Crociera ai Caraibi… l’inverno in infradito!

Una crociera ai Caraibi, un sogno non impossibile facendo le giuste scelte.
 
Partenza il: 09/12/2018
Ritorno il: 17/12/2018
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

L’idea di togliere scarpe, cappotti e sciarpe e anche per una sola settimana durante i mesi più freddi infilare un semplice paio di infradito è il sogno di tanti che vivono nell’emisfero boreale. La maggioranza delle persone è convinta che sia un sogno molto costoso ma, fidatevi, con gli accorgimenti giusti, non è affatto così!

Abbiamo abbinato una Crociera ai Caraibi al nostro soggiorno a New York, il periodo scelto è stato inizio di dicembre. Quando abbiamo immaginato il nostro viaggio l’idea era quella di vivere la magia delle luci di Natale (rinunciando però al periodo più costoso che va dalla seconda metà di dicembre al Capodanno) alla magia di indossare cappellino da Babbo Natale e maniche corte.

Negli anni abbiamo sempre pensato che la Crociera non fosse luogo adatto a due viaggiatori fai da te, amanti della natura, delle cose semplici e della tranquillità come noi ma un paio di anni fa, durante la nostra crociera in Alaska, abbiamo capito che anche qui, con le scelte giuste, può rappresentare un modo comodo e ‘conveniente’ per viaggiare.

Cominciamo con lo spiegare quella che è la scelta più importante: la scelta della compagnia di navigazione! Documentandoci, abbiamo capito che esistono diversi tipi di crociere che si rivolgono ad un pubblico differente: ci sono le navi specializzate per le famiglie con bambini, quelle che specializzate per la clientela più giovane e che ama socializzare e divertirsi e poi c’è…la Holland America ! navi più piccole, con pochissima animazione, molto tranquille, senza grandi formalità (a partire dalla possibilità di vestirsi anche a cena con abiti informali e mangiare al self service o mangiarsi una semplice pizza), adatte quindi a persone ‘più grandi’ e agli ‘orsetti’ come noi.

La scelta di una settimana in crociera può tutto sommato essere anche piuttosto conveniente perché con una spesa decisamente contenuta (se vi accontentate di scegliere una cabina interna – comunque molto confortevole) e spesso molto più economica di un soggiorno in autonomia visto che comprende oltre al soggiorno anche cibo e bevande a volontà con un servizio a 5 stelle! Certo non dovete pensare alla possibilità di vedere e godere a fondo dei porti visitati ma dovete immaginare il vostro soggiorno come un soggiorno in un resort che, ogni tanto, vi permette di fare ‘delle gite’ in alcuni luoghi.

Di seguito trovate il dettaglio dell’itinerario scelto da noi.

1° giorno NEW YORK-MIAMI-FORT LAUDERDALE con volo interno ci spostiamo da New York a Miami e scopriamo che…è stato più lungo il transfer dall’hotel di New York al JFK che il volo…no comment per il traffico della Grande Mela…

Atterriamo a Miami e, dopo aver affrontato/goduto dello sbalzo termico di circa 25° chiamiamo Uber (app e servizio comodissimo!) e ci spostiamo nella cittadina di Fort Lauderdale a circa 50 km da Miami. Soggiorneremo 2 notti presso un accogliente Motel a due stelle – lo Snooze – proprio fronte mare (consigliato).

2° giorno FORT LAUDERDALE per sicurezza avevamo deciso di arrivare in Florida con un giorno di anticipo rispetto alla data di partenza della crociera, sia per essere sicuri di non perdere la nave a causa di un eventuale ritardo aereo, sia perché un soggiorno in queste zone è sempre molto gradevole. Siamo già stati a Miami alcuni anni fa e quindi abbiamo deciso di saltare la visita della città e spostarci subito un po’ più a nord, vicino a Port Everglades dal quale ci imbarcheremo, anche perché a dirla tutta Miami non ci aveva entusiasmato…

Fort Lauderdale appare subito molto accogliente e gradevole. Un ampio lungomare da godere, dove rilassarsi in spiaggia, dove correre, dove andare in bicicletta, dove mangiare un boccone in bar o ristoranti, dove fare un po’ di shopping…insomma dove tutto, o quasi, è relax. A qualche chilometro di distanza, c’è un piccolo centro città raggiungibile con i ‘trolley’ dei caratteristici autobus turistici. E intorno…paludi trasformate in parchi cittadini, canali e tante, tantissime, sfarzosissime ville circondate da piscine, box con auto di lusso parcheggiate e yacht faraonici ormeggiati…proprio davanti a casa ! Ebbene sì, se vuoi sentirti povero, visita Fort Lauderdale !

3° giorno IMBARCO: è il giorno dell’imbarco per la crociera. La mattina trascorre veloce fra colazione e un giro di shopping; l’idea originaria era quella di risalassarci e goderci ancora l’ampia spiaggia di Fort Lauderdale ma siamo un po’ sfortunati, la giornata è coperta e a tratti anche piovosa. Un po’ prima di pranzo contattiamo tramite App un autista Uber e ci facciamo accompagnare al porto (15/20’ di viaggio).

