Alsazia: strada dei vini e Strasburgo

Una sera a cena da amici, parlando, diciamo che vogliamo fare un giretto in una capitale europea e loro ci consigliano l’Alsazia. Una meta facilmente raggiungibile in auto e con tante opportunità per creare un viaggio a proprio piacimento. Così ...

  • di cocco 1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Una sera a cena da amici, parlando, diciamo che vogliamo fare un giretto in una capitale europea e loro ci consigliano l’Alsazia. Una meta facilmente raggiungibile in auto e con tante opportunità per creare un viaggio a proprio piacimento.

Così inizio a fare ricerche su internet e mi imbatto nel sito “Turisti per caso”. Leggo le esperienze della gente e da tutti i resoconti preparo un piano di viaggio con allegati i riferimenti, suggerimenti, consigli., debitamente suddivisi per città.

Ed ecco il nostro ringraziamento. Di seguito un diario di viaggio dedicato a chi, come noi, si considera più un viaggiatore che un turista e quindi ama vivere il contatto, oltre che con il luogo, anche con le persone.

ALSAZIA: STRADA DEI VINI E STRASBURGO Partiamo da Ravenna mercoledì 30 aprile alle 09.45. Arrivati alla Dogana di Chiasso compriamo l’etichetta adesiva per le autostrade elvetiche, costa € 30, e attraversiamo la Svizzera. Seguiamo la E35 verso nord, quindi transitiamo sotto il San Gottardo (17 km), raggiungiamo Basilea, percorriamo un breve tratto di autostrada tedesca in direzione Friburgo e attraversiamo il Reno. Arriviamo a RIQUEWIHR alle 18.45.

Ci mettiamo subito alla ricerca di una chambres d’hotes. Molto diffuse in tutta la Francia sono camere con bagno, a volte anche in comune, che le persone del luogo mettono a disposizione per i turisti. Il costo si aggira intorno ai 30 € a camera con un piccolo extra se si vuole la colazione. Secondo me è un ottimo modo per viaggiare la Francia risparmiando, instaurando però anche un rapporto con le persone del luogo, anche se non sempre si possono trovare persone cordiali...Ma tutto il mondo è paese.

Dopo aver suonato a ben 6 campanelli, troviamo: HUNZINGER ODILE 9, rue des tuileries 0389479370. Il costo della camera, con doccia in camera ma bagno in comune, è di € 30. La camera è pulita e la signora di una gentilezza squisita...Per cui decidiamo di fermarci da lei e soggiornarci 2 notti. Dopo una magnifica doccia ristoratrice partiamo alla scoperta di Requewihr.

Adagiato sulle colline lungo la “Route des vins” a 300 mt di altezza e poco più di 1200 anime, è unitamente riconosciuto come uno dei più bei villaggi di Francia, un vero e proprio villaggio da cartolina. Non possiede monumenti di fama internazionale ma è un riassunto di tutta la bellezza e grazia dei paesi alsaziani.

Ha una doppia cerchia di mura del XIII secolo che protegge un centro storico interamente pedonale attraversato da un’unica via, la Grande Rue, punteggiata da vecchie case a graticcio, osterie (le cosiddette “wistub”), negozi di artigianato e brasserie.

Simbolo della città è la torre del Dolder, costruzione medievale in pietra, al tempo stesso porta d'accesso, torre campanaria e torre di guardia.

Riquewihr è piena di sorprese: da una bella collezione di diligenze postali, alla Tour de Voleurs (torre dei ladri), antica prigione che raccoglie strumenti medievali di tortura, al museo dedicato al celebre fumettista Hansi, al suggestivo "Feerie de Noel", negozio di splendide decorazioni natalizie artigianali della famosa catena Kathe Wohlfahrt.

Inoltre è proprio questo piccolo paese a vantare una delle cantine più antiche della zona, quella della famiglia Hugel, che risale ai primi del '600. Ancora oggi l'azienda vinicola, gestita da quattro membri della famiglia, utilizza tecniche di raccolta e di lavorazione dell'uva tradizionali. La loro cantina si trova proprio sulla via principale, al civico 3 di Rue de la Première Armée, al piano interrato di un bellissimo palazzo del XVI secolo: sono loro stessi a fare da guida ai visitatori. Ci sono però altre famose cantine tipo il Moulin Dopf e la dopff & Irion, dove abbiamo fatto le nostre degustazioni e acquistato numerose bottiglie di vino (consiglio almeno una bottiglia di vendemmia tardiva)

  • 44788 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. tigro2001
    , 9/11/2014 10:45
    Ciao Cocco,sono passati parecchi anni dal vostro viaggio ma avrei bisogno di un consiglio:
    A metà dicembre faremo 2 notti a Strasburgo,come voi siamo appassionati di vini (adoro i vini Alsaziani)secondo te è meglio comprare a Strasburgo o sulla via del ritorno fermarci in qualche paesino di quelli del tuo itinerario e comprare direttamente dalle cantine?
    Eventualmente dove consigli di acquistare?più o meno vengono tutti di strada,avevo pensato a Ribeauvillè e Riquehwir....grazie

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social