Norway? My way...da Oslo alle Svalbard e ritorno

Viaggio alla scoperta della Norvegia, visitando le principali città ma soprattutto concentrandosi sul Nord: Tromso, Lofoten, Svalbard.

  • di Bushwag
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Causa crisi e conseguente calo di lavoro, la mia azienda ha chiuso per due settimane ad agosto, e agli impiegati è stato chiesto, se possibile, di aggiungere un’ulteriore settimana. Raramente mi capita di poter usufruire di tre settimane consecutive di ferie, così ho colto l'occasione per visitare una nazione che da sempre mi affascina. Dapprima mi sono documentato sulle cose da vedere sia su internet che su una guida cartacea, poi è scattata la logistica per sviluppare un itinerario coerente da seguire. L'idea era di concentrarmi sul Nord della Norvegia, ma di visitare pure le principali città; così verificando anche i collegamenti tra le varie mete ho fissato il seguente itinerario: Oslo-Myrdal-Flam-Bergen-Trondheim-Lofoten-Tromso-Svalbard-Tromso-Oslo. Purtroppo per tempi di percorrenza a volte biblici, legati alla conformazione del territorio, e per i costi talvolta anche superiori all'aereo, ho dovuto spesso accantonare l'idea di spostarmi il più possibile in treno e bus, cosa che mi avrebbe consentito di ammirare il paesaggio durante gli spostamenti. Una volta fissate le date di andata e ritorno da Oslo, ho cercato di stabilire quanto tempo dedicare ad ognuna delle tappe previste, e di conseguenza ho iniziato a cercare ed acquistare online i biglietti per i trasferimenti interni, sia aerei sia ferroviari (sul sito NSB acquistandoli in anticipo si possono spuntare prezzi scontati, chiamati minipris).

Il contenimento dei costi si rivela vitale in Norvegia, dove la vita costa praticamente il doppio che da noi. Per studenti ed anziani sono spesso previste riduzioni, così come per i possessori di inter-rail, quindi informatevi bene prima di pagare. In genere indicherò i prezzi in corone, ad agosto il cambio, arrotondando, era 1€=8nok. Per fortuna molti voli interni sono decisamente a buon mercato (Norwegian e Wideroe hanno prezzi competitivi), tranne quelli per le Lofoten e per le Svalbard. Da Oslo a Bergen un provvidenziale treno notturno consente di risparmiare un pernottamento, ed un paio di voli con arrivo di notte si prestano per passare la notte in aeroporto sonnecchiando dove possibile. Decisamente impegnativo si rivela organizzare le coincidenze...in particolare quelle da e per le Lofoten, con una diabolica combinazione “doppio volo+bus” che all'andata mi lascia solo un'ora tra l’atterraggio e la partenza del bus costringendomi a prendere un taxi dall'aeroporto di Svolvaer per il quale spenderò l'insanguinata cifra di 220 NOK (quasi 30 euro) per 5 Km di strada...ma non avevo scelta se volevo prendere l'ultimo bus in partenza con destinazione A, villaggio all'estremo sud delle Lofoten, e tappa per me imprescindibile. Al ritorno per fortuna con tre ore a disposizione me la sono potuta fare a piedi, una passeggiata di poco più di un'ora allietata da un paesaggio molto gradevole. Fissati i trasferimenti, inizia la ricerca dei pernottamenti. Avendo da poco aderito a Couchsurfing (un sito in cui la gente offre o chiede ospitalità) ho iniziato ad allacciare contatti e a vagliare la disponibilità ad essere ospitato. In genere una risposta, anche se negativa, si riceve, comunque come temevo alle Lofoten e alle Svalbard i pochi couchsurfers non sono disponibili per i più disparati motivi, in genere visto il periodo dell'anno sono in ferie anche loro, e devo ripiegare su ostelli e guest-house. Trovo ospitalità a Tromso e a Trondheim, mentre ad Oslo dove dormirò solo una notte non la cerco nemmeno. Tra le città del programma di viaggio, Bergen, dove prevedevo di passare due notti, si rivela poco ospitale, almeno con me...provo allora a cercare qualche hotel o guesthouse a prezzi abbordabili ma non trovo niente di adatto al mio budget. Finisco così per modificare il mio itinerario. Sulla strada per Bergen sarei passato da Voss, amena cittadina su un lago, poco lontano dal Naeroyfjord

  • 26869 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Bushwag
    , 28/9/2010 12:49
    Errata corrige: il sito dell'esploratore/avventuriero tedesco è:
    http://www.juergen-schuette.de/

    nello scrivere il testo mi ero perso una "c" per strada. Scusate

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social