Madagascar on the road, tra lemuri e baobab

Viaggio nella parte centrale del Madagascar, passando per Tulear e poi risalendo la costa ovest fino a Morondava

  • di silvia191275
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Il nostro viaggio ci portera' a visitare la parte degli altopiani e il sud-ovest del Madagascar, con un fuoristrada affittato dall'Italia attraverso una guida locale. Il nostro viaggio e' iniziato il 21 dicembre 2011 dall'aereoporto di Roma Fiumicino, prima destinazione Parigi e poi Antananarivo. Siamo arrivati a Tana alle 23:40 del 22 dicembre dopo 11 ore di volo. La prima cosa che ci ha colpito e' stata la temperatura molto elevata, pur essendo in piena notte... ma la cosa e' stata molto piacevole, vista la temperatura di partenza molto piu' rigida! Eravamo molto eccitati all' arrivo sia per la felicita' di essere in Madagascar, sia per la curiosita' di conoscere la nostra guida. Dopo aver sbrigato le pratiche per il visto e per riprendere i bagagli, abbiamo finalmente incontrato Eugenio che ci ha accolti con una bottiglia di Acqua e ci ha accompagnato, dopo i consueti convenevoli, in albergo (cheval Blanc) modesto ma pulito. Io e Samu eravamo sfiniti e dopo aver cercato e trovato nella valigia il nostro fornelletto per le zanzare portato diligentemente dall'Italia e messo prontamente in uso, siamo andati a dormire, pensando all'indomani mattina quando avrebbe ufficialmente preso inizio il nostro tour!

Secondo giorno

Così e' stato, mattino del 23 dicembre (Giorno 2) sveglia alle sette, colazione e ricognizione con la nostra guida (autista e guida che avevamo preventivamente contattato dall'Italia e che ci avrebbe accompagnato per i nostri 15 giorni con la sua 4x4) per pianificare il nostro giro, che avevamo solo ipotizzato ma non fissato precedentemente dall'Italia, questo perché essendo il periodo delle piogge magari alcune tappe prefissate potevano saltare e viceversa, quindi abbiamo preferito valutare le nostre tappe giorno per giorno, cosa che in questo periodo e in questa parte del Madagascar (parte degli altopiani e sud-ovest) e' possibile, vista la poca affluenza di turismo. Dopo aver concordato delle cose tecniche, come cambio soldi e prenotazione di un eventuale volo interno Tulear-Antananarivo per il rientro, partiamo alla volta di Antanarivo. La città e' un esplosione di tutto... colori, frutta, smog e soprattutto tutto quello che serve a portata di finestrino, anche un aiuto per far ripartire l'auto che per effetto del gran caldo e del condizionatore acceso, si e' surriscaldata; ma niente paura, in un baleno ci troviamo una squadra di ragazzi creatasi dal nulla che spingevano l' auto e portavano acqua per raffreddare il radiatore dell'auto, ed ecco che si riparte. Siamo all'antivigilia di Natale e la citta' e' veramente piena di mercatini e di gente che si prepara alla festa. Dopo due ore riusciamo a liberarci dal caos del centro e ci dirigiamo verso Antasibe-Mantadia,in cerca di Lemuri. Il percorso e' bellissimo, pieno di verde degli alberi e del rosso della terra e... di Pioggia, che per fortuna e' arrivata nel tardo pomeriggio. Siamo nel pieno del periodo delle piogge e la nostra guida ci spiega che questi acquazzoni pomeridiani sono normali, ma poi al mattino ritroveremo il sereno. Una cosa molto curiosa che si osserva dal finestrino dell'auto e' che le montagne qui fumano... cioè si vedono tantissime colonne di fumo che contornano le cime delle colline e scopro con stupore che sono delle carbonaie attive e che qui ce ne sono dappertutto rendono il panorama veramente un incanto. Dopo quattro ore di jeep arriviamo al nostro Lodge, il Feon ny ala, molto bello e accogliente, il suo nome significa la voce della foresta e non potrebbe essere nome piu' azzeccato, visto il tipo di risveglio che ti aspetta, al suono del canto degli Indri-Indri

  • 20962 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. martina.battistioli
    , 4/4/2012 22:03
    Ciao Silvia!
    Abbiamo letto il tuo diario di viaggio e ci hai trasmesso un sacco di entusiasmo e di voglia di conoscere il Madagascar! :)) Siamo reduci da un viaggio negli USA occidentali on the road (anche noi abbiamo scritto un bel diario a memoria indelebile dei bei tempi) e questo è lo stile che più ci piace. Vorremmo tanto sapere di più circa il viaggio che avete fatto, in particolare, se possibile, vorremmo avere un contatto con quell'Eugenio cui vi siete appoggiati voi per viaggiare in Madagascar.
    Posso contattarti via mail tramite mp?
    Intanto ti lascio il mio indirizzo di posta elettronica: se puoi scrivimi così ti chiedo più info :)

    martinaducky@hotmail.com

    Grazie mille!
    Martina

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social