Viaggio in Madagascar

Un viaggio ricco di emozioni, esperienze diverse, incontri toccanti
 
Partenza il: 13/07/2018
Ritorno il: 29/07/2018
Viaggiatori: 2
Spesa: 3000 €

Un viaggio ricco di emozioni, esperienze diverse, incontri toccanti in uno dei paesi più poveri del mondo. È un viaggio che a volte può metterti a dura prova sia per la fatica fisica, ma soprattutto nel toccare con mano come si svolge la vita di tutti i giorni. Bambini ovunque, bambini che già da piccoli sono dei gran lavoratori visto che il loro modo di giocare per noi è considerato lavorare. Il Vasa (come chiamano loro i turisti) sono presi d’assalto perché hanno comunque sempre qualcosa da donare… a volte anche solo delle caramelle… È un paese che nel suo disordine appare pulito, la plastica non è diffusa, al contrario tutto viene trasportato tramite grandi ceste fatte a mano, del resto in Madagascar tutto è fatto a mano. È un paese che ti porta ad interrogarti e a porti delle domande alle quali non sempre si riesce a dare una risposta…

PERCORSO:

14/07/18 arrivo ad Antananarivo incontro con Tyaray, il nostro tramite, con il quale abbiamo scambiato diverse mail nei mesi precedenti e abbiamo organizzato il viaggio e il nostro driver Roger. Dopo una veloce conoscenza paghiamo Tyaray e partiamo per Antsirabe (località molto fredda) dove arriveremo dopo 6 ore.

15/07/18 partenza il mattino presto (5 a.m.) e arrivo a Miandrivazo dopo 5 ore.

15-16-17/07/18 Dopo l’incontro con una parte dell’equipaggio che ci condurrà per la discesa del fiume Tsiribihina, carichiamo la jeep di cibo e ci dirigiamo all’imbarcazione. La crociera e’ stata molto comoda e rilassante, si mangia a bordo dell’imbarcazione e la sera si dorme in tenda sulle rive del fiume a volte con altri turisti. Durante il giorno si naviga e ogni tanto si visita un villaggio. In merito alla sicurezza prima di partire ci siamo informati sul grado di rischio che l’esperienza prevedeva anche perché un altro tramite Malgascio con cui avevamo scambiato diverse mail ci aveva sconsigliato la discesa. Io posso dire di aver visto periodicamente sulle rive del fiume dei ragazzi con il fucile che ci e’ stato detto essere li per la sicurezza del posto (ad ogni sosta i membri dell’equipaggio donavano cibo o soldi). Dobbiamo segnalare che il nostro driver ci ha consigliato di dare a lui parte dei soldi e i passaporti prima di imbarcarci, cosa che abbiamo fatto e che ci ha restituito al nostro incontro dopo 3 gg. Abbiamo visto altri turisti fare il medesimo percorso con la canoa, esperienza sicuramente bella ma molto impegnativa sia per la posizione in canoa che per il sole e il caldo. Ritengo quindi la discesa del fiume con la barca un’esperienza sicuramente da fare che permette di vedere villaggi completamente isolati dal resto dal mondo e soprattutto la loro quotidianità. Il giorno 17 dopo lo sbarco e l’ultimo pranzo carichiamo la jeep che ci aspettava sulle rive del fiume a Belo Sur Tsiribihina e partiamo per Bekopaka. Per arrivare sono necessarie 4 ore di strada sterrata piuttosto brutta in carovana scortati dalla polizia. Alloggiamo all’Hotel Tanankoay in capanne in mezzo alla natura.

18/7/18 visita del Parco Nazionale Tsingy il mattino il grande Tsingy 3 ore di percorso (puo’ essere fatto anche il percorso di 6 ore) e il pomeriggio il piccolo Tsingy. Portare scarponcini da trekking e la torcia. Consiglio di fare nei pressi del piccolo Tsingy l’escursione con le canoe alle gole del fiume Manambolo.

19/7/18 da Bekopaka torniamo al fiume Tsiribihina guadiamo il fiume con delle zattere e ci dirigiamo alla Baobab Avenue per il tramonto dopo aver visto il più grande baobab, i baobab innamorati, la sera siamo a Morondava.

20/7/18 da Morondava partiamo alle 8 di mattino e ci dirigiamo a Manja dove arriviamo dopo 6 ore di viaggio su strada sterrata. (Consigliamo una visita delle spiagge di Morondava prima di partire in modo di posticipare l’arrivo a Manja dove non c’è nulla e dove vi e’ un solo albergo dove dormire piuttosto brutto) Visitiamo il centro di Manja anche se il nostro autista consiglia di lasciare tutto in albergo e di rientrare prima che faccia buio.

21/07/18 partiamo da Manja alle 6 di mattina e dopo 8 ore di viaggio interminabili di cui 7 ore su strada sterrata e dopo aver guadato diverse volte il fiume arriviamo a Ifaty che sembra un paradiso. Soggiorniamo nell’hotel La Mira de Maroloko (camera n.5) vicinissimi alla spiaggia con vista mare, ottima struttura.

