Viaggio in Turchia

Tour in auto dalla Cappadocia alla costa turchese
Scritto da: emy72firenze
viaggio in turchia
Partenza il: 13/07/2013
Ritorno il: 31/07/2013
Viaggiatori: 6
Spesa: 2000 €

Itinerario del viaggio in Turchia dal 13 al 31 Luglio

Volo Turkish Airlines: Bologna-Istanbul Ataturk 200 Euro a persona

Partenza ore 11.40 volo diretto

Fuso orario +1 ora

Parcheggio macchina presso parcheggio P4 aeroporto Bologna, costo totale 56 Euro per 18g.

Componenti del viaggio: Emiliana 41 anni, Carlo 42 anni, Eleonora 18 anni, Giulia 14 anni. Due amici di viaggio (Novara) Alessandra e Matteo 41 anni.

1-Giorno 13 Luglio

Inizia finalmente il nostro viaggio, arrivo all’aeroporto di Bologna ore 9, lasciamo la macchina presso il parcheggio P4 dove la nostra Multipla rimarrà li per 18 giorni, per un costo totale di 56 Euro; accompagnati dal bus navetta.

Arriviamo all’Aeroporto Ataturk con Turkish Arlines alle 15, il volo e’ stato perfetto! Ritiriamo i bagagli e ci ritroviamo con i nostri amici e compagni di viaggio(Alessandra e Matteo) e ritiriamo il nostro pulmino prenotato via internet dall’Italia con EUROPCAR da 9 posti!!Partiamo ore 17 e ci dirigiamo ad Ankara esattamente ad Alacaatli dove abbiamo prenotato hotel N’EVO STUDIOS con prima colazione. Percorriamo esattamente 450 km fermandosi una volta per mangiare un boccone, arriviamo alle 21 e andiamo subito a riposare.

2-Giorno 14 Luglio

Ore 8:30 colazione abbondante, ottima. L’hotel è davvero bello, pulito, costo 47 euro una stanza per 2 persone. Si riparte direzione GOREME con sosta al Lago SALATO (Tozu Golu). Da Ankara bisogna proseguire circa 150 km a sud-est superstrada E90-D750 direzione Akasaraye per 230 km circa 3 ore ;visitiamo il Lago Salato: Meraviglioso!! Vale la sosta. Non e’ a pagamento, ci sono dei venditori per rifocilarsi e souvenir. Il Lago e 1642 km a 900 metri di altezza. C’e’ un leggero vento e anche se e’ mezzogiorno si sta da dio, il sole e’ accecante, e’ difficile stare senza occhiali da sole. Muniti di ciabatte e scarpette passegiamo sul lago a fare foto. Ripartiamo dopo 45 minuti circa e facciamo pieno benzina 120 euro… Wow! La benzina e’ cara come in Italia. State tranquilli non truffano, appena arrivi digitano la targa della macchina e poi rilasciano lo scontrino, cosi per ogni problema si puo’ dimostrare.

Ore 14 arriviamo a Goreme, alloggiamo presso il Dervish Cave scavato nella roccia, con prima colazione, costo 100 euro al giorno in 4 persone (400 euro per 4 notti), con 2 camere da letto e il bagno con idromassaggio e doccia. Unico inconveniente era davvero molto umida.

Dopo una bella rinfrescata andiamo a fare un giro per il paese, c’e’ il Ramadan e c’e’ pochissima gente a giro, ci fermiamo a prenotare il ristorante consigliato da tripadvisor: Topdeck restaurant.

Proseguiamo a piedi per OPEN AIR MUSEUM, che dista circa 1 km a piedi dal nostro hotel. Costo ingresso 5TL (lire turche), davvero bello e ben tenuto essendo patrimonio dell’Unesco.Molta bella la chiesa (karikilise) oscura devi pagre ulteriori 8TL e purtroppo ci rimani male perche’ non puoi fare foto e il guardiano ti guarda a vista.Giri e giri in queste abitazioni davvero suggestive,riuscendo poi dal museo per tornare verso Goreme tenete il biglietto e fermatevi alla chiesa di Tokali kilise molto carina.

