Singapore e Malesia, crogiolo di culture

Partenza da Singapore e poi verso Melaka, Kuala Lumpur, la foresta Taman Negara, Kota Bharu e le isole Perhentian (e ritorno a Singapore)

  • di nazzavalbo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Ed eccoci al 04/08, fatidica data di partenza di un tanto agognato viaggio: Singapore e Malesia! Il nostro itinerario prevede partenza da Bologna ore 18.50 e arrivo a Singapore 16.30 (del 05/08) con scalo a Istanbul, con la Turkish Airlines, (rispetto degli orari previsti e buon servizio)! Arriviamo a Singapore nel tardo pomeriggio e prendiamo subito un mini-bus con destinazione Little India, dove rimaniamo per una notte. L’impatto con il quartiere indiano è subito molto forte! Rimaniamo quasi storditi dalla moltitudine di persone che imperversano per le strade, profumi e colori di un mondo nuovo che improvvisamente si è aperto davanti ai nostri occhi. Solo un assaggio, ma sufficiente a rimanere impresso nella nostra mente.

La mattina seguente prendiamo un autobus con destinazione Melaka, città storica per eccellenza della Malesia, colonizzata da schiere di conquistatori europei che lasciarono, quali testimonianza del loro passaggio, splendidi monumenti e palazzi. Solo verso le tre del pomeriggio (dopo circa 5 ore di viaggio causa permessi di uscita da Singapore e entrata in Malesia), arriviamo a destinazione e ci facciamo consigliare da un taxista, uno splendido hotel, (Hotel Puri) casa restaurata Peranakan, finemente arredata, proprio nel cuore della città vecchia di Melaka. Fare il tour di Melaka con uno dei coloratissimi risciò a bicicletta è uno dei modi migliori per vedere molti posti in un lasso di tempo relativamente breve, e il nostro guidatore di risciò, veramente simpatico e preparato, ci conduce alle attrazioni più belle, come Town Square, con la Torre dell’Orologio, lo Stadthuys, sede del municipio che spicca per il suo colore rosso e a una delle strade, per quanto mi riguarda, più interessanti “via dell'Armonia”, dove in un’atmosfera quasi surreale si susseguono moschee, templi cinesi e templi indù uno accanto all'altro, come il Cheng Hoon Teng Temple, il tempio cinese più antico della Malesia.

Il giorno seguente partiamo alla volta di Kuala Lumpur, dove rimarremo fino al 10, e dopo circa 3 ore di autobus, ci troviamo catapultati in una dimensione completamente nuova, caldo e umidità da fare impazzire, strade caotiche e traffico infernale! Ci dirigiamo verso il nostro hotel (Swiss Inn), nel cuore del quartiere cinese, e subito “Petaling Street”, la via famosa per vestiti e accessori per tutti i gusti e tutte le tasche, ci assorbe completamente. Il pomeriggio, in autobus (circa 40 minuti) ci dirigiamo alle enormi "Batu Caves", grotte di formazione calcarea, situate ad una quindicina di km da Kuala Lumpur. Proprio di fronte a noi si staglia l’enorme statua dorata della divinità della guerra “Lord Murugan” (42,7 metri), che ci lascia veramente impressionati. L’unico modo per raggiungere la grotta interna è scalare i 272 ripidi scalini collocati all’ingresso. Il sito è composto da tre caverne principali (una delle quali è “alta” oltre 100 metri) e da alcune altre caverne minori, che si dipanano tra rocce di origine calcarea e ospitano diversi santuari indù. All'interno della grotta di solito alloggia una popolazione di scimmie che vagano indisturbate nelle cave e tra i templi, ma che probabilmente nel tardo pomeriggio vanno a riposare, poiché non ne abbiamo visto neanche una!

Il ritorno a Kuala diventa un’odissea, poiché il nostro autobus rimane intrappolato nel traffico e ci tocca perfino scendere e salire su un altro mezzo, e solo dopo un’ora e mezzo di caos e clacson arriviamo finalmente a destinazione

  • 17675 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. MoltoVale
    , 9/6/2013 08:29
    Ciao!
    Tra poco farò un viaggio molto simile al tuo, e volevo sapere a riguardo del passaggio Singapore-Malesia... Costa? Entrando a piedi e non in aereo in territorio malese sai dirmi per quanti giorni si ha il visto?
  2. monica59 1
    , 22/1/2013 14:27
    Un viaggio affascinante .... Mi piacerebbe affrontarlo con mio figlio che ha 17 anni e vorrei chiedere se pensate sia pericoloso . Inoltre ho solo 10 giorni cosa potrei saltare ? Grazie e complimenti !!!
  3. monica59 1
    , 22/1/2013 14:25
    Un viaggio

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social