Messico e Belize

7 agosto 2003 Arriviamo all'aeroporto di Città del Messico attorno alle 10 (vedi descrizione del viaggio di andata. Alla dogana di aspetta un semaforo!! Si, proprio un semaforo come quelli che si trovano lungo la strada: schiacci un bottone, se ...

  • di Massimo Cassinari
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
 

7 agosto 2003 Arriviamo all'aeroporto di Città del Messico attorno alle 10 (vedi descrizione del viaggio di andata. Alla dogana di aspetta un semaforo!! Si, proprio un semaforo come quelli che si trovano lungo la strada: schiacci un bottone, se si accende la luce verde puoi passare, "becchi" il rosso ti fermi, ti aprono le valigie e ti fanno passare come il riso. Nessuno di noi ha questa fortuna :-)) Con l'aiuto delle indicazioni che troviamo in aeroporto ci mettiamo alla ricerca di un albergo, intanto cominciamo a cambiare qualche soldo e a prendere confidenza con la valuta locale. In breve tempo troviamo un hotel in centro a un prezzo ragionevole e due taxi che ci portano li.

Prendiamo possesso delle nostre stanze e poco dopo iniziamo la nostra esplorazione di una delle città più grandi del mondo.

Data l'ora abbiamo pure fame!!! praticamente ci fermiamo nel primo posto che troviamo: un ristorantino nelle vicinanze dell'albergo. Cominciamo a fare conoscenza con la cucina messicana: tortillas, burritos, guacamole ecc... I più coraggiosi provano l'agua del melon (che contro tutte le indicazioni che abbiamo ricevuto in patria non proviene con certezza da una bottiglia chiusa) A questo punto possiamo iniziare la nostra esplorazione della città.

Ci incamminiamo verso lo "zocal", la piazza principale. Lungo la strada incontriamo la Casa de Azulejos, costruita nel 1596 e decorata con piastrelle in stile spagnolo e moresco ma che in realtà furono prodotte in Cina.

Un altra caratteristica che notiamo subito sono i taxi, non ci colpiscono per il loro numero (anche se non sono pochissimi) ma perché sono tutti vecchi (e anche meno vecchi) maggiolini di colore verde Finalmente arriviamo alla piazza, la prima cosa che vediamo è la Catedral Metropolitana costruita a partire dal 1537 su un antico sito Azteco. La a seguito di cedimenti del terreno, la cattedrale si è inclinata e l'andamento nel tempo di questa inclinazione viene tenuto sotto controllo con un filo a piombo di dimensioni adeguate.

Usciamo dalla Catedral, ormai è tardi (a dire il vero non tardissimo sono le 5, ma tutto qui chiude molto presto) non abbiamo tempo per vedere il Palacio Nacional e i murales di Diego Ravera In compenso facciamo in tempo a vedere un caratteristico mercatino e alcuni personaggi pittoreschi che per pochi pesos tolgono la negatività (in seguito scopriremo che non sono molto efficaci, o che hanno trovato una sfida troppo grossa per le loro forze, ma questa è un'altra storia...) Torniamo in albergo giusto per darci una rinfrescata, poi andiamo a cena nel ristorante che si trova all'interno della Casa de Azulejos. Carino, si mangia bene, caro per gli standard messicani ma non per i nostri (meno di 10 USD a testa). Per stasera ne abbiamo abbastanza, siamo stanchi andiamo a nanna.

8 agosto 2003 Ci svegliamo nel nostro alberghetto di Mexico City, il programma della giornata prevede la visita al Museo Nazionale di Antropologia, dove potremo farci una cultura sulle civiltà pre-ispaniche.

Dopo una "breve" (non più di un ora per un caffè e una fetta di pane tostato) andiamo a prendere la metropolitana. Dobbiamo riconoscere che la metropolitana di Città del Messico è degna di una grande città moderna: una rete molto estesa e con collegamenti frequenti.

Arriviamo al Museo, (ovviamente essendo venuti apposta entriamo anche...). Che dire... Effettivamente il museo è molto grande e contiene tantissimi reperti delle antiche civiltà americane... Forse, troppi... Dopo un paio di ore personalmente ne ho abbastanza e mi avvio all'uscita... Altri componenti del gruppo sono già li

  • 1767 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Gerardo Guida
    , 29/6/2013 22:25
    Grazie per l'utile descrizione del viaggio!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social