Lazy River experience

Un viaggio il Florida alla ricerca del relax

  • di VacanzeinAmeric
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Eccomi, purtroppo la vacanza e' già finita, quest' anno abbiamo deciso al contrario degli ultimi anni di fare una vacanza dedicata interamente al relax, scartati a priori, Egitto, Maldive, Caraibi e villaggi vacanza abbiamo scelto come meta la Florida, primo perche' e' uno stato che conosciamo molto bene, secondo e' il compromesso alla mia voglia di Usa e la voglia di mare e sole di Gloria e Sonia.

Partenza da Firenze con un terrificante piano voli, Francoforte, Philadelphia , Miami, errore che potrebbe fare uno la prima volta ma non io dopo 19 viaggi negli Usa, ma era quello che ci permetteva di accumulare miglia e tornare ad un orario decente per cui un po' di sacrificio e via arriviamo a Miami alle 21 dopo circa 23 ore di viaggio con brivido iniziale in quanto per un banale fraintendimento mio suocero si e' presentato alle 5,20 anziche' alle 4,40 per cui ho dovuto fare i 60 km che separano casa mia con l' aeroporto di Firenze praticamente a 170 fissi riuscendo ad imbarcarsi proprio per un pelo.

Sbrigata l'immigrazione a Philadelphia (non piu' di 8 minuti) siamo arrivati come scritto sopra a Miami alle 21, usciamo dal terminal e con mia enorme sorpresa non vedo passare le navette degli autonoleggio, ma solo delle anonime navette bianche senza nessuna scritta, ne prendiamo una e questa ci porta al Rental Center, in pratica hanno riunito tutti gli autonoleggi in un grande edificio, molto piu' comodo visto che si trova proprio dentro l' aeroporto, ritiro il mio minivan nuovissimo lasciando all' addetto della Dollar 199 dollari di extra tra cui roadsafe, sunpass, pieno prepagato ( 56$ anziche 40 ) e LWD contro danni ai vetri , pneumatici, scocca e perdita chiavi visto che sul forum quest' anno ne sono accadute diverse

Scendiamo nel garage e scegliamo il minivan tra una 20ina di modelli esposti, ho preso il Dodge Grand Caravan praticamente nuovo, 2100 miglia percorse tutto accessoriato, addirittura con sportelli posteriori elettrici , imposto il navigatore e via verso il nostro hotel, avevamo scelto Miami Beach ma due giorni prima abbiamo disdetto e prenotato a Fort Lauderdale cosi da evitare il caldo soffocante di Miami e sopratutto il casino di gente

Arrivati dopo circa 35 minuti allo Sheraton Beachfront e via prima mazzata, parcheggio a pagamento 19$, distrutti lasciamo la chiave al valet e andiamo in camera , l' hotel diciamo che e' un buon hotel anche se non ha tutto il blasone della catena Sheraton, ci sono alcune cose che nella loro piccolezza fanno si che la stanza non sia al 100% e per un hotel da 150$ a notte e' un peccato rovinarsi il nome con dei problemi risolvibili in mezz'ora di lavoro. Cmq lasciamo perdere l' hotel che poi recensirò nella sezione FVIADVISOR.

Primo giorno, sveglia prestissimo, sono andato a dormire con il pensiero della foto al' alba infatti alle 6,10 gli occhi automaticamente si aprono, esco sul terrazzo e vedo con stupore che sulla spiaggia ci sono già molte persone, chi passeggia, chi beve il caffè, chi porta a spasso il cane, chi sistema le sdraio, cosa molto strana per noi vedere gente in giro cosi presto, e' piu' facile veder la gente rientrare in casa a quell' ora, cmq foto dell' alba, caffè sulla poltronicna in terrazzo, poi decidiamo di andare da Denny's per la colazione visto che la sera prima avevamo mangiato solo le schifezze del volo, rientriamo in hotel dopo una mega colazione con panino farcito di tacchino, formaggio, frittata e bacon, una libidine, prendiamo gli asciugamani e via in spiaggia, l' hotel offre ai clienti incluso nel prezzo due lettini con materassino molto comodo, tempo di sistemarci e via in acqua, il mare e' caldissimo nonostante la giornata non sia propriamente soleggiata, una cosa comune da fare in spiaggia e' il bodyboard, una specie di surf con tavole piu' piccoline, ci siamo divertiti un casino anche se il mio divertimento principle era stare sul lettino navigando in internet a scrocco dentx