Riscendendo la strada ci sono i venditori ,dopo 500 metri sulla dx c’e’ un venditore di vasellame con una terrazza panoramica sulla vallata, con due alberelli secchi, la signora ci ha legato in una i cocci di vasellame e nell’altro tantissimi occhi del veggente,augurali ,tipici della Turchia e della Grecia.

Dopo una bella doccia ..cibo! Arriviamo al Topdeck, piccolo, accogliente, dovete assolutamente prenotare perche’ ci sono circa 15 posti ed e’ sempre pieno! Si capisce il perche’… fantastico,ottimo e abbondante e soprattutto economico. Il padrone e’ davvero carino,ci consiglia di prendere un piccolo Meze(antipasto tipico turco) perche’ avendo ordinato il Pottery Kebab non si sarebbe potuto finire.

E cosi e’ stato! Il Pottery Kebab per 6 era esagerato, ottimo accompagnato da insalate miste, il tutto davvero abbondante. Dopo aver finito, il padrone ci ha offerto il dolce tipico e il the’ alla mela,fantastico! In 6 abbiamo speso 160 lire turche compreso 4 coca-cola, 2 bottiglie di acqua gassata,1 birra, 2 acque naturali! Un equivalente totale in euro di 60euro, 10euro a persona!

Facciamo due passi anche se siamo cotti perche’ abbiamo la pancia strapiena!!!Nel frattempo le persone sono uscite e mangiano anche loro…ormai e mezzanotte e andiamo a nanna.

3-Giorno 15 Luglio

Colazione abbondante, tipica turca con formaggi, salami, cetrioli e pomodori e, naturalmente, l’immancabile caffe’ turco e il the turco… accompagnata dalla marmellata di gelso. Andiamo a visitare la fortezza di UCHISAR, costo 5 TL. Bella da fuori, dentro non c’e’ niente. Quando arrivi in cima lo spettacolo che si presenta e’ stupendo! Conosciamo Faruk,c he vende i tappeti e ci ha offerto il caffe italiano. Da Goreme ci sono 4,3 km. Ripartiamo ed arriviamo alla citta’ sotteranea di Derinkuyu, costo 15 TL a persona, 35km da Goreme. E qui il divertimento e’ assicurato… Al’interno ci sono i guardiani che si offrono per farti da guida per spiegarti cosa c’era nei vari cunicoli e stanze. Vogliono essere pagati, ma non ce ne assolutamente bisogno, ci sono le frecce e le indicazioni in plexglass.

Naturalmente nelle stanze non c’e’ niente, portatevi una pila, qualche cunicolo e’ al buio ed e’ divertente scendere e attraversare questi passaggi piccoli e stretti. Consiglio di andarci in un’ora calda del giorno perche’ dentro e’ fresco. Non e’ consigliato a persone anziane con problemi di deambulazione.

Finita la visita sosta ad un market a prendere un po’ di frutta e ci dirigiamo a Soganli. Paghiamo 10TL, bellissima valle dove le abitazioni sono rimaste come un tempo, e’ molto suggestivo. Ci sono 5 chiese con dentro degli affreschi non restaurati. Arrivati fino in fondo alla strada e parcheggiate ,c’e’ una signore che ha fatto un ristorante con fuori i tavolini,e’ molto gentile che ci ha fatto accomodare senza volere niente per mangiare la nostra frutta.

C’e’ un ruscello con poca acqua dove nuotano delle paperelle,attraversatelo e percorrete il sentiero,troverete altre due chiese carine. Gironzolate tra una costruzione e l’altra..vi perderete nel tempo. Sono le 17,e ripartiamo,con sosta a MUSTAFAPASA,dove ci sono le abitazioni konak greche,fate una passeggiata nella piazza del paese,accanto alla chiesa c’e’ un signore di mezza età che vende tappeti e stoffe tipiche a prezzi ottimi!!



    Commenti

    Lascia un commento

    Antalya: leggi gli altri diari di viaggio