Indimenticabile Cinderella, El Quseir e dintorni

Domenica 17 marzo alle 19.30, con 7 ore di ritardo (comunicato 2gg prima e risarcito da Karambola con 30 euro a pax) partiamo, 50 anni io, 45 la mia compagna Paola, da Bologna per il Cinderella Hotel di El Quseir, ...

  • di Loriss
    pubblicato il
  • Partenza il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Domenica 17 marzo alle 19.30, con 7 ore di ritardo (comunicato 2gg prima e risarcito da Karambola con 30 euro a pax) partiamo, 50 anni io, 45 la mia compagna Paola, da Bologna per il Cinderella Hotel di El Quseir, dove arriviamo alle 01.30 ora locale. Nonostante il ristorante sia chiuso da ore, si prodigano per farci mangiare qualcosa, ottimo inizio! La mattina ci rendiamo subito conto dei lati positivi della struttura:il Cinderella è carinissimo, ben curato e soprattutto pulito, con 2 piscine ben tenute,un servizio gratuito di teli da bagno che ti cambiano subito appena li sei asciugato e la formula All Inclusive lo è davvero: dalle 10 di mattina a mezzanotte, acqua, the, caffè(non espresso)vino(quello rosso è anche buono!)birra, succhi e soft drink a volontà, serviti al bar della piscina, della spiaggia e della "discoteca polifunzionale" La ristorazione è uno dei punti forti: tutto a buffèt, con una varietà, qualità e cura dei cibi davvero superiore allo standard egiziano.

Un plauso particolare alle ottime e varie verdure, che potete consumare cotte e crude, in quanto l'acqua dolce è in realtà acxqua marina dissalata e non la beve nè la utilizza per cucinare nemmeno la gente del luogo.

Il servizio, controllato e coordinato con bruschi modi militareschi da un marcantonio stile Wrestling, rivelatosi gentilissimo e multilingue, è forse un pò lento, ma con un euro si velocizza! Un particolare: tutto il personale ama scherzare coi clienti: chiedi una birra e strabuzzano gli occhi, ti fregano il piatto se ti distrai, fingono di scacciare chissà quale insettaccio dalla tua spalla e altri scherzetti da prima elementare, comunque sinceri e simpatici.

La pulizia e l'ordine delle camere è molto curata: come avere la scrivania sempre in ordine! L'animazione fortunatamente quasi non esiste, e per chi come noi, voleva farsi i fatti propri è stato un pregio.

Molto bella è stata l'unica serata animata, con danza del ventre, dei 7 veli, dei "sottanoni" e del cavallo umano.

Accesso diretto dalla porta posteriore di tutte le camere a due spiagge sabbiose, una delle quali con a abbastanza acqua per immergersi prima della barriera. C'è un servizio massaggi molto discreto: dopo tre rifiuti non ce l'hanno più proposto, continuando però a chiacchierare con noi amichevolmente.

Passiamo ai lati negativi, che sono solo tre: non c'è il pontile e la barriera di coralli vivi diventerà presto una brughiera di coralli morti. Manca la macchina per il caffè espresso.

Il vino bianco e quello rosè sono a dir poco vomitevoli Passiamo al paesaggio.

Il primo giorno in spiaggia si gelava col maglione(????) ma già dalla mattina dopo un bel caldo, mitigato dal vento sempre presente: siam tornati abbrustoliti! Non essendo sub, ci siamo dati alla scoperta del deserto roccioso e della vicina(27km)cittadina di El Quseir, tramite le accettabili proposte di Karambola.

Partiamo alle 14 di martedi con 4 Toyota Land Cruiser nuove fiammanti alla volta del villaggio beduino, circa 30km all'interno del deserto.

Dopo un oretta di salti, derapate eaffini(sul tetto di un 4x4 c'era, legato alla meglio, un poveraccio che ci riprendeva con una vecchissima telecamera VHS) ci fermiamo in una piana immensa, dominata da una collinetta su per la quale ci inerpichiamo: panorama sudatissimo ma stupendo.

Ripartiamo e dopo una mezzora di stretti e tortuosi passaggi stile imboscata western tra sabbia e enormi roccioni arriviamo all'agognato villaggio beduino, che si è subito rivelato un sito acchiappaturisti

  • 711 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social