia con la speranza di ritornare un giorno a far visita in questo luogo incantato ed incontaminato, sperando che rimarrà tale per sempre ma in fondo sappiamo anche noi che non sarà così...Ma la speranza è sempre l’ultima a morire!!! Se avete l’occasione di fare un viaggio da queste parti non fidatevi di chi dice che il mare non è bello, che è freddo e mosso, che ci sono i mosquito (mai visti), che è la stagione delle piogge (mai sentito parlare di pioggia nel mio racconto??) ed infine che è pericoloso uscire dal villaggio...Sono tutte stupidate!! Il popolo dominicano mi è entrato nel cuore con tutto il paese... Cmq è ovvio che non bisogna sfoggiare ori e oggetti preziosi, sono sempre un popolo povero ma personalmente non abbiamo mai avuto problemi nemmeno ad uscire da soli la sera ed andare nelle loro discoteche, al di fuori dal villaggio!!! Devo dire che pur essendo giovani (entrambi 24 anni) qualche viaggietto in località di mare lo abbiamo fatto (Spagna, Marocco, Tunisia, Messico oltre alla nostra splendida Sardegna), e pure essendo bellissimi posti, di questi, mai nessuno è riuscito a rubarci il cuore come lo ha fatto la Repubblica Dominicana, infatti quest’anno abbiamo deciso di tornarci cambiando però zona, Bayahibe al Viva Dominicus Beach...Speriamo di provare le stesse emozioni!!!! Ciao a Tutti Nadia e Mirko

  • 1400 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social