22/7/18 partiamo il mattino per Tolliara (40 min) e li prendiamo l’aliscafo che ci porterà ad Anakao. Hotel Safari Vezo con casa direttamente sulla spiaggia (n.9 una delle migliori per la posizione). Località fuori dalle solite mete turistiche posto stupendo e incantato.

23/07/18 decidiamo di affittare un’imbarcazione tramite l’hotel per 300 Arial (Intera barca) per vedere le balene esperienza stupenda e memorabile, vederle da cosi’ vicino muovere la coda e sentire il loro respiro ci ha emozionato moltissimo. Vi è la possibilità’ di andare a vedere le balene anche tramite le barche a vela dei pescatori che al villaggio di Anakao si possono noleggiare ma visto le condizioni del mare e del vento consigliamo per la sicurezza personale di andarci con una barca a motore.

24/7/18 il mattino da Anakao torniamo a Toliara tramite aliscafo e grazie ad un po’ di fortuna riusciamo a vedere anche nel viaggio di ritorno delle balene, sbarcati partiamo con la nostra jeep e dopo 4 ore siamo alll’Isalo N.P. Hotel Ranohira sulla H1 decoroso.

25/7/18 Trekking all’Isalo N.P. Sentiero Zamana molto facile dove vediamo diversi lemuri e alle 11 partiamo per Ranomafana. Viaggio lungo (8 ore) e pesante. Soggiorniamo all’Hotel Manja casette semplici ottimo il cibo al ristorante dell’hotel.

26/7/18 Trekking nell’Isalo N.P. di 6 ore, la prima parte per avvistare i lemuri nella foresta, la seconda parte fino alle cascate, passando in un piccolo villaggio e nel mezzo delle piantagioni di banane fino al rientro a piedi al paese di Ranomafana. Bellissimo percorso. Poco prima di tornare al villaggio ci fermiamo alla piscina di acqua termale per un bagno rilassante (conviene portarsi il costume e un asciugamano direttamente nello zaino prima di partire per il trekking). Il posto è frequentato dagli abitanti e da pochi turisti. L’acqua è molto calda e il bagno è molto piacevole.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Anakao
    Diari di viaggio
    madagascar, viaggio tra terre rosse e autenticità

    Madagascar, viaggio tra terre rosse e autenticità

    Finalmente dopo tanti anni in cui l’avevo in testa, sono riuscita a realizzare un sogno: conoscere il Madagascar!È stata...

    Diari di viaggio
    madagascar in libertà, alla scoperta del sud ovest

    Madagascar in libertà, alla scoperta del SUD OVEST

    Un viaggio che ci ha portato a scoprire la parte sud ovest, forse la parte più aspra dell'isola grande ma che ci ha regalato delle...

    Diari di viaggio
    madagascar terra e mare

    Madagascar terra e mare

    cuore, con un isolotto in centro sul quale svetta un angelo dorato (detto angelo nero) che fu eretto nel 1927 in memoria dei malgasci...

    Diari di viaggio
    viaggio in madagascar

    Viaggio in Madagascar

    Un viaggio ricco di emozioni, esperienze diverse, incontri toccanti in uno dei paesi più poveri del mondo. È un viaggio che a volte può...

    Diari di viaggio
    madagascar, l'isola dei lemuri

    Madagascar, l’isola dei lemuri

    collega il piccolo villaggio a Tuléar. Ad accoglierci una spiaggia bianchissima dalla sabbia soffice completamente deserta e un’acqua...

    Diari di viaggio
    tutta la natura del madagascar

    Tutta la natura del Madagascar

    Alcune indicazioni generali prima di passare al racconto delle singole giornate:1. Riguardo alla sicurezza, è assolutamente...

    Diari di viaggio
    tour del madagascar lungo la rn7 da tanà a tulear e mare a salary, anakao, nosy be

    Tour del Madagascar lungo la RN7 da Tanà a Tulear e mare a Salary, Anakao, Nosy Be

    Diversi mesi prima della nostra partenza, identifichiamo la meta del viaggione estivo: Madagascar. Da alcuni anni avevamo in mente...

    Diari di viaggio
    madagascar, la route du sud

    Madagascar, la Route du Sud

    Avevamo tre settimane per esplorare l’“Isola Rossa” e abbiamo deciso di seguire un itinerario classico, che ci permettesse di...

    Diari di viaggio
    madagascar responsabile

    Madagascar responsabile

    Madagascar responsabile Date di viaggio: 2 settimane (4 – 19 agosto 2013)Itinerario principale: Antananarivo, Antsirabe, Ambositra,...

    Diari di viaggio
    turisti solidali in madagascar

    Turisti solidali in Madagascar

    Era tanto tempo che Mario, amico di vecchia data di mio marito Beppe, ci invitava in Madagascar, dove si era trasferito da anni. Operatore...