Messico... Yucatan e Quintana Roo

Messico in parte on the road ed in parte coccolati al mare

  • di girovaghi2003
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

MERCOLEDI’ 22/02/2012

Dopo mesi di preparativi e con le pile quasi completamente scariche finalmente è arrivata la partenza per il Messico: partiamo alle ore 7:40 da Venezia con volo Iberia con scalo di circa 2 ore a Madrid e, successivamente, di 4 ore a Miami dove cambiamo compagnia e voliamo con American Airlines fino a Cancun dove arriviamo alle 20.45 (ora locale) decisamente stremati. Voli buoni e, per nostra fortuna, nella tratta più lunga l’aereo è quasi vuoto quindi ci prendiamo 3 sedili a testa e riusciamo quasi a sdraiarci. Abbiamo fatto tutto tramite la nostra agenzia di viaggi di fiducia ma è come se avessimo prenotato direttamente noi perché non ci siamo appoggiati a nessun tour operator. Il volo è costato 745 Euro a/r cad. (andata con Iberia e American Airlines e ritorno con American Airlines e British perché da Miami abbiamo avuto scalo a Londra e poi Linate).

Visto l’orario di arrivo abbiamo prenotato il trasferimento per l’albergo “Holiday Inn Express” vicino alla zona hotelera ed abbiamo rimandato all’indomani la presa dell’auto a noleggio.

Finalmente arriviamo in albergo, che risulta essere discreto con la camera abbastanza spaziosa ed un bagno un po’ piccolino, ma sinceramente essendo solo di passaggio e non volendo spendere più di tanto è andato bene. La mattina poi abbiamo trovato una ricca colazione di buona qualità proprio di fronte alla piscina quindi i 67 Euro a camera sono stati ben spesi. Si poteva spendere anche meno ma purtroppo le recensioni degli alberghi con prezzi inferiori non erano molto lusinghiere…

GIOVEDì 23/02/2012

Dopo colazione partiamo subito alla ricerca della filiale Europcar dove avevamo prenotato l’auto per un noleggio di 7 giorni per 180 Euro. La consegna dell’auto era prevista per le 11 ma noi, impazienti di metterci in marcia, eravamo già là alle 9.00. Troviamo un ragazzo gentilissimo che ci spiega tutto nei minimi dettagli e ci mostra la piccola Clio bianca che sarà la nostra compagna di avventure, fortunatamente con aria condizionata, e dopo aver visionato insieme tutte le piccole ammaccature già presenti ci consegna le chiavi. Anche su consiglio della nostra agenzia in loco abbiamo aggiunto l’esonero responsabilità danni per circa 100,00 Euro per tutta la durata del noleggio e sinceramente abbiamo viaggiato molto più tranquilli. Dopo essere riusciti a “incastrare” le valigie nel porta bagagli, che proprio non voleva chiudersi, partiamo e ci dirigiamo subito a fare benzina perché l’auto ci viene consegnata in riserva. Facciamo il nostro primo pieno con 382 dollari messicani (circa 24 Euro), prezzo benzina molto buono… e partiamo verso Merida. Prendiamo la Quota, cioè l’autostrada a pagamento, che risulta essere non proprio a buon mercato e l’intera tratta ci costa 381 dollari messicani (circa 24 Euro), ma vista la stanchezza del viaggio e visti i chilometri che avremmo dovuto fare nei giorni seguenti è stata un’ottima scelta. Verso mezzogiorno ci fermiamo nell’unica stazione di servizio presente e facciamo pausa pranzo in uno dei due locali praticamente uguali dove preparano i tacos al momento e così facciamo il nostro primo vero pranzo messicano. Di 3 tacos con carne e verdura spendiamo 30 dollari messicani (circa 2 euro). Ci rimettiamo in marcia e finalmente, dopo circa 4 ore, arriviamo a Merida che si presente subito come una città molto frenetica e piena di vita, caotica e piena di sensi unici che ci hanno fatto impazzire. Noi ci siamo stati per 3 giorni e abbiamo pernottato a “Casa de las columnas” per un totale di 116 Euro colazione compresa. L’albergo si presente come una piccola perla: 11 camere arredate in stile, spaziose e con un bagno grande, in questa casa coloniale piena di colonne con 2 piccoli patii con poltroncine in vimini e sedie in legno tutte decorate, e con un piccola piscina proprio davanti alla nostra camera, ed in più nel prezzo è incluso anche il parcheggio privato che viene aperto e chiuso a richiesta. Mettiamo le valigie in camera e dopo aver parcheggiato l’auto, partiamo a piedi per iniziare a visitare Merida, dopo circa 20 minuti arriviamo nel centro storico e ci dirigiamo alla piazza principale che si presenta enorme, con tantissime panchine piene di abitanti che chiacchierano, di giovani con i pc portatili, alberi e carrozze per i turisti. Sui quattro lati ci sono la cattedrale che risulta veramente imponente, il palazzo del governo che si può in parte visitare, il palazzo municipale e la casa de montejo anch’esso visitabile gratuitamente. Le vie circostanti sono strapiene di negozi, bar, ristoranti e sono affollatissime di gente, e proprio in queste strade troviamo in una libreria la cartina geografica della regione dello yucatan con varie mappe e ne compriamo subito una al costo di 65 dollari messicani (circa 4 Euro). Consigliamo a chi vuole fare un viaggio come il nostro di non acquistare in Italia le cartine perché, almeno a Vicenza, erano di tutto il Messico e quindi non così dettagliate ed in più costavano il doppio. Senza renderci conto diventa buio e ci ritroviamo con la parte storica della città completamente illuminata… uno spettacolo… e cerchiamo un posticino dove mangiare. Ci fermiamo in uno dove vediamo gente del posto, prendiamo tacos e bibite per 102 dollari messicani (circa 6,5 Euro). Alle 19.00 ci incamminiamo per rientrare in albergo, facciamo una meritata doccia e ci sediamo un po’ sugli sdrai in legno di fronte alla piscina per decidere il programma per l’indomani, facciamo un po’ di foto e andiamo a nanna

  • 11942 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social