Nonostante viviamo in una città portuale, Port Everglades ci lascia a bocca aperta per la vastità e la numerosità di navi da crociera ormeggiate.

Rapidamente completiamo il check-in, depositiamo i bagagli che ritroveremo comodamente ad attenderci nelle nostre cabine e saliamo a bordo. La partenza è prevista per le ore 17 quindi abbiamo tutto il tempo per rilassarci e fare un primo giro di perlustrazione e, come da copione, l’esercitazione obbligatoria per sapere come gestire eventuali emergenze.

Cena nel self-service e poi spettacolo a teatro.

La cosa che ci è piaciuta nelle crociere Holland America è che ci sono due modi per cenare e quattro per pranzare. A cena sono aperti due ristoranti: uno self-service dove si può andare con abiti estremamente informali e servirsi liberamente (acqua, limonata, tè freddo, tè caldo, tisane e caffè inclusi) oppure fare un po’ più i ‘signori’ e recarsi presso il ristorante dove si viene serviti al tavolo da impeccabili camerieri. La cena o le cene di gala non sono obbligatorie, se siete tipi da jeans e scarpe da ginnastica anche nelle sere in cui viene organizzata la cena elegante siete liberi di ripiegare sul self-service. Per i pranzi, oltre a queste due alternative, trovate aperta anche l’hamburgeria. A questa scelte si aggiunge la pizzeria, praticamente sempre aperta così come il banco dei dolci e dei gelati…tutto compreso nel vostro pacchetto..un vero attentato alla linea! …per pudore non cito le colazioni..

4° giorno NAVIGAZIONE: Nei giorni di navigazione non si può dire che ci si annoia. Tante sono le iniziative di intrattenimento anche per gli Orsi come noi che non amano l’animazione. Palestra, film disponibili nella vostra camera o nel cinema, incontri con guide e naturalisti che spiegano le escursioni, flora, fauna e vita marina dei paesi che state visitando e, non ultimo, se siete in navigazione in luoghi caldi due belle piscine e sdraio sempre disponibili dove rilassarsi.

Guarda la gallery
florida-3ru9s

Crociera ai Caraibi...l'inverno in infradito!

florida-e6qk8

Crociera ai Caraibi...l'inverno in infradito!

florida-xybpq

Crociera ai Caraibi...l'inverno in infradito!

florida-hj55c

Crociera ai Caraibi...l'inverno in infradito!



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bahamas
    Diari di viaggio
    crociera ai caraibi... l'inverno in infradito!

    Crociera ai Caraibi… l’inverno in infradito!

    L’idea di togliere scarpe, cappotti e sciarpe e anche per una sola settimana durante i mesi più freddi infilare un semplice paio di...

    Diari di viaggio
    crociera ai caraibi 4

    Crociera ai Caraibi 4

    Finalmente dopo tanto stress e tremila cose da fare per il nostro matrimonio, arriva il giorno della partenza per la nostra luna di miele...

    Diari di viaggio
    crociera ai caraibi 2

    Crociera ai Caraibi 2

    bar e zona massaggi. Dalle recensioni lette mi aspettavo un posto più turistico e affollato. Oggi invece le persone non sono molte e ben...

    Diari di viaggio
    le bahamas... per non abbienti

    Le Bahamas… per non abbienti

    Mercoledì 28 dicembre Abbiamo deciso di scegliere una meta meno avventurosa per le nostre vacanze invernali e siamo partiti alla volta...

    Diari di viaggio
    bahamas, abaco: una tra le perle incontaminate delle out islands

    Bahamas, Abaco: una tra le perle incontaminate delle Out Islands

    Un tuffo nel mare cristallino delle Bahamas, più precisamente ad Abaco, una tra le perle incontaminate dell’intero arcipelago. La nostra...

    Diari di viaggio
    miami e bahamas, relax assoluto

    Miami e Bahamas, relax assoluto

    MIAMI E BAHAMAS, RELAX ASSOLUTO! Rimasi colpita molti anni fa vedendo delle immagini delle isole Exumas, nell’arcipelago delle...

    Diari di viaggio
    florida e bahamas

    Florida e Bahamas

    Confrontati i prezzi dei voli su www.skyscanner.com, prenotiamo il volo con la US AIRWAYS Roma-Miami con scalo di 1.40 h a Philadelphia...

    Diari di viaggio
    bahamas: great exuma o eleuthera?

    Bahamas: Great Exuma o Eleuthera?

    Ho avuto la fortuna di visitare queste due bellissime isole, Exuma nell’agosto 2010 ed Eleuthera nell’agosto 2013, trascorrendo in...

    Diari di viaggio
    florida e bahamas... with the baby

    Florida e Bahamas… with the baby

    Ciao a tutti, questo è il racconto del nostro viaggio tra Florida e Bahamas con la nostra bimba di 3 anni e mezzo, dal 15 novembre al 5...

    Diari di viaggio
    exuma, che sogno!

    Exuma, che sogno!

    Ciao Ragazzi, eccomi tornata da una meravigliosa vacanza con la V maiuscola… Dopo un po’ di informazioni raccolte sul web, io e mio...

    Video Itinerari