Portogallo: da Porto a Lagos A/R

8 giorni itineranti alla scoperta del Portogallo direzione Nord - Sud

  • di Annibalda
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Viaggio assolutamente consigliato per varietà di "cose" da vedere (fra natura e beni culturali), economicità, gentilezza e disponibilità dei portoghesi.1° giorno: Volo Ryan Air da Bologna a Porto; noleggio auto (una Clio) con la "Jap" (già prenotata tramite internet con Amigos auto) che consiglio : costa meno della metà di noleggi come avis, europcar, herz insomma quelli più noti...e ci siamo trovati benissimo.

Partenza in direzione Aveiro: tappa assolutamente consigliata per una gita sul canale con l'imbarcazione tipica ("Moliceiro") e per un giretto nella piazzetta del mercato e nei caratteristici vicoli del paese. Già qui si vedono le stupende pavimentazioni portoghesi, delle vere e proprie opere d'arte. Pernotto in zona

2° giorno: prima tappa Coimbra per visitare l'Università; molto suggestiva la sala degli Atti ancora utilizzata per le proclamazioni e sorprendentemente ricca e sfarzosa la biblioteca (ma durante il viaggio avremo modo di capire che i Portogesi non hanno lesinato quanto a manifestazioni di sfarzo e ricchezza!), attualmente la corte interna dell'Università è un cantiere. Nota bene: i biglietti per la visita si fanno all'esterno dell'Università in un anonimo edificio dove ha sede l'Ufficio informazioni. Seconda tappa Tomar per visitare il Convento dell'Ordine di Cristo con la Cappella di Cristo, ovvero la Chiesa dove i Templari celebravano messa prima di partire per le Crociate, nucleo originario della struttura risalente al XII sec. successivamente arricchitasi di altri edifici. Imperdibile, veramente emozionante per la bellezza della struttura architettonica e la ricchezza delle pitture. Terza e ultima tappa Nazarè: sul mare anzi sull'Oceano, ..che c'è una bella differenza!, qualche foto dal quartiere di Sitio ovvero sulla cima di un'alta e scoscesa falesia e poi un'ottima Cataplana di frutti di mare (zuppa di frutti di mare). Meritato riposo allo splendido albergo Miramar Sul che consiglio per l'eccellente rapporto qualità prezzo.

3° giorno: passeggiata in riva all'Oceano con i piedi su questa sabbia dorata e ... mi ricordava la consistenza del pangrattato (non dei più fini), vento, tranquillità e ... tanti pesci messi ad essiccare sulla spiaggia! bel posto caratteristico nonostante commenti non positivi letti in qualche altro diario di viaggio, noi lo consigliamo!. Batalha visita al Monastero, ne vale la pena, mi raccomando andateci sulle ore 12/13 quando il sole entra dalle vetrate istoriate creando magici giochi di luce sulle colonne e pavimentazioni, un vero caleidoscopio. E qui si iniziano a conoscere le sembianze di Enrico Il Navigatore che ci accompagnerà ormai per tutto il viaggio!

Ultima tappa della giornata: Sintra. Luogo suggestivo, molto particolare probabilmente per la vegetazione estremamente rigogliosa, per le stranezze dei palazzi, per le strade tortuose.

Visita prima della chiusura al palazzo e giardino Quinta da Regaleira, meglio il guardino e se dovete sacrificare ... sacrificate questo rispetto al Palazzo Nazionale ed al Palazzo de Pena con il suo meraviglioso parco/foresta. Partenza per Cabo da Roca un faro posto su una falesia alta 140 metri con possibilità di fare due passi sul ciglio della scogliera grazie ad un sentiero. Paesaggio emozionante con forti contrasti di colore grazie anche alla vegetazione verde brillante. Questo luogo ricorda per certi aspetti l'Irlanda e la Scozia. Proseguiamo lungo la costa direzione Cascais dove ci fermiamo ad ammirare il tramonto guardando dei pescatori fino al crepuscolo e poi andiamo ad Estoril (evitatela tranquillamente preferendo Cascais!) dove abbiamo l'albergo Lido che sconsiglio per un pessimo rapporto qualità prezzo sotto tutti i punti di vista!)

  • 10571 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social