Vagabondi tra Toscana, Umbria e Marche

Il periodo scelto non è certo definito il migliore per apprezzare con calma e tranquillità le bellezze dei luoghi visitati in questa decina di giorni a cavallo del ferragosto tra toscana, umbria e marche….ma non avevamo alternative......e infondo.. Tutto sommato ...

  • di Ebec77
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Il periodo scelto non è certo definito il migliore per apprezzare con calma e tranquillità le bellezze dei luoghi visitati in questa decina di giorni a cavallo del ferragosto tra toscana, umbria e marche...Ma non avevamo alternative...E infondo.. Tutto sommato non abbiamo mai avuto alcun problema di eccessivo affollamento o code in quasi nessun luogo da noi visitato. Protagonisti del viaggio siamo Elisa io e il mio fidanzato Andrea, con la nostra fedele alfa147 con la quale abbiamo fatto...3200km! Sarà un po’ difficile ricordarmi tutto perché davvero siamo stati in tanti posti e di tanti è già stato scritto tutto accuratamente a livello descrittivo. Alcuni consigli però credo di poterli aggiungere.

Il tanto atteso giorno di partenza è stato domenica 12 agosto...Giornata da bollino nero per il traffico...Sapendo ciò...Partenza prestissimo da Rovereto (alle 4 del mattino...Scriverlo fa una certa impressione...)...Ma ciò ci ha permesso effettivamente di essere i padroni dell’autostrada (beh no dai, in realtà altri pazzi a quell’ora in giro c’erano!)...E in effetti... Alle 7.30 eravao già ad Arezzo...Beh d’obbligo pausa caffè dato che non avevamo mai visto questo posto. La città era (ovviamente) deserta. Ha una piazza davvero molto carina, tutta in salita (o discesa in base al punto di vista) con gli edifici circostanti pieni di stemmi. È stata la prima delle tante città tutte a Sali-scendi incontrate. Abbiamo comunque fatto una visita abbastanza veloce del centro storico cercando di vedere gli edifici principali segnalati (un po’ deludente anfiteatro romano).

Da arezzo siamo ripartiti alla volta di Cortona. Città circondata da mura in cui si arriva in auto fino al centro storico (ci pareva tanto strano!) più che girare la città, su consiglio di un abitante del luogo siamo andati (visto il tempo scarso a disposizione – poi spiegherò perché) con l’auto in direzione della rocca dominante ma girando al bivio che si trova sulla sx. Dopo qualche km si arriva a quelle che chiamano “celle di san Francesco”, luogo di pace e fede dove alloggiano alcuni frati. È un posto stranissimo, davvero carino, tanto che sembra di essere sul set di un villaggio delle favole.

Qualche foto e via...Alla votla di Montepulciano...Infatti avevamo un appuntamento alle 12.30 al posto in cui si mangia meglio di tutto il paese...”l’osteria dell’acquacheta” che consiglio a tutti. I piatti sono vari e davvero particolari e sempre diversi, le fiorentine stupende, personale simpatico, prezzi onestissimi. Si trova in via del teatro 22 un po’ nascosto. È quasi d’obbligo prenotare perché davvero è sempre pieno (fa due turni a pranzo alle 12.30 o alle 14 e a cena 19.30 e 21). Non ci siamo fatti mancare una bella fiorentina (1.350 kg per andrea!!) che ci abbiamo messo 1 ora a mangiare, nonché tante altre sfiziosità...Ma ke delizia.! Prossima destinazione bagno pignoni...Che figata, la piazza in realtà è una immensa fontanona quadrata (vietato fare bagno!) e all’inizio del paese tutti mettono i piedini nell’acqua di un rivolo termale. Posto che merita una sosta senza dubbio. Poi abbazia di st. Antimo, vicino a montalcino. Abbazia famosissima e davvero particolare. Lungo la strada consiglio fermata all’agriturismo la criociona dove il proprietario sarà ben felice di offrirvi una degustazione del suo nobile di montalcino...Che non potrete far a meno di comprare...Come la grappa di Brunello...Merita un applauso.

Dopo Qualche foto a st. Antimo sul navigatore abbiamo impostato la destinazione della ns prima sett di ferie: alberese (gr). Iniziando con le avventure delle strade "fantstiche" del tom-tom... Strade bianche neanche segnate su cartina...In questo viaggio non so quante ce ne ha fatte fare...Oramai avremo il fondo dell'alfa di andrea tutto liscio! ah dimenticavo, prima di arrivare in agritur ho voluto fare sosta a un paese che sempre mi ha incuriosito: bagni s.Filippo. Qui ci sono delle strutture termali. Una piscina ma anche una stradina bianca che scende in un boschetto sottostante dove si arriva ad una sorta di fiume di acqua termale con stupendi esempi artistici di sedimenti calcarei sulle rocce ceh formano belle stalattiti. Ci sarebbe divieto di balneazione ma in realtà il bagno in tanti lo facevano...E almeno i piedi non ho potuto fare a meno di bagnarli neanche io. credo ci sia un bell'effetto suggestivo di inverno Poi alle 8.00 finalmente siamo giunti al nostro luogo di villeggiatura e campo base: l’agritur “il vermigliano” nella campagna di alberese. Devo dire che siamo stati bene. Il costo a persona è di 65 euro al giorno compreso pernottamento, colazione e cena. Ma ke cene!! La proprietaria ci ha viziati per tutto il tempo ed ha curato personalmente i dettagli del menù ogni giorno differente e sorprendente – anche per chi come me ha qualche allergia alimentare si trovava sempre il modo di fare le cose al meglio. Si mangiava in un tavolone sotto una tettoia, tutti gli ospiti insieme (max 20 cmq circa). L’agritur ha una piscina, noleggio (5 euro al dì) di bici e posto per l’auto

  • 12210 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social