Messico Coloniale

il Messico che non ti aspetti!
Scritto da: kay-scarpetta
messico coloniale

Giorno 1: ¡bienvenidos a Ciudad de Mexico!

Oggi in realtà ho poco da raccontare, se non che è stata una giornata alquanto lunga. Volo Genova/Roma delle 7.25, coincidenza alle 10.40 per Città del Messico, dove arriviamo dopo 13 ore e 25 minuti di volo, 10300 km più o meno di distanza.

Una tratta un po’ più lunga del normale per evitare alcune perturbazioni (o almeno così ci hanno detto in aereo), 4 film visti, dormito 2 ore spezzate e una pseudo rissa 4 file davanti a me prontamente sedata dagli steward. A Roma ci siamo incontrati con tutto il gruppo, siamo 19 agenti da tutta Italia e un cameraman.

Qua siamo 7 ore indietro, siamo atterrati verso le 18, quindi la giornata si è chiusa con il trasferimento in hotel e una cena abbastanza leggera (per fortuna). Ridendo e scherzando sono in piedi da 25 ore, è giunto il momento di spegnere il cervello e andare a dormire… jet lag permettendo!

Le foto che posto sono del sorvolo sulla zona dei grandi laghi canadesi e del Lago Erie negli Stati Uniti. Domani si va a San Salvador de Allende.

Giorno 2: San Miguel de Allende

Oggi ci spostiamo da Città del Messico, che visiteremo a fine tour, in direzione San Miguel de Allende.

Il viaggio è abbastanza lungo non tanto per i km quanto per il traffico in uscita da Città del Messico: incredibile il numero di macchine che ci sono e il conseguente traffico in città!

Arriviamo a destinazione verso l’ora di pranzo, check in rapido in hotel – un boutique hotel in stile coloniale semplicemente meraviglioso, con un patio interno bellissimo – e via verso il centro storico dove pranziamo e da dove parte il giro alla scoperta della città.

Che dire di San Miguel de Allende, da sola vale già il viaggio.

Una cittadina tra le più eleganti ed artistiche di tutto il Messico, dove la Cattedrale domina in tutta la sua imponenza e dove i colori la fanno da padrone. Sarà che è una giornata climaticamente perfetta – cielo blu, caldo secco e un venticello che non fa sudare – ma a me questa città colpisce subito per la sua bellezza. Lo stile coloniale la fa da padrone, i colori rosso e giallo predominano x le sue viuzze e nonostante il traffico la città è pulita e ordinata.

Passeggiamo per il centro storico con la Cattedrale, le chiese, il coloratissimo mercato di frutta e verdura e quello dell’artigianato e verso l’ora del tramonto ci concediamo un aperitivo su un “roof top bar” da dove ci godiamo il tramonto su questa deliziosa città.

Cena tipica a base di una zuppa locale, tortillas con carne, formaggio, guacamole e salsa di fagioli, i mariachi in sottofondo con la loro musica, e per finire giretto serale per il centro con puntatina in un locale molto caratteristico con obbligatoria bevuta di tequila locale!

Ora è mezzanotte e mezzo: tempo di spegnere e dormire.

A domani!

Giorno 3: Atotonilco – Miniera la Valenciana – Guanajuato

A malincuore salutiamo la meravigliosa San Miguel de Allende e partiamo per Guanajuato, con 2 tappe intermedie durante il tragitto.

La prima è ad Atotonilco, piccolo paesino famoso per ospitare il Santuario di Jesus Nazareno, considerato uno dei migliori esempi di architettura barocca in Messico e patrimonio dell’umanità dell’Unesco. Impressionanti gli affreschi al suo interno.

Proseguiamo per Guanajuato e visitiamo lungo la strada il Templo de San Roque, una chiesa del 1726 in stile barocco.

La terza tappa è la Miniera la Valenciana dove, muniti di caschetto e scortati da un minatore, scendiamo nelle viscere della miniera. La cosa più impressionante è ascoltare i racconti sulle condizioni in cui sono stati tenuti i minatori per centinaia di anni e cercare di capire anche solo in parte il mazzo che si facevano per una paga ridicola in condizioni lavorative praticamente disumane.

Il nostro viaggio ci porta quindi a Guanajuato, capitale dell’omonimo stato, a 1990 metri di altitudine. La città ha una notevole importanza storica nell’ambito della Guerra d’indipendenza del Messico, avendo avuto luogo in questa città la prima battaglia tra gli insorti indipendentisti e i sostenitori della corona spagnola ed ogni anno ospita uno dei festival culturali più famosi del Messico, il Festival Internazionale Cervantino, che riunisce artisti e musicisti da tutto il mondo. In realtà la visita vera e propria della città la faremo domani ma solo l’assaggio che abbiamo avuto arrivando col pullman ci ha fatto capire che è una città meravigliosa!

Questa sera partecipiamo alla “callejonada”: insieme a musicisti e cantanti locali (che si chiamano estudiantinas), camminiamo per le strade della città per arrivare al “callejon del beso”, accompagnati da canzoni e storie locali. Gli uomini regalano rose alle donne, lungo la strada ci si ferma a bere utilizzando il “purròn” e si canta e si balla tutti insieme. Mi sono divertita come una matta! La callejonada termina con la messa in scena di una delle leggende narrate, che è una sorta di Romeo e Giulietta alla messicana: secondo voi chi è finita in mezzo a fare Ana, la Giulietta locale? Ovviamente io!

Giorno 4: Guanajuato – Querètaro

Oggi andiamo alla scoperta della città di Guanajuato con la luce del sole. Se ieri con le ombre della sera mi era sembrata bellissima, oggi col sole splendente ed il cielo blu la trovo mozzafiato.

Guanajuato è tutta da vedere per la sua particolarissima conformazione urbana. La città venne fondata nel 1559 nelle vicinanze di alcune tra le miniere d’argento più produttive che il mondo abbia mai conosciuto. L’era coloniale è stato il periodo di maggior splendore per la città, e la sua ricchezza di un tempo è tutt’oggi ben visibile negli spettacolari palazzi che abbelliscono l’architettura della città. Grazie agli enormi guadagni, infatti, i padroni delle miniere hanno abbellito le tortuose vie e le piazze del centro con magnifiche residenze coloniali, chiese barocche e neoclassiche e sfarzosi palazzi pubblici tuttora ben conservati.

Guarda la gallery
dia_5_bis

dia_8_ter

dia_8_bis

dia_8

dia_7_ter

dia_7_bis

dia_7

dia_6_ter

dia_6_quater

dia_6_bis

dia_6

copertina

dia_5

dia_4_bis

dia_4

dia_3_ter

dia_3_quater

dia_3_bis

dia_3

dia_2_bis

dia_2



    Commenti

    Lascia un commento

    Città del Messico: leggi gli altri diari di viaggio

    Video Itinerari