Pranzo in Burger King dove mi sono rovinato con un triple whopper e uno steakhouse xt , in serata giretto per i canali di Fort Lauderdale anche se molto limitata a causa della pioggia con gelatone per cena II° giorno, la mattina il tempo non preannuncia niente di buono, andiamo in spiaggia con il cielo coperto e tra un bagno e una mini surfata aiuto Gloria a fare un castello di sabbia ma aggiust di qua , modella di là alla fine e' venuto fuori un alligatore, non vi dico le persone che si sono fermate a fare le foto alla scultura di sabbia, nel frattempo e' venuto fuori il sole anche se all' orizzonte in direzione di Mami si intravedono nuvoloni neri, dopo circa mezz'ora ecco il classico nuvolone di fantozzi, due gocce e scappa scappa generale, ci siamo ritrovati in spiaggia in 10 persone, dopo l' accenno di pioggia ecco il sole, fantastico la spiaggia vuota e solo noi a godersi di quello spettacolo, purtroppo e' durato troppo poco per cui dopo circa mezz' ora ha cominciato a piovere veramente facendo a questo giro rientrare anche noi.Siamo rimasti nella zona dell' hotel dove ci sono i pc cosi abbiamo stampato varie mappe e recensioni su S. Augustine bevendo un buon espresso allo Starbucks interno

Rientrati in camera per una doccia ci siamo accorti che nel tratto di mare che si vedeva dal nostro terrazzo stà passando un branco di delfini, bellissimo anche se erano molto lontani da fare delle foto, usciamo per la cena, abbiamo fissato un ristorante a Key Biscayne dove ci siamo ritrovati con Vincenzo e Paola, degli amici di Varese a cui ho organizzato il viaggio con tutta la famiglia, alla cena ci hanno raggiunto Federica e il fidanzato e Andrea ( ks34 ), due piccole note sul ristorante, bellissimo e bellissimo, il locale si trova di fronte allo skyline di Miami avevamo deciso di trovarci alle 20 cosi da fare il tramonto, purtroppo i nostri piani sono saltati in quanto al nostro arrivo pioveva ed era coperto, cmq per fortuna dopo un paio d' ore si e' aperto facendoci ammirare lo spettacolo di Miami dall' acqua

Siamo rientrati in hotel abbastanza tardi e nonostante fossero le 23 passate la piscina sotto la nostra camera e' sempre aperta, perche' non approfittarne, 5 minuti e siamo in acqua,

Questa piscina e' stata progettata per farci nuotare le sirene in modo da poterle vedere dal bar sottostante ma nei nostri 3 giorni non c'e stata traccia di sirene

Questo bar e' stato usato come location per una scena del fil con De Niro, un Boss sotto stress.Terzo giorno a Fort Laudardale, questa mattina ci svegliamo con un sole incredibile dopo il maltempo di ieri pomeriggio, come al solito la nostra giornata si articolerà tra lettino, spiaggia, mare e piscina, la particolarità di questo hotel e' il fatto di avere proprio sulla spiaggia una bellissima piscina per cui se la sabbia dà fastidio basta fare 50 metri e si entra nell' area piscina

Visto che sono due giorni che non faccio altro che entrare e uscire dall' acqua mi sono messo sul lettino e ho cominciato a immaginare che tipo di vita conducessero i bagnanti che avevo a portata di vista, si va dalla famiglia canadese di 6 persone che non bada a spese noleggiando la cabana con tanto di aria condizionata e cestello di frutta da 200$ ingurgitando litri su litri di granite di tutti gusti e colori, rigorosamente affogate con panna montata spray e ciliegina sotto spirito al gruppetto di ragazzi del New Hamphire che stanno facendo il violottolo tra il lettino e il bar tornando sempre con una Bud Light rigorosamente nel involucro di gomma per non farla scaldare, alla famiglia di latini che come i villeggianti anni 60 da noi arrivano in zona piscina con borsa termica e tirano fuori schifezze varie come patatine, nachos e altri intrugli colorati , uno addirittura l' ho scambiato per la boccia per fare le bolle di sapone, un altra cosa particolare e' il fatto di vedere i neri darsi l' abbronzante ultra rapido, non capisco cosa vogliono abbronzarsi, piu' neri di cosi....

Finita la mia analisi sui modi di vivere la piscina decidiamo di uscire e andare a far pranzo, come al solito optiamo per un buon Angus da Mc Donalds per poi darsi allo shopping sfrenato al Sawgrass Mills anche se non si fanno dei buoni affari, rientriamo nel pomeriggio per una doccia e poi decidiamo di andare al Riverwalk, una bellissima zona di FLL dove purtroppo non troviamo anima viva, questa zona fà parte della Fort Laudardale vecchia, posto pieno di negozi, locali con un bellissimo parco in riva al fiume, solo che non c'e nessuno, abbiamo trovato qualcuno solo in alcuni ristoranti

  • 5965 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social