Caicco in Turchia, torta di riso finita

Da anni siamo abituati ad organizzare le nostre vacanze tramite internet, anche se per anni ho lavorato in un'agenzia di viaggi. Quest'estate avevamo deciso di recarci in Turchia per effettuare un itinerario in caicco da Antalya a Kekova e ritorno. ...

  • di Laumir
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Da anni siamo abituati ad organizzare le nostre vacanze tramite internet, anche se per anni ho lavorato in un'agenzia di viaggi.

Quest'estate avevamo deciso di recarci in Turchia per effettuare un itinerario in caicco da Antalya a Kekova e ritorno. Esaminati vari siti e volendo partire la domenica, abbiamo prenotato una crociera con un operatore turco. Questo operatore di Bodrum si appoggia in Antalya alla Dragon Yachting che si occupa anche dei servizi a terra (trasferimenti ecc..). Arrivati in aeroporto, l'attesa per la nostra auto è stata di quasi un'ora, inoltre abbiamo scoperto che la crociera era partita il sabato e noi ci saremmo imbarcati in una baia a più di 2 ore di auto dall'aeroporto; in aggravante, l'autista non conosceva la strada, così un'ulteriore ora è stata persa alla ricerca del percorso. Siamo arrivati alle 23 a bordo di un caicco fatiscente, vetusto e mal tenuto; a riprova il giorno successivo dall'albero maestro è caduta una carrucola di acciaio sul ponte, mancando casualmente un' ospite tedesca, e l'ultima sera a bordo una ragazza italiana ha preso una forte scossa elettrica nel microscopico bagno della sua cabina cercando di accendere la luce. C'era stata assegnata una cabina piccolissima dove avremmo scoperto successivamente che quando il ponte veniva lavato pioveva all'interno! Il comandante ci ha accolto con maleducazione e nervosismo a causa dell'ora tarda, come se noi avessimo delle responsabilità.

Da quel momento abbiamo avuto una serie di vessazioni, subite anche dal resto degli ospiti (12 in totale): alle 22 la fornitura di luce elettrica veniva chiusa non consentendo nemmena la lettura di un libro, adducendo svariati motivi (risparmio, zone parco ...), il cibo era scarso e la crociera, oltre a non rispettare il programma che ci era stato inviato via mail, si limitava a percorrere il tratto previsto per la giornata senza soste intermedie in bellissime baie che vedevamo scorrere sotto i nostri occhi come in un film. Nelle due giornate di escursione ,il caicco è rimasto in porto e gli ospiti che non hanno partecipato non avevano nemmeno la possibilità di fare il bagno. Al terzo giorno, c'è stato un incontro-scontro tra ospiti e comandante nel tentativo di appianare le divergenze e recuperare il resto della vacanza ma un'ospite tedesca che nel frattempo si era lamentata in Germania presso il proprio agente di viaggi ,per ritorsione è stata sottoposta ad un vero e proprio mobbing da parte del comandante. Anzichè migliorare, la situazione è andata peggiorando, negli ultimi due giorni praticamente non è stato possibile fare un bagno, il caicco è stato ormeggiato nella baia del porto di Kemer (una Rimini turca) con musica da discoteca a tutto volume fino alle 5 del mattino, nel frattempo la moglie del comandante è potuta scendere ed andare a casa a svolgere commissioni personali (bagnare le piante, salutare il cane...). Il sabato siamo partiti da Kemer dopo le 11 per recarci ad Antalya con arrivo alle 15, sono scesi gli ospiti che avevano iniziato la crociera il sabato precedente e sono saliti nuovi ospiti. Noi siamo rimasti a bordo nel porto di Antalya ad assistere alla preparazione della successiva crociera fino a domenica mattina quando finalmente siamo scesi.

Non vogliamo sminuire la bellezza di vacanze in caicco a spasso per la bellissima costa turca (guardavamo con invidia gli ospiti degli altri caicchi felici ed in posti splendidi) nè spingere turisti ad evitare prenotazioni via internet (buona parte degli altri ospiti aveva prenotato tramite agenzia), vogliamo solamente rammaricarci della nostra avversa fortuna per aver trascorso le vacanze sul "magnifico" GOLDEN CRUISE 1 ! Quindi, recatevi senza indugio sulle coste ricche di storia di Myra e Kekova, evitando con accortezza la Dragon Yatching ed il caicco Golden Cruise 1, sarà sicuramente una meravigliosa vacanza Non eravamo in Liguria ma anche qui la torta di riso era finita....

  • 4005 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social