El salvador, mucho gusto

El Salvador è un paesino semisconosciuto per molti, ma per me ha un valore enorme in quanto terra natia di mia mamma. Dopo 25 anni di paure (di volare) e tentennamenti ecco finalmente la chance di conoscere la parte mancante ...

  • di LaGiuGGy
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: da solo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

El Salvador è un paesino semisconosciuto per molti, ma per me ha un valore enorme in quanto terra natia di mia mamma.

Dopo 25 anni di paure (di volare) e tentennamenti ecco finalmente la chance di conoscere la parte mancante di me ,la mia famiglia e quella terra. Per rendere l’esperienza ancor più speciale decido di collaborare con uno studio di architetti di San Salvador .

Mattina di Lunedì 28 Gennaio, si parte... Con 2 voli Iberia (2 ore Milano Linate –Madrid e ben 11 ore Madrid –S.Jose del Costarica) e con un volo Taca (compagnia centro americana dal servizio impeccabile) S.Jose –S.Salvador di poco più di un’ ora ecco che giungo finalmente a destinazione. L’aeroporto è davvero confortevole e moderno .Mio cugino, zia e nonna mi accompagnano nel paesino dove alloggerò per questo mese: ,Zacatecoluca , 40.000 abitanti ed una cattedrale di tutto rispetto.

Il secondo giorno lo dedico a smaltire il jet lag e a visitare Zacatecoluca.E’ come me la sono immaginata...Casette basse e colorate , furgoncini carichi di persone , mercato stretto e affollatissimo , contadini col machete in bella vista...E tante, troppe galline! E il cibo? GRANDIOSO . La cucina del luogo è a prova di italiano . Tipica è la Pupusa ,vero monumento nazionale costituito da frittelle di farina,olio e un ripieno a scelta tra fagioli o carne di maiale frullati e formaggio. Davvero niente male! Un'altra istituzione di questo paese è il POLLO CAMPERO , una catena simile al KFC , che fa dell’ottimo pollo impanato .

La gente del luogo ne va matta.

Il terzo giorno finalmente si va a S.Salvador. Con mio cugino da quel giorno in poi mi recherò li a lavorare. Per raggiungere la capitale ci serviamo di un pullman come quelli che si vedono nelle telenovele :grandi , rumorosi e con conducenti un po’ sopra le righe, però molto più divertenti di un autobus la mattina a Milano. Per giunta sono muniti di casse audio dalle quali esce musica locale e l’ormai celebre raeggeton.Insomma proprio un viaggetto tipico.

San Salvador è una città posta ai piedi di un vulcano ,vulcano ormai spento nel cui cratere è sorto un lago molto bello ,il lago di Ilopango. A differenza delle città di pianura la capitale presenta un clima caldo ma ventilato. E’ una città dai 2 volti :la parte orientale ,quella del centro storico , è una zona degradata e in alcune ore pericolosa , fatta di mercati e centinaia di persone per le strade.Da vedere c’è il Palacio Nacional ,edificio in stile neo-classico , e la cattedrale cittadina ,.Variopinta sulla facciata principale ma povera al suo interno.Non aspettatevi la cattedrale di Siviglia in quanto gli stessi salvadoregni vi diranno che sparse per il paese vi sono cattedrali decisamente più maestose e affascinanti...Quella di Zacatecoluca in primis.

Nel complesso di edifici rilevanti vi sono numerose chiese ,alcune particolari , il palazzetto dello sport e 2 stadi di calcio : il Magico Gonzales (intitolato ad un giocatore che per la gente del luogo era meglio di Maradona) e il Cuscatlan ,stadio molto sud americano,festoso e colorato.Al Cuscatlan mi capiterà di assistere ad una goleada di 12-0 tra la nazionale salvadoregna e l’Anguila ,isola caraibica.

Seguendo gli architetti su e giù tra i vari cantieri mi capita la chance si visitare il Palazzo del governo e la Camera legislativa , un edificio dalla forma tonda e le cui pareti sono dipinte coi colori della bandiera salvadoregna...Molto più vivace di palazzo Madama .Mi conducono anche a visitare una chiesa la cui illuminazione interiore è da primato ,la iglesia EL ROSARIO, un edificio non lontano dalla cattedrale il cui aspetto esteriore simile a un capannone dismesso non deve trarre in inganno.Dentro è tutto un gioco di luci e colori che nel mondo non è facile vedere

  • 4225 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social