Messico, Guatemala e un assaggio di New York

Il viaggio riportato è stato organizzato da noi attraverso l’aiuto della guida Lonely Planet e relazioni varie trovate in Internet, solo per la parte Guatemala avevo prenotato alberghi e tour tramite il sito vagabondo.net che si appoggia ad un’agenzia turistica ...

  • di teageraci
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia

Nel parco antistante il museo è anche possibile assistere ad un’esibizione dei Voladores, uomini che ruotando scendono a testa in giù da un alto palo tramite una fune legata alla caviglia.

Ci spostiamo dopo la visita al museo con un micro autobus cittadino (biglietto 3,5 p) allo Zocalo (Plaza de la Constitucion). Nella piazza numerosi i venditori di souvenir e diverse esibizioni di guaritori e particolari danzatori detti concheros per le cavigliere e i bracciali di conchiglie che indossano (concha).

Sulla piazza si affacciano il Palacio Nacional dove per entrare occorre esibire il passaporto, di rilievo i murales di Diego Rivera lungo la scalinata principale, e la Catedral Metropolitana con il suo altare dorato Altar de los Reyes e le numerose cappelle riccamente decorate lungo le due navate laterali.

Abbiamo cenato da Italianni’s in Av. Juarez che sconsiglio, cibo mediocre e prezzi relativamente elevati (pizza, insalata e birra 328 p in due).

21/7 Oggi visita a Teotihuacan, colazione alle 7.

Metro fino al Terminal Norte e qui, al gate 8 situato in fondo a sinistra rispetto all’ingresso, autobus per il sito (direzione Piramides 31 p solo andata, il biglietto di ritorno si acquista sul bus).

Il sito archeologico dista circa 50 km e ci abbiamo impiegato un’ora, si attraversa la città che sembra non finire mai, d’altra parte Mexico City conta 18 milioni di abitanti.

Numerosi venditori girano per il sito, forse un po’ troppi, ma questa sarà una caratteristica costante di tutti i luoghi visitati.

Trattate sempre il prezzo, io non ne sono molto capace, mi arrendo presto, Ezio è più tenace, e comunque loro partono da prezzi piuttosto alti per gli oggetti che vendono.

L’autobus ferma all’ingresso 1, verificate se al ritorno riparte dall’ingresso 3, in tal caso conviene visitare subito la Ciudadela con il Tempio di Quetzalcoatl e poi percorrere i 2 km della Calzada del los Muertos verso nord visitando i vari palazzi e il museo del sito fino alla Piramide della Luna vicino all’ingresso 3, noi invece siamo ritornati indietro, e nel frattempo il sole era diventato piuttosto cocente, perché non avevamo capito che poteva esserci questa possibilità e abbiamo lasciato per ultima la Ciudadela. Altro consiglio è andar presto, molti gruppi iniziano ad arrivare dopo le 10.

Il sito è affascinante, salire i 248 gradini della Piramide del Sol (in realtà gradoni) è stato per me emozionante e dalla cima si ha un magnifico panorama della città antica.

La città fu costruita tra il 150 d.C. E il 600 d.C. E probabilmente ha dominato il più grande impero preispanico del Messico.

Al ritorno siamo scesi dal bus ad Indios Verdes e ci siamo diretti alla Basilica di Guadalupe.

Ma prima ci siamo fermati a mangiare tacos di pollo dorati in un bar-ristorantino, pranzo che impegnerà il nostro stomaco per il resto della giornata (due piatti e due birre 140 p).

La via fino alla Basilica è piena di bancarelle da entrambi i lati, e intorno alle costruzioni religiose ancora mercato di vario artigianato e alimentare.

Bella la salita alla Capilla del Cerrito e la discesa la Parco della Ofrenda.

22/7 Ancora Città del Mexico, visita al Templo Mayor e relativo museo (biglietto 48 p). Siamo nell’antico centro cerimoniale della città atzeca Tenochtitlan, demolito dagli spagnoli dopo il 1520.

Di seguito visita alla piacevole Casa Blu di Frida Kahlo (ingresso 45 p), e ritornando lungo Av. Mexico all’angolo con via Madrid ci fermiamo a mangiare un’ottima insalata di frutta con yogurth e granola da Manjar (con due birre e caffè 114 p)

  • 2654 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social